mercoledì 26 aprile 2017

Piccolo esperimento vegano (riuscito ;)): muffin integrali al cioccolato con "uovo di lino"

Ciao a tutti!
Oggi un post estemporaneo, di quelli che arrivano senza alcuna programmazione, ma spinti da tanto entusiasmo che a "tenerseli buoni per dopo" non ce la si fa...

In effetti ho parecchie cose indietro a cui dare una sistematina e pubblicare, e da un paio di settimane medito di "postare salato", e insomma oggi in verità avremmo dovuto avere un qualcosa come baccalà mantecato, figuriamoci! ;)

Solo che ieri mi sono decisa a provare una ricetta che mi riproponevo da mesi, ovvero dei muffin vegani in cui al posto della uova usare i semi di lino...

Io sono onnivora e chi mi conosce lo sa, amo il burro e le uova, ma da qualche tempo a seguito sia di richieste di lettori che per motivi vari (scelte etiche, dieta, intolleranze alimentari o altro) non possono mangiare alcuni ingredienti in particolare, sia della mia conseguente inguaribile curiosità in cucina, qui sul blog hanno iniziato a fare capolino ricette senza glutine, o senza zuccheri raffinati o senza uova o lattosio.

In realtà alcune c'erano già da prima, quasi per caso, o "naturalmente", altre invece sono arrivate a seguito di una specifica ricerca, e alcune invece, in particolare, dopo avere collaborato l'anno scorso con Lena Tritto nella realizzazione del nostro libro Free cucinare senza glutine, latte, uova, zucchero
Insomma questa storia del cucinare senza è diventata per me una sorta di arricchimento del bagaglio alimentare, e anche un modo per studiare ed interrogarmi sul "funzionamento" di alcune ricette e come queste possano essere adattate (senza forzature), o meglio ancora sviluppate ex novo, bypassando l'utilizzo di alcuni ingredienti.

Ho iniziato così ad "invertire il pensiero", ovvero cercare di immaginare di non togliere ingredienti, ma di fatto partire dalle proprietà di questi affinché la ricetta "regga" a partire da loro, o comunque cercare di valorizzarli in modo da fare in modo che non costituiscano "toppe" di quelli "sfilati" dalla ricetta, ma semplicemente ingredienti usati perché secondo me ci stanno bene.

Questo (spero di non essere stata troppo contorta nell'esposizione! ;-P) mi ha aiutata molto, per dire, col discorso "senza uova".

Sì perché esistono molti metodi per sostituire le uova.
Parliamo per esempio di pasticceria.
Con la banana, con l'avocado, con la purea di mela, con la maizena, con le proteine di cui è ricca la soia, o con quelle di cui sono ricchi i ceci, aumentando di un po' il lievito, con i semi di chia e con i semi di lino, e spesso con la combinazione di alcuni (o altri!) di questi sostituti.


Tutto questo è vero e valido, ma non funziona diciamo "per qualsiasi verso le si prenda", come con le uova!
Per dire, uova nella frolla, non è che puoi metterci magari, che so, pari peso di banana e stai a posto (o almeno non l'ho ancora provato, certo ci si può lavorare ;)), albumi in una meringa, non è che uno ci schiaffa l'avocado in purea e vai, oppure uova in un impasto soffice, non è che a occhi chiusi uno mette ceci in qualche forma e sta tranquillo, e così via.
Tutto va  provato, soppesato, ma soprattutto, almeno secondo me, calato nella ricetta.

Insomma, diciamolo, 'ste uova sono una bella comodità, e chi si è già cimentato sa cosa intendo, però pian pianino, facendo un po' di pratica e cominciando a ragionare in termini di "cioè che è meglio fare per una ricetta", le cose iniziano a viaggiare, e le ricette, almeno a mio parere, a somigliare a se stesse e non ad altre che stanno scimmiottando.

Ecco perché oggi arrivano questi muffin: perché a me sono piaciuti da matti e perché sono nati come qualcosa che doveva essere così e basta.

Una ricetta che "somiglia a se stessa", e che io, io amante di uova e burro, a rifarli per me e per casa mia, li rifarei esattamente così!

Per chi ama l'accoppiata cioccolato-farine e zuccheri integrali io direi che sono proprio l'ideale :)
Mi sentivo che "l'uovo di lino" poteva starci e infatti "ce canta", è il suo!!



Ecco, ora veniamo a questo fatidico e fantomatico "uovo di lino" (non imparerò mai a scrivere per il web, dato che oltre alle millemima battute, sempiternamente sconsigliate da tutti, credo che la frase in arrivo sia quella che qualsiasi webmaster o specialista SEO intimerebbe a chiunque di scrivere in testa all'articolo, E NON QUI ;)).

Ma torniamo al dunque: questo Uovo di lino?

Si tratta di un composto che si può facilmente ottenere anche in casa mescolando i semi di lino a acqua calda in determinate proporzioni in modo da formare una sorta di gel o composto un po' colloidale con delle proprietà leganti e anche leggermente lievitanti ed emulsionanti; insomma un composto che poteva fare al caso mio nella realizzazione dei muffin che vedete oggi.

Esistono vari modi per ottenere questo gel, io preferisco quello che comporta l'utilizzo integrale del seme, perché il più veloce e anche perché in questo caso si adatta bene alla natura della ricetta (di per sé piuttosto rustica e integrale già di suo!), ma esistono anche dei metodi che permettono di ottenere solo il gel separandolo dal seme una volta formato...

Nel mio caso, dicevamo, niente di più facile: con un piccolo robot da cucina o un macinino si tritano molto finemente i semi di lino e si mescolano ad acqua tiepida.

Le dosi sono:

UN UOVO DI GALLINA = 1 CUCCHIAIO DI SEMI DI LINO TRITATI + 3 CUCCHIAI DI ACQUA TIEPIDA (fatti riposare circa 5 minuti)

Eccoli mia ricetta di muffin :)

Muffin integrali al cioccolato con "uovo di lino"
(per 10-12 muffin)

ingredienti secchi
180 g di farina tipo 2
140 g di farina di avena integrale
14 g lievito in polvere
100 g di gocce di cioccolato
i semini estratti da un baccello di vaniglia inciso longitudunalmente
ingredienti liquidi
30 g di semi di lino tritati finemente mescolati a 60 g di acqua tiepida
80 g di olio di semi di girasole
230 g di panna fresca vegetale
130 g di zucchero di canna integrale

In una ciotola, mescolare gli ingredienti secchi e tenere da parte.
In una brocca graduata mescolare i semi di lino tritati all'acqua te-idea, far riposare 5 minuti e poi aggiungere, nell'ordine, l'olio di semi di girasole, la panna vegetale e lo zucchero integrale.
Unire i due composti lavorandoli grossolanamente, poi trasferire in stampini da muffin rivestiti con gli appositi pierottini, e cuocere nel forno già caldo a 180°C per circa 20-25 minuti.



venerdì 14 aprile 2017

Una torta cocco, cioccolato e ovetti semplice ma efficace per dirvi Buona Pasqua ;)


Ciao a tutti!
Che fatica mancare da un po', pur stando sempre col pensiero qui, su queste pagine, ma senza poter di fatto, a causa di cronica e acuta - ma temporanea - mancanza di tempo, "intervenire"...!

Il mese di aprile si presenta un po' complicato (cioè, "si presenta"..., direi che si è già presentato da un pezzo dato che siamo al 14!), ma sappiate che la mia recente latitanza è per una buona causa (e che presto, più o meno, finirà! :)).

Di idee che frullano nel cervello ce ne sono molte, di cose da fare altrettante, di voglia e fame di farle ancora di più, e quindi ecco, gambe in spalla e torta al cioccolato in arrivo!

Si tratta di una di quelle torte che vi fanno fare un figurone con poco sforzo, e che vanno bene sia per pasqua che per i giorni successivi, ovvero quelli del fantomatico (a casa mia) riciclo della cioccolata della uova (e chi l'ha visto mai? ;))

Potete realizzarla sia con latte di cocco che con panna, nelle stesse dosi, e vi assicuro che nonostante sia una torta "montata" non è affatto difficile da realizzare!

la ricetta l'ho "rubata" dal menù che ho realizzato per Fiorfiore in Cucina di aprile... per ora la torta, ma vorrei presto raccontarvelo meglio, perchè a me è piaciuto davvero tanto realizzarlo!!

Ah, che bello venire qui a scrivere... Io già mi sento meglio!

Ecco a voi la ricetta, e qualche fotina in più. Per farmi perdonare? ;-)

Torta a strati cocco e cioccolato
ingredienti per 8-10 persone
Per la base al cacao
4 uova
200 g di farina bianca “00”
200 g di zucchero
240 g di burro
110 g di latte di cocco
25 g di cacao in polvere
8 g di lievito in polvere
Per la copertura
125 g di zucchero a velo
25 g di cacao in polvere
100 g burro molto morbido
Per la farcitura e la decorazione
80 g di cioccolato fondente
40 g di latte di cocco
scaglie di cocco e ovetti per decorare

Scaldare il forno a 170°C. Sbattere le uova con lo zucchero, poi aggiungere il burro fuso e intiepidito e continuare a mescolare bene con le fruste. Aggiungere la farina precedentemente mescolata al cacao e al lievito. Mescolare fino a ottenere un impasto omogeneo.
Dividere il composto in due stampi da 15 cm, imburrati e infarinati, e cuocere per 35-40 minuti. Togliere dal forno, lasciar raffreddare e poi sformare su una gratella.
Quando le basi si sono raffreddate, tagliare con un coltello l’eventuale parte bombata superiore per livellarle.
Nel frattempo preparare la ganache facendo fondere a fuoco dolce il cioccolato fondente tagliato a scaglie in un pentolino dal fondo spesso.
Aggiungere il latte di cocco, mescolare bene fino ad ottenere
un composto omogeneo e togliete dal fuoco. Lasciate intiepidire qualche minuto.
Sistemare su un piatto il primo disco di pasta e versarvi sopra, in due riprese, la ganache al cioccolato. Lasciar rapprendere, poi posizionare sopra al cioccolato il secondo disco di pasta.
Per la copertura, mescolare con lo sbattitore elettrico a bassa velocità tutti gli ingredienti (5 minuti), e usare questo composto per rivestire, con l’aiuto di una spatola, la torta a strati.
Guarnire con le scaglie di cocco disidratato e qualche ovetto confettato e/o di cioccolato.

nota. se volete preparare la torta per tempo, potete fare le basi la sera prima, e potete preparare in anticipo anche la crema al burro, salvo poi tirarla fuori dal frigo almeno una mezz'oretta prima (anche qui le temperature esterne incidono parecchio!) e rilavorarla con una spatola per ammorbidirla prima di usarla per decorare.


Ps. Per eventuale ulteriori "recuoeri" di cioccolato delle uova, stavolta al latte e in una versione più quotidiana e da colazione, rinverdiamo anche questa, di ricetta, ovvero la mia adorata del cake di cioccolato a latte e fior di sale! ;)

Allora eccoci, è venerdì e quasi "agli sgoccioli", ma tutta contenta vi dico Buona Pasqua a tutti!!!
:-*
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...