lunedì 28 settembre 2015

cake buonissimo con farina di riso, di kamut, di cocco e datteri

Oggi ho voglia parlarvi di un dolce buonissimo.
Così buono che ho rubato una macchina fotografica per postarlo.
Era lunedì scorso e stavo facendo colazione.
Senza macchina fotografica, come vi avevo raccontato, e con un cake risultato di uno dei mie colpi di testa della domenica sera.
Sto infatti facendo cambio di stagione di farine :) e volevo finire quella di riso e portarmi un po' avanti con quella di kamut.
Poi avevo un fastidiosissimo rimasuglio di datteri, di quelli che se non ti viene in mente qualcosa di geniale so' spacciati, e un paio di cucchiai di farina di cocco.
Ah, e una confezione di panna aperta, residuo di una messa a punto di dolce al cucchiaio per un altro lavoro di cui spero presto vi parlerò.
Insomma, cose che dovevano diventare cosa? Un cake, ovviamente, ovvero qualcosa di facile da inventare e comodo da fare (e immediato da mangiare! :)).
Ho mescolato le farine e tritato grossolanamente i datteri, e poi ho pensato che dato che per fare il burro si frulla la panna e si ottiene burro più latticello, forse potevo evitare di usare burro e latte e mettere direttamente la prima... Insomma sì, un vero cake, come dire, "residuale".
Faccio, inforno e sforno.
E l'odore era buono.
Ma la mattina dopo, a colazione (appunto, lunedì scorso) è il sapore che mi ha conquistata.
Morbido ma compatto, dalla consistenza sablé quanto basta e dolce di una dolcezza non "aggiunta", non saprei come dire meglio, ma propria del cake stesso.
Insomma per i miei gusti perfetto.
Anzi, perfetto con un ottimo burro spalmato su, e inzuppato nel caffellatte, la mattina.
Quella che vedete infatti è esattamente la mia colazione.
Sì perché per me era così buono (e forse io così tanto in "astinenza da scatto") che io mi sono presentata da Monsieur Patou, e gli ho soffiato la sua Canon, e a questa ho attaccato l'unico obiettivo che mi era rimasto in casa, e quindi ho fatto qualcosa che i professionisti mi caccerebbero, immagino, da tutte le scuole di fotografia del reame, ovvero ho attaccato un 100mm 2,8L Macro (questo qui tanto per capirci, ovvero qualcosa che sta molto molto largo anche alla mia piccolina ora dal medico delle canon) alla più tenera delle canon esistenti (anzi forse manco più tanto esistenti, dato che la 1000d è stata sostituita da un pezzo da non so quale altra entry level, come d'altronde anche la mia 60d dalla 70d, etc...).
Ho pensato che insomma la 1000d "rubata" mi aveva servita fedelmente per anni, prima di acquistrne una mia, che è con lei che ho imparato a fotografare, che è lei che mi ha fatto capire quando dovevo andare avanti, e con lei ho fatto foto per me bellissime, e quindi ecco, meritava il peso e l'ebbrezza, anche solo per una volta, di un obiettivo serie L, e che quindi queste foto "sacrileghe" le avrei proprio dovute fare, tantopiù che 'sto dolce da colazione era buonissimo ed io volevo a tutti i costi fotografarlo.
La sensazione è stata strana. Come tornare indietro nel tempo, come ripercorrere i propri passi.
Strana e bellissima, come per me questa foto che viene dal passato, di questo dolce del presente fatto per svuotare la dispensa ma così buono che ora mi toccherà ricomprare la farina di riso, quella di cocco e e i datteri, mannaggia a te, Vani' ... ;-) !

Ad ogni modo il dolce è facile-facile. E fa così:

Cake ai datteri, con farina di riso, di cocco e di kamut
ingredienti
130 g di farina di riso
20 g di farina di cocco (cocco in scaglie disidratato)
70 g di farina di kamut
80 g di zucchero
140 g di datteri tritati grossolanamente
16 g di lievito (una bustina)
240 g di panna
2 uova

Scaldare il forno a 160 °C.
Setacciare le farine con il lievito, poi unirvi lo zucchero e i datteri e mescolare bene.
Unire la panna mescolando, poi aggiungere le uova.
Amalgamare bene e poi trasferire il composto in uno stampo da cake da 20 o 24 cm di lunghezza imburrato e infarinato, oppure rivestito di carta da forno.
Cuocere per un'oretta abbondante (tra un'ora e un'ora e 15 minuti), verificando la cottura con uno stecchino.
Sfornare e lasciar intiepidire 5 minuti prima di sformare.

16 commenti:

  1. Ciauuuuuuu
    ehm... sto per fare la tua piiiiiiiiiiiiiiccccola composta di pere speziata... e la confettura settembrina di jul's... che tu non hai una confettura con uvaaaa aaaaahhhh!
    comunque pure io sto facendo un cambio stagioni di farine e infatti vedrò, perché mi sa che il kamut non ce l'hhho ma ci mettrò avena... :P :) per i datteri ... che non ho posso mettere uvetta o prugne secche ..... ?
    ieri Festival frutti dimenticati Pennabilli! prima o poi ci devi venire! :)
    volevo dirti_/scriverti un sacco, ma non mi ricordo..... uhm... aaaaaaahhhhhhh vado per noci in sti giurni, che voglio fare il tuooooo paneeee!!!! e nahce dei dolci vari,dato che mo son fresche.... ce se po 'fa pure un pestarello!!! eheheeee...
    io ti scrivo tu rispondi quando vuoi, ok!
    sempre su sti schermi ovviamente.....
    Maaaaaaaaaaaaaaaaaaa..... il tuo primo libro...... si può avere... cioè è riordinabile? eheheeee......
    ahhhhhhh!!!!! una mia amica dalla sicilia mi ha riportato un tocco di pasta di mandorla per fare il latttttttteeeee!!!! e pureeeeeeeee la ricottaaaa seccaaaaaaaa!
    yuppiiiiiiii felice iooooooooooooooooooooooo!
    buona giornata
    Manu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manu bellezza iniziare la giornata e ancor più la settimana con te è uno spettacolo!
      Allora, il mio primo libro lo trovi molto facilmente in praticamente tutte le librerie, Feltrinelli mondadori etc etc (parliamo di Profumo di Biscitti no?). Ma NOTIZIONA, vedo che in questo momento su Amazon è strascontato, del tipo, 8 euri e qualcosa invece che 13, pensa che mi stavo chiedendo se mettere un avvisino qui sul blog, finche dura questo supersconto.. Che ne so, uno che vuole fare dei regali di natale, e pianifica.... Du' biscottini tratti dal libro in una bustina carina, poi li infiocchetta insieme al libro stesso e ecco qua il regalo è fatto.
      Solo che non so per quanto durerà questo sconto speciale quindi forse dovrei scriverlo subito... :D
      Il festival... Sai che ti ho pensata?
      Facciamo che tra un anno non dovrei essere affogata di lavoro come ora (ma se lo sarò sarà cosa buona o magari avrò fatto ordine nella mia vita) e quindi per allora ci sarò, perché l'ideami piace assai!
      Fammi sapere come va con L'avena, in caso farro anche ce lo vedrei bene assai...
      Uvetta Ok prugne anche meglio, ma datteri e cocco è proprio strepitoso... Prima o poi devo provare..
      Baci baci e grazie.
      Il post l'ho scritto all una stanotte esausta, e stavo per mollare, ma poi ho pensato "manu si preoccupa se non vede il post de lunedì.. " ;-) <3

      Elimina
  2. Ma vedi te che fortuna che l'obiettivo che avevi si poteva attaccare alla macchina del Monsieur! :P
    Cmq caspitina che foto, soprattutto che luce!!!! La gestisce benino la luce 'sto trabiccolino preso in prestito, eh? Brava tu come sempre a fare i mischiaticci che poi si rivelano strepitosi!
    'Sta cosa i miei me la rimproverano da taaaanto tempo: "Che hai mangiato Vale?" E io: "Avevo questo ed era rimasto quest'altro..." E loro: "Hai fatto un intruglino dei tuoi????"
    Intruglino...tsk! Però mi vengono sempre buoni gli "intruglini" a me! Che ne sanno loro, vero Rossy!? ;) ahahah :DD buona giornata carissima! :* <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh, Vale cara, non è un caso in effetti, che l'obiettivo si attacchi, nel senso che il 50 mm l'ho comprato che avevo ancora la macchina del Monsieur in uso, e da lì, Canon effetto Saratoga!! ;-)
      Ehssi, gli intruglini, quelli ho ce li hai o non ce li hai, nel DNA... ;-)
      E noi ce li ha.
      Ho visto che mi hai scritto. Leggo bene e ti rispondo. Sono davvero indietro di tutto il mondo.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. E' bello quando dal nulla vengono fuori delizie. Sorprendono e diventano una coccola che ci accompagna durante la giornata, che ci fa ricominciare col piede giusto e la voglia di fare.. che siano foto o semplicemente il mettersi all'opera a lavoro :) Ce la vedo bene con del tè o una bella tazzina di caffè :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola provato anche col tè ed è strepitoso, davvero.. :D

      Elimina
  4. Ma io Rossella ti DOROOOOOOOOOO (ovvero ADOROOOOOOOOOOOOOOOOOO!)
    eh perché volevo rifarlo praticamente subitissimo e nun ce stanno li datteri al momento tra tutta la marea de frutta secca che ho..... eheheee... proverò con il farro e le prugne! ce stanno entrambi!
    grazie per la dritta/libro.... :) hihihiiiii.... certo hai ragionissima che uno poi alla fine si ritrova sempre alle strette e alla corsa all'ultimo minuto con i regali....
    io spero ancora nella sagra della cicerchia a fine ottobre eh.... te la ribatterò a randa! :)
    la mia mamma sta mattina ha tirato fuori dal congelatore lo spezzatino ed io venerdì ho letto la ricettina del manzo alla birra ;) eh?!
    bravaaaaaaaaa che hai scritto... però nun te stancà che mi fai sentire in colpa...
    anche io ti ho pensata ieri... perché il posto è fantastico..
    e comunque io spero di incontrarti prima del prossimo anno.... nooooooooo?
    Manu
    ps: ho capito che il lunedì sei un poco più libera, vero? per scrivere e rispondere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahh, no credo sia un puro caso!
      Oggi sono stata molto in autobus x spostamenti e ho trovato posto seduta ;-)
      Con prugne e farro la vedo perfetta!
      Ci provo, a ottobre, ma fino a natale non ho un giorno che sua uno (a parte un we che sto tentando di salvaguardare x andare a cucinare con un'amica a Paris <3 )
      E insomma vabe. Vai con lo spezzatino, anzi quando hai tempo devi assolutamente provare il bœuf bourguignon (sta nel blog ::), e presto posto anche un arrosto no male :)
      Baciiiiii

      Elimina
  5. aaaaaaaaaaaaaaahhhhh
    t'ho capitaaaaaa!!!!
    cavolo quanto vorrei cucinare assiemeeeeeee!!!!
    eheheheheeee......
    Moh spulcio la ricetta del pane alle nociiiiiiiiiiiiii!!!!
    e mio babbo che è tornato a casa con bohhh tipo 15kg di uvaaaaaaaaa!!!!
    AIUTOOOOOO!!!
    DEVO FARE MARMELLATAAAAAAAAAAA!!!!
    voi direte ma te non fai un cavolo nella vita che scrivi qui solamente e racconti di cuicna e marmellata.... e basta?
    ehm... diciamo che devo ancora trovare una vera e propria quadra e che mi piacerebbe continuare a fare marmellate... ma soprattutto mi piacerebbe avere un orto ed un frutteto che sia mio... con alber su cui arrampicare pr raccogliere e piante da cui staccare ortaggi... buoni e succulenti.... per poter poi condividerle con le persone....
    probabilmente non vi interessa però mi andava di condividere... :)
    vi aggiornerò, così se vi va, oppure anche se non vi va, vi scriverò lo stesso... intanto Rossy grazieeeeee per la ricettaaaaaaaa!!!!
    eheheeee.....
    Manuuu...

    RispondiElimina
  6. bene bene bene....
    il tuo cake è sfornato, bello, dorato profumato.... ahhhhh che gusto... ho fatto farro e prugne come ti dicevo e poi un pochino di uvetta , perché le prugne erano poche... sai che mi è venuto in mente che potevo usare lo zucchero di canna!? mannaggia... tutta la rusticità... sarebbe stata più completa... la prossima volta!
    spezzatino fatto... gnammo gnammo gnammo....
    :) :) :)
    Manu.
    ah! visti i tuoi biscuttin su Amazon, mi sa che frego la pay pal a mio fratello... ognuno rubacchia quello che gli serve! ;)

    RispondiElimina
  7. Buon di...
    si, lo so.. scrivo in orari abbastanza assurdi.. ma ho appena addentato una fetta di questo meraviglioso cake!!!!!
    dovete farlo assolutamente anche con il farro e le prugne perché è davvero buonissimoooooo e se, dico se, per caso in frigo avete la marmellata "prugne e cannella" della nostra cara amica Rossella, che magari vi è avanzata dalla vostra smarmellata, beh direi che va spalmata perché è super super prelibata!
    quando uno dice le coincidenze!
    porca la peppa.. metà è già finitooooooooo!!!!!
    buona giornata!
    Manu.

    RispondiElimina
  8. Ciao mitica Rossi!
    ieri l'ho fatta paro paro sta qua!
    ma i datteri hanno l'ossoooooo!!!!!!!
    aaaaaaaaahhhh! ero arci-stancca, perché mattina pane di segale e crostata per sorella, pomeriggio marmellata di mele cotogne e torta di mele senza glutine per amica di fratello, ma volevo dolcificare anche per casa... avevo comprato quindi i datteri apposta e quando mi son trovata a dover toglier l'osso... aaaaaaaaaaaaaaahhhhhh!
    Però, senti che soddisfazione mangiarlo la mattina....:)
    e poi alla mia mamma piacciono un sacco, quindi....
    sono comunque stata contenta daiiiiiiiii oggi accuso un pochino, però.....
    mo'vedo che fare aspettando il tuo nuovo super post!
    manu manu!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...