giovedì 11 giugno 2015

La meravigliosa liberazione delle non - ricette estive: caprese agli spinaci con pomodori datterini, mozzarella di bufala campana DOP e aceto balsamico di Modena IGP

Bene, è iniziata l'estate e con l'estate tornano le "non ricette".
Mi sono interrogata, ultimamente, su cosa in effetti sia una non ricetta, al di là dell'inconfutabile significato di questo nome, e sono addivenuta ad una definizione.

La non-ricetta non è una ricetta ma un'idea culinaria rappresentabile e descrivibile in un'unica immagine. Non necessita una spiegazione dettagliata se non una completo elenco degli ingredienti (ovviamente modificabili), né le quantità precise di questi ultimi.
Compare in genere su questo blog d'estate e a me piace da matti perché è una specie di "uovo di colombo", la "scoperta dell'acqua calda": è una cosa che "perché non ci avevo pensato prima?", e mi entusiasmo tutta a farla, un po' meno a postarla perché mi sento sempre una mezza deficiente quando la scrivo, che pare davvero una roba banale, ma giuro che a mangiarla banale non è.

Unico accorgimento per la non ricetta: la qualità degli ingredienti.
Migliore è la qualità di questi ultimi, più una sbarbatella come la sottoscritta può occuparsi solo di "accucchiarli" bene tra loro, assemblarli e basta.
Mi vengono in mente gli spaghetti limone capperi e tonno della fine dell'estate scorsa, oppure l'insalata "di Polignano a Mare" dell'estate precedente: ingredienti eccelsi (non per forza solo DOP o IGP, ma anche solo roba buona che viene da una coltivazione sana).

Quindi in sostanza, la ricetta che sto per darvi, è per definizione una "non-ricetta" da manuale!

Provo a scriverla come si deve anche se ci vuole molto di meno a farla che a dirla.

Caprese agli spinaci con pomodori datterini, mozzarella di bufala campana DOP e aceto balsamico di Modena IGP
ingredienti per due
150 g di spinacini
un paio di manciate di pomodori datterini
2 mozzarelle di bufala campana DOP
Aceto balsamico di Modena IGP
olio extravergine d'oliva
sale
pepe

Lavare e mondare gli spinaci, poi porli in una insalatiera con i datterini tagliati a metà (o interi se piace) e le mozzarelle di bufala e qualche fogliolina di basilico.
Condire con olio sale e pepe a piacere, e in ultimo con l'aceto balsamico.

E' deliziosa.

Troppo presto per pensare al pranzo? ;-)

______________________________
Per approfondire sugli ingredienti:

http://www.consorziobalsamico.it
http://www.mozzarelladibufala.org






15 commenti:

  1. Ciao! questa versione della caprese ci piace molto! bravissima, una proposta diversa ma sfiziosa :)

    RispondiElimina
  2. E' davvero STRABUONA.
    E' una di quelle ricette di cui posso affermare di esserne "golosa".

    RispondiElimina
  3. E hai detto poco! Io amo le 'non-ricette', quelle perfette per l'ultimo minuto, che saziano occhi e bocca. E il tutto, come giustamente sottolinei, risulta perfetto con un ingrediente fondamentale: la qualità! Mi piace lo spinacino li in mezzo, ci sta divinamente!

    RispondiElimina
  4. Dicevo giusto l'altro giorno di come sia bella la cucina estiva: è una cucina "in jeans", casual e spensierata, proprio come piace a me! Il mio interlocutore non ha capito la definizione, ma scommetto che tu l'afferri al volo ;-)
    Ti ruberò questa caprese per una delle prossime cene ;-)

    RispondiElimina
  5. Monica e Virginia, azzeccatissime!

    "Divinamente" è una parola perfetta per questa insalata.
    Io ho sempre pensato di essere una non tanto brava con le insalate... Mi pare che il tempo che impiego ad immaginarle sia sempre troppo rispetto a quello che mi occorre per prepararle, però, ultimamente, mi sto sorprendendo!
    Questa sta in cima, in assoluto, alle insalate di sempre.
    (la qualità.... giàggià ;))

    "in jeans" è una definizione geniale. è perfetta per quello che volevo dire. Falla presto, sono sicura che ne rimarrai folgorata come me medesima... Fammi sapere bella mia! :D

    RispondiElimina
  6. ma non so perché ma io in questa caprese intravedo una personcina china sulla busta di spinaci a selezionare ACCCURATAMENTE foglia per foglia quelle più rugose, croccanti, bitorzolute, di tonalità di verde differente di tuuuuutto il mucchio.. foglia per foglia.. eh?

    la cucina "in jeans" mi piace da matti! brava Virginia!

    RispondiElimina
  7. Allooooora, questa scena si è ripetuta per ben due volte: una PREselezione china al bancone del supermercato, ed una seconda para-para come le descrivi tu a casa. Sembra come mi conoscessi di persona! (che poi ogni volta, mi sento una psicopatica ma poi penso a te e che siamo ENTRAMBE normalisssssime! ;)

    RispondiElimina
  8. ahhahhhhh...
    anche io, quando penso di essere PAZZA penso a te e mi sento già molto più normale, sai???
    :-*

    RispondiElimina
  9. ahhahhhhh...
    anche io, quando penso di essere PAZZA penso a te e mi sento già molto più normale, sai???
    :-*

    RispondiElimina
  10. ahahahhaha, ahahahha... lo scambio di commenti più bello della terra!!!
    (uhm, mi sa che dovevo scrivere "sembra che tu mi conosca", e non "conoscessi", che me piglia? sarà il caldo??? sarà la follia in condivisione??? :-*)

    RispondiElimina
  11. Propongo un'altra definizione di non-ricetta, se posso permettermi: cosa mangerei io stasera ;)
    Ross cara, ti adoro. Anche se ora ho una voglia matta di mozzarella buona-buona, di cui il mio frigo è al momento decisamente sprovvisto.

    Buona serata, è sempre bello quando passo di qui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Agnese.
      Ti assicuro che è davvero bello per me averti qui.
      Vedo il tuo nome nelle mail di notifica dei commenti e già sono contenta e me ne vengo subito di corsa qui sul blog a leggere con calma. Ogni volta c'è un valore aggiunto.
      Grazie e concordo sulla definizione, perché vale anche per me! ;-)

      Elimina
  12. si anche io adoro le ricette non ricette, quelle per cui non servono descrizioni puntigliose ma solo la voglia di mangiare in leggerezza e con gusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucy graaaazie!!!!
      Sono ricette leggere anche "di testa", estive in questo senso, anche... Cone dici tu, senza puntigli e al tempo stesso piene di cura.
      Si preannuncia una stagione interessante! ;-)
      Buona giornata cara...

      Elimina
  13. Credevo di avertelo detto e invece no... Queste foto sono bellissime. raccontano l'estate, la penombra delle cucine quando si tengono abbassate le tapparelle per limitare il caldo. Ci vedo una donna con un vestito di garza di lino, ci vedo un bicchiere di acqua fredda tutto pieno di brina per il contrasto... Queste foto sono poesia. <3

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...