venerdì 12 settembre 2014

patè di granchio al lime e paprika e buon finesettimana!

Dicevamo giusto nell'ultimo post che in questo periodo dell'anno la voglia dei cibi-coccola si mescola a quella degli aperitivi?
Bene.
Allora dato che mercoledì il cibo era giusto una coccola, quello di oggi sarà giusto un aperitivo!
E siccome la scorsa settimana mi ero impuntata su una ricetta vista nel numero di settembre di Jamie Magazine Italia, fino a che non la preparavo non ero contenta, e nonostante fino a ieri non fossi riuscita a trovare l'ingrediente principale (la polpa di granchio), non volevo arrendermi all'idea di augurarvi un buon finesettimana a base di aperitivi sfiziosi e tutto sommato ancora non troppa cucina.
Ora, lo ieri di qua sopra sarebbe l'oggi di mentre scrivo, e l'oggi di quando leggerete sarebbe ieri, cioè ieri sera.
Giusto una manciata di ore, perché è notte e il suddetto patè è stato appena cucinato e schiaffato in frigo, con la speranza domattina di strappare una foto alla luce del previsto temporale su Roma e alla fin fine riuscire a postare.
Io intanto scrivo, e sull'assaggio, beh, facciamo che vi fidate (anche se la ricetta è stata un po' rivista alla me), perché io non credo che domattina alle 7.00 riuscirò a mettere sotto ai denti qualcosa che sia diverso ad una fetta del vaniglia-pane integrale tostato, con burro e sciroppo d'acero e la quotidiana "pinta" di latte e caffè...




Nel caso quindi sia riuscita a fotografare, ecco la ricetta, per un vasetto da 200 g (scarsi) di patè.

ingredienti
40 g di burro (+ 10 g per sigillare il barattolino)
succo e scorza di un piccolo lime
120 g di polpa di granchio già cotta (peso netto e scolato)
noce moscata
pepe
paprika
sale

Far sciogliere in un pentolino il burro, poi aggiungervi il succo e la scorza del limone.
Quando poi avrà raggiunto la temperatura ambiente, aggiungere la polpa di granchio, la noce moscata, il pepe e la parika.
Tritare il tutto un poco col il frullatore ad immersione.
Assaggiare e se è il caso aggiustare di sale (e di lime e/o noce moscata, ma io non faccio testo perché adoro entrambi).
Versare nel barattolino e sigillare con il restante burro fuso a coprire la superficie superiore del patè.



Dicevamo?

Buon finesettimana a tutti! ;)

7 commenti:

  1. Bellissimo: un aperitivo che io vedo avere anche l'aria di coccola...quella tinta tenue di arancio granchio fa tanto piacevole relax estivo a tratti chic, ho fuso il tutto, non sarà sbagliato?
    Abbraccio a te e buon fine settimana.
    Lys

    RispondiElimina
  2. sarà perfetto. e tu mi leggi nel pensiero (e nel cuore? ;))

    RispondiElimina
  3. Ti rendi conto vero, che sforni patè dopo aver mangiato una pizza surgelata??? Ma dico io, sei irrimediabilmente pazza. Oh, lo so bene. Preparati, che spero di arrivare a dicembre a Roma. <3

    RispondiElimina
  4. Ciao! fichissima questa ricetta! per crostini o anche da gustare così sembra deliziosa!

    RispondiElimina
  5. Ma che bontà!!! E a quante vedo anche la foto sei riuscita a mettere ^^

    RispondiElimina
  6. Sto sfogliando (come spesso) le tue blog ricette e mi sto chiedendo com'è che non ho pubblicato un commento sul granchietto qui proposto?!! Incredibile dato il mio amore per la bestiaccia tanto buona per non parlare poi dell'abbinamento col lime e dell'aperitivo che è la sua morte. Ahhhh, mi sento meglio dopo essermi sfogata :-) Tanti baci!

    RispondiElimina
  7. Quanto mi fai ridere... Ma tanto tanto tanto! (oltre che compagnia, le domeniche pomeriggio in cui ho sonno e invece mi tocca scrivere e/o spignattare e/o fotografare... ;) :* )

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...