venerdì 20 giugno 2014

Anelli di cipolla fritta al latticello, fioretto di granoturco e paprika: cibo da mondiali...

Anelli di cipolla fritta al latticello, fioretto di granoturco e paprika

Mi sa che ci sto prendendo gusto, con questo giochino del cibo adatto ai mondiali…
Che poi non è altro che cibo da serate estive, da aperitivo, da finger food e da cene disimpegnate magari in veranda.
Solo che dargli un nome specifico, in questo momento, mi piace perché "mi costringe" a darmi un appuntamento con un tema, e magari per tutte le partite di girone (per la prima no, per la prima valeva la partita inaugurale! ;-P), provo a postare qualcosina…. E poi vabbè, oggi è il compleanno di mia sorella e il 24, data della prossima partita dell'Italia è quello di mia mamma, quindi insomma, di motivi per postare ne ho! ;)
La ricetta di questi anelli, che Monsieur Patou definisce per il loro aspetto "i calamari dei poveri" viene, con qualche piccolo aggiustamento da parte mia, dal primo numero della versione italiana del magazine di Jamie Oliver, e mi piacciono per la paprika, che io adoro nei fritti, e per il colore giallo che viene dal fioretto di granoturco, ma soprattutto per la "pastella" fatta semplicemente di latticello.




Se non avete a portata di mano uno di quei negozi bio ben forniti, potete anche farlo da soli semplicemente partendo dalla panna e "dividendola" in burro e latticello in questo modo.
Io ho usato in questo caso un latticello non homemede perché quello che trovo io è leggermente più denso di quello che faccio da me, e quindi volevo qualcosa che favorisse l'ispessimento degli anelli di cipolla.

Anelli di cipolla fritta al latticello, fioretto di granoturco e paprika

ingredienti per 2-3 persone
3 cipolle bianche
200 ml di latticello
200 g di fioretto di granoturco
2 cucchiaini di paprika dolce in polvere
sale
olio di semi di girasole

La sera prima, affettare le cipolle a 3 cm di spessore, sciacquarle delicatamente e ripetutamente in acqua fredda, poi disporle ad anelli in un unico strato sulla carta da cucina  e farle riposare per tutta la notte in frigo in modo che si asciughino un po'*.
Il giorno successivo mettere il latticello e la farina insaporita con la paprika e il sale rispettivamente in due piatti fondi, poi passare gli anelli di cipolla prima nel latticello e poi nella farina.
friggere nell'olio bollente fino a che sono belli dorati.
Scolare e disporre su un piatto su carta da cucina per assorbire eventuale olio in eccesso, aggiustare di sale esercire immediatamente.

Buona partita a tutti!!! :D

*il fatto che la frittura sia risultata molto leggera e le cipolle digeribilissime credo sia dipeso da questo passaggio, che consiglio a tutti di non evitare.

10 commenti:

  1. Mi piace la definizione "calamari dei poveri"! E in effetti quando ero piccola e inesperta a volte scambiavo gli anelli di cipolla fritti per calamari... Non ti dico la delusione, visto che allora non amavo per niente la cipolla! Ora la mangio anche cruda, di strada ne ho fatta...
    Buon finesettimana!
    V

    RispondiElimina
  2. che roba fighetta!!!!! :) ma quanto mi piacciono?
    ciao Ross, scusa la latitanza, ma i seguo sempre e comunque :)

    RispondiElimina
  3. mi piace la definizione "cibo da mondiali"!
    Io quando le ho fatte le ho lasciate un oretta in acqua fredda, perdono un po' del loro sapore troppo forte, l'idea della paprika nella pastella deve essere una libidine, ottima idea!!!
    Sara

    RispondiElimina
  4. Io li porterei anche come bracciali, per quanto mi piacciono... :D

    RispondiElimina
  5. *Virginia: una strada che percorriamo entrambe, quella dell'amore per le cipolle.. ;)

    *babs, come dicevo anche da te, una criptolatitanza anche la mia, dato che sei nella mia top clic giornaliera... ;)

    *Sara mi hai ricordato di aggiungere l'abbondante risciacquo prima del riposo serale in frigo, grazie! :)

    *francesca, ma com'è che quello che scrivi è tutto bello anche se un semplice commento? :)
    Bacini e buon finesettimana balla mia

    RispondiElimina
  6. Che belli e che buoni devono essere questi anelli! Penso che avrei serie difficoltà ad impormi un limite, se li avessi anche ora davanti...
    Stavo pensando che se li provo ci metto la paprika affumicata, per un tocco in più.
    Buon weekend
    Giulia

    RispondiElimina
  7. Sì puoi mettere quello che hai, o quello che vuoi, vedrai verranno bene!

    RispondiElimina
  8. ottimi anelli e giusta consolazione se la squadra del cuore non ce la fa......

    RispondiElimina
  9. ottimi anelli e giusta consolazione se la squadra del cuore non ce la fa......

    RispondiElimina
  10. ebbene non ce l'abbiamo fatta ma questa sarebbe stata una vera consolazione, un comfort food per eccellenza.io li adoro!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...