lunedì 13 gennaio 2014

qualcosa di semplice per ricominciare: il ciambellone perfetto

Impiego sempre un po' a riprendere.
A riacchiappare quel mio ritmo intenso, appassionato e noncurante, distratto e concentrato, troppo preciso quando mi incaponisco e arronzone quando sono benevola con me stessa e ingorda di cose da fare. Così veloce che faccio una cosa e penso a quella dopo, e poi faccio quella dopo e vorrei migliorare quella prima, e poi ancora mi viene in mente altro, e mentre faccio altro so che c'è comunque e sempre ancora altro e meglio da fare.
E poi quando sono lì, su quel treno, il ritmo lo prendo e lo tengo.
So come si fa a respirare in velocità.
So stringere i denti.
Per passione.
Che quasi non mi accorgo che mi sto anche un po' consumando.
Poi però appena mollo, appena convinco il mio corpo (ma soprattutto la mia testa) a fermarsi (e ci metto un po' a farlo) mi rendo conto di quanto è stata dura, e di quanto lo è, e a quel punto mi piace riprendere contatto con le cose, mi stupisco di quanto sia incredibilmente semplice e raro, di quanto siano preziosi una passeggiata nella nebbia al freddo in mezzo alle vigne, un dolce lievitato lentissimamente, un libro, un pensiero da inseguire, qualcosa su cui poter divagare, le costruzioni di legno di mia nipote, lo starsene appollaiata sul divano e tutta infagottata in una coperta a fare colazione, piano piano, la mattina d'inverno, a respirare distrattamente l'odore di caffè nell'aria calda della casa, con la luce ormai alta che entra dalle finestre, e pensare ad un certo punto "per domani faccio una cosa semplice", immaginando di cucinare solo quello che hai voglia di mangiare in un momento così, un momento perfetto, di cui poter assaporare tutto, anche il rumore del sottovuoto che va via aprendo un barattolo di marmellata di fragole fatta in casa e che contiene tutto il sapore dell'estate scorsa e di quella che verrà, e che accompagnerà il resto.



Per un momento così non serve nulla, non serve il fior di sale, non serve il cioccolato, non serve la frutta secca, non serve nessun ingrediente segreto della blogger.
Per un momento così servono solo quegli ingredienti che hai nella memoria (anche gustativa) fin dal primo giorno in cui hai preso in mano un cucchiaio di legno insistendo per aiutare la mamma a cucinarlo, il ciambellone perfetto, quello di cui riconosceresti il sapore tra mille, da cotto ma soprattutto da crudo, che facevi a gara con tua sorella a leccare il cucchiaio una volta trasferito l'impasto nella teglia, mentre la cucina prendeva l'odore di casa e la casa quello della cucina…

Il ciambellone lo conoscete già, ma dato che questo blog è disordinato appassionato e distratto come la sottoscritta (giuro per il 2014 farò ordine nel disastrato incompleto indice delle ricette!!!), ve lo rimetto, con una impercettibile modifica.


ciambellone
ingredienti
450 gr farina 00
3 uova
200 gr zucchero semolato
120 gr burro morbido
1 bicchiere (e "quasi mezzo"*) di latte
1 bustina di lievito

Lavorare uova e zucchero sbattendole leggermente con la frusta, poi unire il burro morbido, la farina e lievito, alla fine il latte.
Trasferire l'impasto in un teglia da 28 cm di diametro, imburrata e infarinata, rigorosamente a ciambella.

In forno a 180 C per 40'.

*questa è la variante di cui vi parlavo: così a guardare l'impasto (e a conoscermi), ho aggiunto un po' di latte, giusto per ammorbidire ancora un po' il tutto, che è sempre strabuono e stra-inzuppabile come la prima volta, ma giusto un tantino più "Vaniglioso" ;)


Questa torta semplice e immediata, cucinata e fotografata con la testa altrove durante le vacanze natalizie appena trascorse, sono il mio personale augurio a tutti voi per l'anno che verrà, perché sia pieno di sogni e di idee, di luce, di fascino, di ritmo, di sapori, e affinché il sapore più semplice, o il più antico, sia sempre in grado di sorprendervi.

35 commenti:

  1. I sapori semplici, quelli che ci ricordano la nostra infanzia, hanno sempre un grande potere su di noi. Anche se abbiamo milioni di cose da fare e pensiamo di non farcela, una fetta del dolce di sempre ci fa dimenticare per un attimo tutta la frenesia e ci fa stare bene :-)
    Bentornata Ross! :*
    V

    RispondiElimina
  2. Oh, Ross, oh.
    A volte mi chiedono come mi vedo da adulta, e io non so rispondere. Poi vengo qui, ti leggo, e penso "caspita, se continuo così da grande potrei essere come lei".
    E infornare ciambelloni perfettamente semplici, godendone fino all'ultima briciola.

    Un bacione. (:

    RispondiElimina
  3. Bentornata cara Vaniglia!
    ... il potere delle cose semplici... quelle fette di ciambellone davvero sfiorano la perfezione!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  4. Buongiorno pupe!!!!!!!
    Che bello ritrovarvi... :)
    (Agnese allora un giorno, da grandi, potremmo incontrarci... ;))

    RispondiElimina
  5. Il tuo ciambellone perfetto che sa di casa e cose semplici e il dolce preferito per colazione da mio marito, e piace tanto anche a me perché mi fa tornare bimba quando con mia mamma preparavo il "prestifatto" quanto dolci ricordi hai evocato con questo post.
    Ti auguro il meglio per il 2014
    Baci
    Enrica

    RispondiElimina
  6. ciao Ross, buon 2014 e che un anno Slow perché di Slow non ci deve essere solo il cibo :-)
    Il tuo pensiero lo accolgo e lo condivido.
    Invece il ciambellone è davvero da colazione (anche se l'ho fatta da poco...)
    bacioni

    RispondiElimina
  7. Finalmente eccotiiiiii!!!! :-********
    Ma quanto (mi) (ci) sei mancata!?!?!?
    Bentornata allora e grazie perché io il ciambellone perfetto lo cerco da tempo ché ormai da anni non ho più nonna che lo fa (e lo faceva sempre a occhio!) e quello sì che era perfetto... :')
    Insomma il lunedì non poteva iniziare meglio di così, ecco! :)))

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Bentornata.
    La semplicità ha il pregio di essere quello che è:vera e sincera. Come te.

    RispondiElimina
  10. Il potere di un ciambellone. Qualunque cosa accada, è sempre il dolce giusto. ben tornata cara vaniglia.

    RispondiElimina
  11. bentornata rossella :)
    che bello il ciambellone "cosi' com'e'", senza frizzi ne' lazzi. magari aiutera' anche me a ripartire. non cucino dolci da troppo trooooppo tempo. i bimbi, le cose, la vita, mi risucchiano e faccio una fatica immane (pero' il tuo libro l'ho catturato, e sta li' sul mio comodino, in attesa di essere inaugurato)
    xxx

    RispondiElimina
  12. Quando il ciambellone "fiorisce" così, allora è veramente perfetto!
    Buon inizio!

    RispondiElimina
  13. Il tuo carattere, il tuo modo di affrontare la vita per me è un grande esempio. Ho rallentato anch'io nelle scorse settimane e dal nulla è emersa la voglia di normalità, delle piccole cose del quotidiano. Come il tuo ciambellone... un abbraccio pieno di voglia di riabbracciarti per davvero! :)

    RispondiElimina
  14. lo avevi gia fatto notare....scusa
    vania

    RispondiElimina
  15. I dolce semplici da colazione, che profumano di casa e di bei ricordi sono per me un'attrazione unica. Nel tentativo di ritrovare il gusto della ciambella che preparava mia nonna ad occhio senza pesare nulla.
    Quindi credo che proverò al più presto anche questo. Ho due domandine, dimensione della teglia e per burro morbido intendi sciolto a bagno maria o solo fuori frigo?

    RispondiElimina
  16. uh che bello davvero ragazze rivedervi, risentirvi, ma mi siete mancate tanto anche voi!!!!!! :D

    *enrica: "prestifatto", è una parola bellissima,s ebra quasi uscita da una formula magica di Harry Potter! ;)

    *Roberta: mi piaccio quando riesco a richiamarmi all'ordine (quello naturale... ;)): e per quanto riguarda il commento di un paio di post fa (ero così distrutta che non ce l'ho fatta, allora, a rispondere, anche se mi andava proprio di risponderti, quindi eccomi qui.... allora: i parametri non me liricordo ma diaframma abbastanza aperto, alta sensibilità e tempi 1/80 di secondo.
    Ho scattato tutto io tranne quelle in cui sono dentro, con la macchina "presettata" facendo un paio di scatti di prova in quell'angolazione e poi passata alla mia amica Aida che mi ha fatto da vice! ;)
    Luce artificiale, sì, di quelle difficili delle cucine, e zero cavalletto (anche perchè tra l'altro il mio stava a fabriano... ;))
    Che bello ritrovarti cara.

    *Valentina: anche tu mi sei mancata tanto, che bello ritrovarti, che bello!

    *Ross, tu mi fai sempre emozionare. Un abbraccio forte.

    *clara, sìììì, ciambellone-power! ;)

    *Elena, sì, prenditi il tuo tempo. Io ne ho avuto bisogno.
    Anche la scorsa settimana, quando tutti mi chiedevano che fine hai fatto, perchè non posti... Io avevo bisogno di aspettare un po'. Che ripartire venisse da dentro.
    E appena ne avrai voglia, fallo, questo ciambellone veloce e quasi misurato ad occhio. Io so che ti piacerà.

    *isabella: oddìo cara pure tu, pure voi. partire è sempre bello per poi poter tornare..

    *lucia: sììììì. E mia nipote, che lo ha assaggiato, diceva "zia, è veramente delizioso!" (mi sciolgo)

    *marina: cara. ti giuro. mentre mettevo la primissima foto pensavo a te. a te!!!! vediamoci presto, ci vedremo presto, lo so. Grazie. Un abbraccio forte.

    *vania: ??????

    RispondiElimina
  17. *elenuccia: allora, come dice la ricetta, la dimensione della teglia deve essere 28 cm di diametro, a ciambella.
    Se è qualcosa di più non succede nulla, se è di meno ma ha i bordi alti, lo stesso. Il burro morbido. cioè fuori frigo. In genere scrivo fuso a bagnomaria per l'altro caso... ;)
    fammi sapere eh?

    RispondiElimina
  18. Bentornata di cuore Ross, ottimo anno a te =), un abbraccio, Lys

    RispondiElimina
  19. Questa è proprio la ricetta del momento perfetto ^^

    RispondiElimina
  20. Mi sa che da ora in poi sempre di più questo sarà il genere di dolce che potrò permettermi. E sulla semplicità, dico che è la parola d'ordine che dovrebbe accompagnare la mia vita.
    Ciambellone forever!
    Un bacio Rossella carissima.
    PAt

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PAt, io mi gaso sempre quando trovo i tuoi commenti. Non so come dire. Per il semplice fatto di vedere il tuo viso sorridente nell'iconcina ip già sto bene :)
      Un abbraccio forte. A presto!

      Elimina
  21. Io non riesco ad immaginare niente di meglio che il tuo ciambellone perfetto per ricominciare.
    Ben ritrovata Ross e buon 2014,
    Caro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carolina, tesoro, bentrovata a te, e che sia davvero speciale, il tuo...

      Elimina
  22. altro che perfetto, adoro le ciambelle e questa è davvero super nella sua semplicità

    RispondiElimina
  23. Welcome back cara Rossella, molto bello ritrovarti con queste tue parole e con questo ciambellone tenero, tenero. Un bacio,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Donatella... Pensa se riusciamo a vederci presto... In quel di Parigi. Con la Barbara! ;-)

      Elimina
  24. Passo sempre qui, poche volte commento, ma l'unica cosa che non cambia mai è la sensazione che provo ogni volta. Ogni tua parola la sento così vicina a me..ed è così bello leggerti.
    Il ciambellone? io lo adoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ileana, grazie per questo prezioso commento.
      Sapere che ci sei, proprio in questo post di "rientro", è davvero bello per me!

      Elimina
  25. *Arianna, *Kiara, ma infatti chi lo ha detto che non tutte le ciambelle riescono col buco? ;)

    RispondiElimina
  26. Cercavo la ricetta per un ciambellone soffice, semplice, a prova di sorella che non sa proprio cucinare ma ci vuole provare...il tuo é perfetto, e domani me lo faró anch'io! La semplicità é il vero "segreto della blogger"! Grazie

    RispondiElimina
  27. Io ci sto mettendo molto a riprendere...ed è un po' perchè ho voglia di leggere e ascoltare piu di scrivere e parlare. ed un po' perchè non so bene dove sia il bandolo della matassa. ma tornerò, non appena lo trovo. intanto, mi godo le tue parole, le tue immagini splendide, e il conforto di una fetta di ciambellone. un grande abbraccio <3

    RispondiElimina
  28. Bellissimo, provo subito a farlo. Mi perdo spesso in cose complicate dai sapori stranieri. E' bello sperimentare ma è anche bello tornare alla base.

    Complimenti per il blog!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...