venerdì 13 settembre 2013

Tarte semi-integrale con pomodori, mozzarella e mandorle

Che, pensavate che avevamo finito?
Coi pomodori, intendo.
Perché se di "fissa" si tratta non è che ce la possiamo cavare con un post solo (anzi due, perché lunedì scorso, sì abbiamo parlato di mare e di onde e di vento e di paesaggi, ma in qualla insalatina lì, insieme a tanti altri ingredienti buoni cosa c'era se non una bella dose estiva di pomodori??? ;-P).
Quindi oggi sempre pomodori, e sempre sotto forma di qualcosa di molto classico, qui in casa Vaniglia.
Una tarte che come contenitore potrebbe sembrare molto francese, mentre come contenuto è estremamente italiana ;)
Pomodori e mozzarella infatti, insieme alle mandorle. A piacere anche un po' di rucola se volete davvero rivendicare l'italianità del piatto.
Anzi, già che ci siamo, datemi un parere sulle foto, dato che io mi sono come al solito consumata nella scelta.
A prescindere dalla messa a fuoco infatti (sì, dai, chiudete un occhio ;)), quale preferite tra le due? Io ne avevo messa una che sono sicura non è quella che avreste scelto voi, però vorrei confermare questa mia sensazione con i vostri commenti, facciamo un toto-foto, mi va di sapere a voi cosa piace e magari perché.
Infondo le foto variano di poco, a voi la parola, voi quale avreste scelto?
Come gusto, manco a dirlo, sono buone tutte e due!

Ovviamente questa tarte salata è un augurio per un meraviglioso week end, che se il tempo ci assiste magari si può fare anche un picnic e questa si affetta e trasporta (e mangia) che è una meraviglia, lì, all'aperto.... ;)



Tarte semi-integrale con pomodori, mozzarella e mandorle
ingredienti per la pasta
100 g di farina 0
100 g di farina integrale
100 g di burro morbido
4 cucchiai di acqua fredda
1 pizzico abbondante di sale grosso
ingredienti per la farcitura
4 pomodori
2 mozzarelle da 125 g ciascuna*
una grossa manciata di rucola
uno o due rametti di basilico
3 cucchiai di farina di mandorle
2 cucchiai di mandorle a lamelle
olio, sale e pepe, origano secco

Mescolare le farine con il sale, aggiungere il burro a pezzetti e mescolare con la punta delle dita.
Aggiungere l’acqua fredda a filo e mescolare velocemente, formando una palla liscia ed omogenea.
Stendere l’impasto a circa 4 mm di spessore e foderarvi una teglia o una tortiera diametro 28 cm rivestita di carta da forno. Bucherellare, cospargere di farina di mandorle e cuocere in forno già caldo, a 180 °C, per 10 minuti.
Nel frattempo lavare i pomodori e tagliarli a fette.
Strizzare benissimo le mozzarelle e tagliarle a fette.
Una volta cotto e leggermente intiepidito il guscio, disporvi, alternandole, le fette di pomodoro e quelle di mozzarella, condire con sale, pepe, poco olio extravergine d’oliva e cospargere di mandorle a lamelle ed origano secco.
Cuocere ancora una mezz’ora abbondante o finchè la mozzarella non si è asciugata bene e dorata.
Condire la rucola con olio e poco sale e metterla, insieme a qualche foglia di basilico, sulla tarte una volta sfornata prima di servire.
E’ buona calda, tiepida, addirittura fredda!

*o anche meglio mozzarella da pizza, meno acquosa



25 commenti:

  1. Buongiorno Ross! bella bella bella questa tart qui! pensare che io sono invasa dai pomodori dell'orto di mia nonna e mia suocera (buonissimi!) e non so mai che farci...ora questa ricetta me la salvo e la appendo sul frigo :))
    p.s. io avrei scelto la prima foto, belle sono belle tutte e due, però la prima ha un 'sapore' ancora più rustico che mi fa impazzire! Buon week end

    RispondiElimina
  2. alééééééé!!! è quella che piace a me! ;) Ha un messa a fuoco un po' "avanzata", ma ha anche un'atmosfera che a me piace tanto! Buona giornata, e buon finesettimana a base di pomodori, allora!

    RispondiElimina
  3. che bontà! da fare con gli ultimi pomodori dell'orto.
    ps: preferisco la seconda. :)

    http://littlemissbook.blogspot.it

    RispondiElimina
  4. Allora i latticini sono off-limits da tanti tanti anni (ormai non ricordo nemmeno più il sapore, ricordo solo il fatto che mi piacevano) e a dire il vero non ne sento quasi mai la mancanza, però ... quando si tratta di mozzarella, soprattutto di bufala, messa a sciogliere in forno ... mi viene quasi da piangere!!! E poi se la cucini così!!!!!!!! Ad ogni modo per me la foto che vince è la prima, sai sono un po' minimalista nell'animo! :)
    A presto e buona giornata.

    RispondiElimina
  5. Pur amando il verde, preferisco la prima... in cui il rosso spicca meglio a contatto con il beige molto "campagnolo" (siamo proprio in mood!)e i pomodori si vedono in tutta la loro bellezza...
    (eh sì, i pomodori sono belli, dei gran fighi)
    Ciao Ross, meno due! ;-)

    RispondiElimina
  6. Tesoro, la prima che mi ha colpito è stata la seconda, perchè il verde mi cattura sempre! Ma onestamente non saprei quale scegliere perchè a ben guardare la prima.. attira un sacco per la sua rusticità! Quindi.. hai fatto bene a metterle entrambe!! :D Deliziosa la tua ricettina, un bacione e un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. Ciao Rossella anch'io voto la prima ;)) arrivo tardi lo so... ma quanto a fisse io in questo periodo infilerei nei barattoli qualunque cosa, conserverei, conserverei e conserverei... chissà vorra dire qualcosa? Se c'è uno psicanalista fra voi... Ciao

    RispondiElimina
  8. La seconda
    Sa di case di campagna, di ultime giornate di sole, di risate e di luce
    Grande Ross
    F

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. ross, la prima foto mi ricorda tanto le atmosfere alla Jamie, adoro, adoro!!!

    RispondiElimina
  11. La prima, la prima!Anch'io adoro la messa a fuoco sui toni rustici del pomodoro! E poi la prima foto è come dire da we e il verde lo rimediamo in campagna, no?La prima, la prima è da domenica!E' perfetta ross, un motivo in più per un conto alla rovescia! -2!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Bene bene bene. Devo fare i toto-foto un po' più spesso da queste parti... Così almeno mi passano le paranoie del tipo "avrò scelto beneeeee?". Grazie x i vostri pareri, mi piace sentire cosa ne pensate!

    *Laura: Sììì!!!!

    *Vale: matta ;) :*

    RispondiElimina
  13. Questa ricetta salata è...è stuzzicante, lo dovrò provare!
    Intanto ti lascio una piccola sorpresa!
    http://dolceamaradeliziosa.wordpress.com/2013/09/13/the-versatile-blogger-award/

    RispondiElimina
  14. Dovrei provarla una tarte salata che, tra l'altro, è un'idea di pranzo fuori casa che mi piace parecchio!
    Sai che sono molto combattuta? Io ti rilancio una via di mezzo: si al coltello e no alla rucola..
    Comunque anche io sono sempre indecisa con le foto e a volte, per questo motivo, ne metto anche troppe..
    Buon weekend!
    V

    RispondiElimina
  15. ecco.. e io oggi in questa giornata delirante mi stavo perdendo questo post della mia Ross???? eh no eh!
    allora, tra le due preferisco anche io la prima foto, più franco francese via.. (però la rucola su sta tortina ce la vedo alla grandissima a livello proprio di gusto...) un bacino!

    RispondiElimina
  16. Italianissima, è vero! E non posso far altro che approvarla a pieni voti!

    RispondiElimina
  17. Virginia, vero. È l'unica versione che non ho (avevo x esempio sì rucola e no coltello... ;)). L'unica cosa, così assoluta e rustica con quella bacchetta d'argento dietro... Certo che avremmo dovuto vederla. Così solo immaginandola non si può mai dire... Prossimo post 24 foto. Lo chiamo "trova la differenza"! ;-)

    Barbara, ho per caso sentito la parola "delirio"? (disse seduta di traverso su una panchina di marmo della stazione di Trento). Ora vengo da te, va'... ;)
    Sì. Ci sta bene-bene. Ma anche senza ti giuro è buonissima. Sai che ti dico? Con la rucola è "da giorno", senza è "serale".... ;)

    RispondiElimina
  18. Gli ultimi pomodori della stagione, ma accompagnati da filante mozzarella. fresca rucola e croccanti mandorle...davvero un'ottima pensata per utilizzarli!
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, diciamo una settimana in onore del rosso, come piace a me! :)

      Elimina
  19. Preferisco la seconda perché la rucola rende questa torta ancora più invitante!

    Ti dico solo che amo farina integrale e frutta secca pertanto questa me la papperei proprio tutta...

    Ciao
    Silvia

    RispondiElimina
  20. Cara Vaniglia, la tua "tarte" qui è fantastica! Quando ho visto la prima foto ho detto(con tipico accento romano): "Boooooonaaaaaa!" poi ho visto la seconda foto e ho pensato: "Bellissima ma troppo sofisticata per tanta rustichezza!" ;)
    Però volevo anche chiederti... ma dello spicchio d'aglio che hai messo negli ingrediente, che ne hai fatto???
    Forse va strofinato sul guscio cotto a mo' di bruschetta prima di riempirlo? O serve per insaporire un po' i pomodori prima di inserirli? O deve solo star lì a tenerti compagnia??? XD
    Perché, guarda, che io ho riletto 3 volte tutta la procedura cercando disperatamente questo aglietto che s'era nascosto! Ahahaha :D
    Un caro saluto e avanti tutta di pomodorooooooo!

    P.S. Brava come sempre!

    RispondiElimina
  21. Ciao Rossella, che acquolina questa torta salata, davvero! Brava! Che ne diresti di passare da me per partecipare al Link Party "Back to Autumn" su Fragola e Cannella?
    Mi farebbe proprio piacere!
    Un abbraccio
    Nina

    RispondiElimina
  22. Valentina: hai ragione. L'aglio non ci dovrebbe essere. Mo' lo tolgo! ;)
    O meglio, è abbastanza secondo i gusti:se vuoi metterlo, lo tagli finofinofinio e lo usi per insaporire i pomodori, una volta fettati, magari con poco olio... ;)

    RispondiElimina
  23. oddio non saprei proprio quale scegliere.. a colpo d'occhio mi ha colpito di più la seconda... ma soprattutto non vedo l'ora di provare la ricetta ..ho già l'acquolina in bocca.. !!bravissima come sempre !

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...