lunedì 23 settembre 2013

il lunedì delle amiche: backstage.

foto di Francesca @La gatta col piatto che scotta
Settembre, che mese intenso.
Di quelli che non solo ti sembra di non avere né tempo né fiato, ma in cui questi tempo e fiato ti ritrovi a non averli stando in disparate parti d'Italia.
La settimana scorsa ero a Milano. A fare la food blogger.
Subito dopo a Trento, a fare l'architetto.
Ora che scrivo invece sono in Sicilia, e sono quasi le tre di notte.
Però domani (cioè oggi, per voi che leggete) io avrei un appuntamento, uno di quelli ai quali ci siamo abituati, nel tempo, in un certo qual senso (io più che mai, io e la mia dannata romanticheria).
Si tratta della rubrica "I lunedì delle amiche", in cui nel corso degli ultimi mesi, ormai un paio d'anni, a volte la mia cucina attinge da quelle di alcune amiche blogger davvero speciali, per "rubare loro" una ricetta, cucinarla e proporla nel blog e farci due parole sopra... il che è sfacciatamente una scusa per chiacchierare con voi un po' di loro ;-))...

E in questo caso, ovvero in questo lunedì in particolare e in questo mese veloce e furioso in particolare, l'appuntamento con "I lunedì delle amiche" non tratta nessuna ricetta, se non quella di un "salvataggio al volo" da parte loro, delle mie tre amiche blogger romane.
Viste da fuori sembravamo una specie di Piccole Donne.
Piccole donne sì, ma direi tutte e quattro piuttosto energiche.
E generose. E luminose (sì, vabbè, mi ci sto mettendo dentro anche io.. che, sto a butta' in caciara? ;)).

foto di Barbara @Pane&Burro



Loro, ovvero Laura, Francesca e Barbara, sono state appena una settimana fa la mia personale squadra di pronto intervento.
Di quelle da pit stop di gran calibro: intervento tecnico veloce e cazzuto (si può dire quiiii????), e poi supporto fisico e psicologico, e scambi di messaggi e mail, di raccolta veloce di props in casa delle madri e delle nonne, di "le fai da me le foto, proviamo", di "dai che ce la facciamo", di "ti mando una foto di qualche servizio da tè, dimmi cosa ti serve e vengo col trolley" ;).
Sì perché la settimana scorsa è arrivato l'imprevisto (arriva sempre, l'imprevisto).
Niente di drammatico, in verità. Diciamo che mi occorrevano un paio di scatti in più del previsto per il libro in chiusura.
Diciamo pure, però, che un paio di scatti significa che devi immaginare, elaborare, cucinare due diverse robe, in più, e poi immaginare due diversi set, poi pregare che quello che hai immaginato e preparato venga perfetto al primo colpo e i set assolutamente adatti a quello che devono "contenere".
Ah, poi scattare e postprodurre, ovviamente.

Quindi dicevamo, nulla di drammatico, ma se tutto questo va fatto entro subito e mentre tu sei dall'altra parte del mondo, e poi rientri a Roma e sai che non hai più giorni (né oggi né domani né la prossima settimana), non hai più tempo nè spazio, per farli, quei due scattini, e magari sei un po' provata perché quelli, sì proprio quelli, stanno in coda a 12.000 scattini che hanno, tra una cosa e l'altra, riempito gli ultimi tuoi 3 tre mesi di vita... Insomma se mettiamo insieme tutte queste cose, più le altre non impreviste ma comunque già calendarizzare e belle incastrate a doppia mandata, beh insomma quei due scattini in più o vi immobilizzano, o vi fanno sbroccare.




foto di Laura @ilgamberorusso

Poi però arrivano le tue amiche foodblogger, a salvarti, e allora si decide di "sacrificare" il nostro appuntamento in campagna di domenica mattina e di trasformarlo in parte in set per la sottoscritta, con gli annessi e connessi che dicevo sopra, i messaggi organizzativi, le mail, le chat.
Ognuna mette il suo.
Io cucino, il pomeriggio e la sera prima, Laura mette una casa intera (ovviamente io ho fatto la conoscenza di suo marito e suo suocero secondo il mio cerimoniale standard: ovvero in piedi su una sedia in casa loro, nel loro soggiorno adeguatamente messo a soqquadro, pieno di tovagliolini e posate e ceramiche e vettovaglie sparse ovunque e mobili giusto un pochino spostati ;-)), più attrezzature varie,  e Francesca e Barbara portano delle ceramiche così perfette che le foto si sono praticamente fatte da sole... :)

foto di Francesca @La gatta col piatto che scotta




foto di Laura @ilgamberorussso

Barbara, la mia Barbara, sempre lì accanto con la "rete anticaduta". Con la riposta sempre pronta, con l'idea salvavita. Barbara sta lì. E se ti serviva c'è. A buttare un occhio a quello che hai appena scattato, e a convincere il tannino del tè a collaborare. Se sei poco poco preoccupato, e se Barbara ti dice "ti sistemo il tè", tu sei a posto. Perchè dovete sapere che lei oltre ad essere una cuoca perfetta e una fotografa bravissima, ha anche una food styling nata. 
Ha un vero e proprio istinto per la presentazione. E se lei tu "sistema il tè", alla fine il tè farà quello che vuole lei, e che vuoi tu, nella tua foto!


foto di Laura @ilgamberorusso

E poi Francesca, fotografa vera da prima ancora di essere anche blogger, che ti da i consigli e che ti passa i suoi obiettivi.
Francesca che è sensibile e profonda e attenta. Ed ama fotografare le mani. E coglie le atmosfere. Come  facesse le foto leggermente più distante, con in mezzo una nebbiolina sottilissima che sono tutti i nostri pensieri e i nostri sentimenti.




foto di Francesca @La gatta col piatto che scotta


E Laura, Laura che ha il dono della fotografia e mi sa tanto che lei nemmeno lo sa! Che ti mette a disposizione tutto, che si fa in quattro, che ti fa sentire importante.
Laura che mi ha scattato questa foto qua sotto, che mi piace un sacco.
In cui mi riconosco tanto, con le mie occhiaie dei biscotti finiti di cucinare la notte prima, le impronte della mia faccia spetacciate sul display della mia macchina fotografica, co'sta capoccia spettinata sul collo un po' lungo, che sembro un piccolo struzzo.
E che parlo, parlo, parlo sempre, e faccio le mie smorfie, quelle per cui non vorrei mai essere fotografata, ma da lei sì, dalle mie amiche blogger sì.
Che mi portano le cose da casa, che mi aiutano e che poi mi fotografano mentre scatto e mi mandano vagonate di foto.

foto di Laura @ilgamberorusso
Tutte belle, tutte intense, forse perchè per me significano così tanto.
Ne avevo molte, ed è stata una vera fatica doverle scegliere.
E nonostante la mi attenta selezione, non ho potuto fare a meno di metterne così tante.
So che chi legge capirà.

E a voi care amiche, che dire, se non un grazie enorme ed enormemente sconnesso come questo post finito di scrivere alle 4,15 di mattina, con tutto l'affetto e la forza che ho, con il muso di struzzo e le mie mille smorfie, con la voglia, ancora e tante tante volte, di prendere un tè con voi.
Magari macchiato! ;-P

foto d Francesca @La gatta col piatto che scotta
fotodi Laura @ilgamberorusso


30 commenti:

  1. La forza delle amiche. Piango.
    F

    RispondiElimina
  2. eccomi! Salvavita Toselli all'appello!
    oh Ross, che dire.. mi commuovi come sempre.. troppo generosa la tua descrizione!
    sai che anche io quando ho visto la foto di voi tre ho pensato a Piccole Donne? ovviamente io sarei Meg, la più vecchia...! :*

    RispondiElimina
  3. Barbara, ed io sarei Jo, quella col vestito bruciato davanti davanti al caminetto, e che si arrampica sugli alberi....

    Franci, sì, la forza delle amiche forti. ;)

    RispondiElimina
  4. magia, magia, magia .... sarà il tuo animo romantico ma tutti i tuoi post hanno un tocco magico...
    Dai, manca poco e poi potrai sfogliare il tuo libro e allora sarà una gran soddisfazione, tutta la tua fatica sarà ripagata e dimenticata.
    Bacio grande!

    RispondiElimina
  5. ross mi sento commossa e arricchita, come tornata da un intenso viaggio. le foto da te non sono mai abbastanza! :*

    RispondiElimina
  6. piccole donne?! grandi, grandissime invece...
    :O)

    RispondiElimina
  7. appena ho visto quella teiera sono svenuta. PER L'INVIDIA. e non sono riuscita a leggere neanche una parola. me ne resto qui svenuta a sognare quel bianco morbido (ma può la ghisa essere morbida???)

    RispondiElimina
  8. *rosa: ehehheh. Però è di ceramica... Quando vieni a roma te la prestiamo (io già parlo per gli altri, che sfacciata!)

    *serena: sì, piccole-grandi donne

    *valentina: è perchè tu sei potenzialmente predisposta all'arricchimento, tesoro... :)

    *lizzy, sì, manca poco! (almeno spero... ;))

    *barbara, PS. con Laura Beth, la più dolce di tutte, e Francesca Amy, la più piccola, col naso perfetto ;)

    RispondiElimina
  9. Mi hai travolto con questo post... lo metto tra le mie pagine preferite, ci sono un sacco di foto che raccontano davvero bene la giornata, è un vero reportage emotivo! :-)
    Adesso prendere in mano quella teiera non sarà più la stessa cosa... :D
    Ricorda: Pronto intervento poterie-carabattole-ceramiche... sempre attivo 24 h su 24!

    RispondiElimina
  10. io già non vedo l'ora che esca questo libro, perché mi sembra proprio meraviglioso.

    RispondiElimina
  11. Siete bellissime, un fascio di luce che attraversa il monitor e si spinge oltre, negli occhi, attraversando le vene e confluendo nel cuore, per riempirlo, per colmarlo dell'armonia che siete. Io che di Franci sono innamorata, io che ho imparato a sbirciare il tuo angolo incantato attraverso "gli occhi" di Marcello, leggo questo post stamattina e non posso non commentare. Attimi di ebra felicità, che conto di vivere presto...Foto molto belle.

    RispondiElimina
  12. ah ecco mi era venuto il dubbio poi che fosse di ceramica ;-)
    però quel bianco risulta comunque morbido, e questa è magia!!!! vostra eh?

    RispondiElimina
  13. Rossella, rossella,
    ormai ci hai abituato a post così pieni di amore che ogni molta che li leggo ne sono estasiata.
    Bellissi gli scatti e bellissime voi "piccole donne" una più speciale dell'altra per me.
    Le mie letture quotidiane preferite.
    Brave tutte.

    RispondiElimina
  14. Silenziose ma piene di risate e gioia. bellissimi scatti.

    RispondiElimina
  15. Ciao e piacere di conoscerti! Arrivo dopo che francesca mi ha parlato benissimo di te e delle altre. ed in effetti vostri blog sono meravigliosi! Che foto stupende :D
    Tantissimi complimenti di cuore!
    Bacioni

    RispondiElimina
  16. Da Marcello, alle amiche:"Ma siete propio tanto belli!"..e, data la professionalità dimostrata ,perchè non venite qui da me per un servizietto fotografico che avrei da proporvi?
    Non saprei come fare con il compenso, dato che non sono una brava cuoca, potrei però cavarmela con una merendina e con un drink!..fin lì ci arrivo!Potrei inoltre dilettarvi con Greta , la mia bambina a quattro zampe..che ne dite?

    RispondiElimina
  17. Finalmente!Che corsa per tornare a casa e leggere il tuo post per il piacere di rivivere le emozioni di quel giorno!!!!Cara rossella sapessi che piacere aver spezzato insieme l'ansia da foto dell'ultimo minuto!E' inutile quando la rete diventa la 'rete' di salvataggio e punto di forza davanti alla 'chiamata alle armi' ;) non ci si può sentire persi!Ti mando un bacio grande grande e grazie per le belle cose che ha scritto! :)

    RispondiElimina
  18. Queste storie di amicizia sono quelle che mi fanno battere forte il cuore. Sono sempre più curiosa di sfogliare la tua opera, sai? Ci sarà anche quella meravigliosa teiera tra un dolcetto e l'altro? ^_^
    Buona settimana!
    V

    RispondiElimina
  19. Ho un debole per le Piccole Donne.
    Viste così le adoro sempre più...moderne, determinate ed amiche

    RispondiElimina
  20. Diventi sempre meno timida... Sei bellissima dolce Ross.

    RispondiElimina
  21. piccole grandi donne...belle, stupende, raggi di luce in un mondo che troppi vogliono vedere avvolto nel buio dell'egoismo e dell'invidia. GRAANDII (alla Renato Zero naturalmente...).

    RispondiElimina
  22. che belle foto, grandi donne unite da grandi passioni!!!

    RispondiElimina
  23. Altro che piccole, siete grandi ! Lo siete per svariati motivi ma il più valido e bello è che aiutarsi e sapersi aiutare,tra donne, è raro!
    p.s. Lo sai vero che aspetto il tuo libro dai tempi degli scones a cacio e baccelli!? So che mi rinnoverà!

    RispondiElimina
  24. Sono passata di qua "portata" dallo stupendo post di Francesca, mi sono fermata davanti a quel set da the che mi ha incantata, per poi proseguire nella lettura, travolgente e piena di emozioni che sembrano sul punto di esplodere dalle righe come un vulcano in eruzione!
    Sono belle, bellissime davvero, sono emozionanti, intense, dolcissime, ne traspare tutto quanto avete provato inquella giornata, c'è tanto sentimento in questi scatti... mi hai emozionata! Davvero.
    Ciao, Tatiana

    RispondiElimina
  25. Post meraviglioso sicuramente come le donne di cui parla!Non vedo l'ora di tenerlo farle mani questo libro!!!!
    Bonne journe...
    Marika

    RispondiElimina
  26. Ecco, io appena letto il post di Francesca già ero lì lì per commuovermi, perché immaginarvi tutte insieme a trafficare, ridere e fotografare è bellissimo!
    Hai avuto davvero delle super aiutanti ;-) un bacio!

    RispondiElimina
  27. Ed io che mi sento un po' Meg e un po' Jo avrei davvero preso un the con voi, magari macchiato, ma no.....senza macchia o forse un caffè che amo amaro e nerissimo! Mi sarei fatta piccina picció in un angolino della stanza e vi avrei osservate, vi avrei ascoltate per cogliere ogni piccolo grammo della vostra bellezza....questo e' quello che voglio diventare da grande....un' amante del buon cibo per poi condividerlo!!! Imparare a conoscere il cibo, capirne l' essenza per farla mia e poi regalarla a mia volta! Certo di strada ne devo ancora fare ma vedere te con amiche a scherzare ( mica tanto) condividendo passioni e cibo mi è stato davvero di aiuto...aiuto a capire che strada prendere! Nella via turbolenta e caotica che mi accingo a percorrere quotidianamente troverò quei 30 minuti di pace da dedicare a me, con te.....con voi! Grazie per la condivisione e tu per me sei sempre di grande ispirazione!! Ti ammiro e ti abbraccio! Complimenti per tutto !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gabila ora che ti conosco di persona è ancora più facile risponderti nei commenti. Tu secondo me sei molto Jo, come me ;), e assolutamente non dovresti farti piccina, perché è grande il posto che meriti ;)
      Un abbraccio forte e a presto!

      Elimina
  28. Che belle foto, che belle emozioni che belle mani. Un post meraviglioso pieno d'amore e sana collaborazione tra donne, felice di fare la vostra conoscenza Enrica.

    RispondiElimina
  29. Grazie Enrica. Mani che lavorano, sempre belle vero? Piacere di fare la tua conoscenza!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...