lunedì 1 luglio 2013

orecchiette ai pomodori secchi, olive nere e formaggio fresco

E siamo a luglio.
Ormai ho una certa esperienza da blogger per dire che l'estate è davvero uno dei momenti più difficili per lavorare. Ossia cucinare, sistemare, fotografare, posprodurre, scrivere.
Io in genera arrivo a luglio che sono cotta, e non vedo l'ora di raggiungere il mese di agosto e le tanto meritate vacanze.
Poi che succede ad agosto? Che uno è rilassato e invece di dormire che vuole fare? Vuole cucinare! E poi, ovvio, fotografare...
E a quel punto mi domando davvero com'è fatta la mia testa, che fino ad un secondo prima vuole "il riposo" e che subito dopo dice "Riposo? Che bello, allora cucino un po'!".
Insomma, in questo ultimo difficile e stanco mese, un po' sulla scia delle gloriose passate "non ricette estive del lunedì" di un paio di anni fa, (ma più evolute, o forse meglio (?) dire più "paracule" in quanto meno smaccatamente "non ricette"), vorrei cimentarmi in quegli estemporanei accucchiamenti salva-cena che solo l'estate è in grado di regalarci e che a casa mia ultimamente si traducono in paste fresce combinate con quello che il frigo propone (o propina!).



Oggi, Care Amiche, per esempio abbiamo:

Orecchiette ai pomodori secchi, olive di Gaeta e formaggio fresco.

(il piatto è così estemporaneo che non era minimamente prevista nessuna forma di fotografia, e la fotografia è di conseguenza essa stessa così improvvisata che quei due rametti di origano fresco buttati là sono così fuoriscala rispetto alla coppetta da sembrare un paio di rami di castagno da palina...)

E cmq vabbè, mentre mescolavo aveva un ottimo odore, un ottimo aspetto, un ottimo sapore... Direi che  è andata bene com'è andata, ad avere almeno una piccola presenza iconografica a disposizione, perchè 'ste perle culinarie della blogger sfinita vanno assolutamente condivise... Vistomai possano fare comodo anche a voialtri, in queste serate belle-belle in cui di va soprattutto di starvene all'aperto fino all'ultimo... ;-)

Allora, per la pasta, per due, mettere a cuocere 250 gr di orecchiette fresche e nel frattempo prelevare un paio di cucchiai dell'acqua di cottura per stemperare circa 200 gr di formaggio fresco cremoso.
In un'ampia ciotola mettere 6-8 pomodori secchi sottolio tagliati a pezzetti, e una manciata di olive nere di Gaeta.
Scolare la pasta al dente, e versarla ancora grondante nella ciotola. Aggiungere il formaggio cremoso, mantecare bene, pepare, condire con un filino d'olio buono e qualche fogliolina di origano fresco, portare subito in tavola e gustare.

16 commenti:

  1. Concordo con tutti i tuoi pensieri estivi e poi sinceramente...
    adoro luglio!! Infatti è con esso che è partito il mio nuovo progetto ^^
    Queste orecchiette sono in perfetto stile estivo di "fra un mese me ne vado in vacanza" ma anche "fra un mese ho più tempo per voi care ricette!!!"

    RispondiElimina
  2. Quando andavo a scuola era un classico: dall'ultimo giorno di scuola in avanti avevo moltissima voglia di cucinare e sfornare qualcosa di buono, nonostante avessi bisogno di riposo. Ora le cose non sono poi tanto cambiate, anche se non ho molti giorni di vacanza durante l'anno (anche alla vigilia di Natale studio un paio d'ore...). Le ricette estemporanee mi piacciono molto, così come queste orecchiette dal condimento deliziosamente mediterraneo!
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  3. Quanto è verooo!Ma possibile che in ogni tuo post mi ci ritrovo e dico... Sono proprio anche io così. Sei troppo brava a scrivere e questa ricetta fa proprio al caso mio.
    Baci

    RispondiElimina
  4. Ecco, questo è uno di quei primi piatti che incontrano davvero i nostri gusti! Una pasta semplice semplice e davvero ricca di sapore e colore!
    baci baci

    RispondiElimina
  5. Anche a casa mia ultimamente succede esattamente lo stesso! Ottima idea la tua! Un bacione, Fede

    RispondiElimina
  6. Bene donne! Facciamoci coraggio e avanziamo lente ed inesorabili... ;)

    RispondiElimina
  7. Eh si! L'estate è questo, piatti veloci, sempre di corsa, zero cucinamenti, fornelli spenti... e poi se vogliamo dirla tutta anche il mio momento di relax è uguale a fare :D Cose per me e non per gli altri e questo è qualcosa che amo concedermi!
    :*

    RispondiElimina
  8. fai venire fame anche quando ormai il mio stomaco è completamente pieno!!

    Passa a trovarmi e a leggere una nuova storia,
    http://oonestepcloser.blogspot.it/

    RispondiElimina
  9. Ho avuto un problema con una tua ricetta...la torta di mele di tua mamma. Il punto è che l'ho lasciata almeno 10 minuti più di quanto prescritto in forno, ho fatto la prova stecchino (che era asciutto)...eppure non mi è lievitata come avrebbe dovuto e mi è rimasta leggermente cruda in fondo. Cosa ho sbagliato? Può essere dovuto al fatto che il lievito era scaduto?. Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm, mi sa proprio di sì, Elena...
      Perché quella è proprio una torta categoria "prova di bomba", e oltre che fatta a casa mia ormai dalla notte dei tempi, è stata provata da tanti lettori e sempre riuscita, che io sappia!
      Non ho mai provato sl tempo stesso ad utilizzare un lievito scaduto, ma è l'unica motivazione che mi viene in mente.... (la teglia? Alluminio o ceramica? Perché l'inerzia termica del secondo contenitore, in effetti, non gioverebbe...)

      Elimina
  10. ecco, noi questa sera ci lanciamo sulla spiaggia. "lanciamo", letteralmente. un picnic veloce, con cose cucinate ieri sera di cui magari vi parlerò. quindi, come dirti che queste ricettine veloci ci piacciono tanto? e poi... d'estate, quella luce, come si fa a non avere voglia di fotografare??? ;) un bacino, sere

    RispondiElimina
  11. Uhm, no, la teglia è quella giusta. Mi sa che devo dare la colpa al lievito...il mio ragazzo mi ha detto "Usalo lo stesso, che tanto è roba chimica e non scade", ma forse era meglio comprarne dell'altro. Però la parte superiore è venuta buona! Elena

    RispondiElimina
  12. Cara Ross
    A Basilea con pioggia e 20 gradi scarsi avrei proprio voglia di una pasta come la tua.
    Mi autorizzi alla sostituzione del formaggio cremoso con ricotta homemade o caprino di capra capra?
    Nel frattempo accendo il forno e inforno un crumble (sempre da tua ricetta ma con pesche!)
    F

    RispondiElimina
  13. Per me tu sei un faro luminoso! Sono assolutamente l'ultima arrivata ma quando foodblogger molto più esperte e brave di me rendono conto dell'inarrestabile e compulsivo desiderio di spentolare, infornare, fotografare anche quando ci sono 50° o nei momenti in cui ci si potrebbe rilassare e incrociare gambe e braccia mi sento normale anch'io!!
    Ross, che dire, sei sempre una grande! simo

    RispondiElimina
  14. Ciao! Sono sempre buonissime le orecchiette. .. ma le tue sono proprio invitanti!

    RispondiElimina
  15. E che buona questa pasta! Veloce, gustosa, facile...quasi quasi stasera al maritino! Mi piace molto, grazie per averla condivisa con no. Emanuela

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...