martedì 25 giugno 2013

troccoli ai pomodorini gialli, olive nere e stracciatella

Succede così.
Che arriva l'estate all'improvviso.
E a quel punto non mi va tantissimo di cucinare. O anche, a volte, di mangiare.
Ma poi, non so se succede anche a voi, quando finalmente mi metto ai fornelli, mi vengono in mente solo cotture al forno.
Lo so che non è proprio normalissimo, però, insomma, lo avete notato, no, tanto per fare un esempio basic, come lievita bene il pane quando è caldo.... ;-)
Eppure la cucina d'estate è così semplice ed immediata! Basta pensare al pesce, o a tutti quei sughetti a freddo, tipo questo che sto per raccontarvi, inventato sulla base di un grappolo di pomodorini gialli di cui mi sono innamorata al supermercato qualche giorno fa...



Si tratta di un supersughetto estivo buono ma buono ma buono per condire una pasta fresca, o anche degli spaghetti, o quello che preferite.
Si fa con niente! ;)

troccoli con pomodorini, olive nere, stracciatella e origano fresco
ingredienti per 4
300 gr di pomodorini pachino gialli
500 gr di pasta fresca (tipo troccoli)
una manciata di foglie di basilico
qualche rametto di foglie di origano fresco
80 gr di formaggio fresco stracciatella
1 pugno di olive nere*
olio extravergine d'oliva, sale, pepe

Circa una mezzoretta prima di cuocere la pasta preparare il condimento tagliando i pomodorini a metà, mettendoli in una ciotola con il basilico tritato sottile e l'olio d'oliva a coprire bene il tutto. Mescolare con le mani, coprire e lasciar marinare al fresco (anche più di mezz'ora, volendo), in modo che i pomodori rilascino il loro sughetto.
Trascorso il tempo della marginatura, riportare i pomodorini a temperature ed aggiungere le olive sgocciolate (e sciacquate, se sono in salamoia).
Cuocere la pasta, scolandola ancora gocciolante in una ciotola capiente in cui versare anche il sughetto a base di pomodorini, l'origano e la stracciatella a filetti.
Mantecare e servire subito.

*io preferisco le taggiasche, ma non avendole trovate il giorno che avevo deciso di utilizzare gli amati pomodorini gialli, mi sono dovuta accontentare delle olive di Gaeta... ;-)

18 commenti:

  1. anche a me vengono in mente solo cotture al forno, in particolare tutte le torte salate con le buonissime verdure estive, solo che poi non è il massimo mangiare in cucina :)

    RispondiElimina
  2. io per questi piatti brillanti di colori veri, estivi, raffinati.. vado matta! un primo piatto buonissimo.. che prima di tutto si mangia con gli occhi, ma che dev'essere altrettanto delizioso al palato
    brava

    RispondiElimina
  3. I pomodorini gialli li ho presi giorni fa al mercato di Testaccio, non ho resistito! Appena visti ho pensato "Perfetti per una ricetta per il blog" e... sono già finiti nelle foto, ancora prima di pensare a come li userò! :D
    (e so che mi capisci...)
    Sono così felice di aver scoperto quel mercato grazie a voi! Ormai è appuntamento fisso, appena posso! Così come a pranzo sogno questi primi e se mi metti anche la stracciatella... svengo di bontà!
    (la migliore in assoluto l'ho mangiata in Puglia, da premio)

    RispondiElimina
  4. Ciao! che bei colori estivi per questo piatto di pasta! bravissima! una proposta che ti copieremo quanto prima!
    un bacione

    RispondiElimina
  5. che fai come mio marito che quando fanno 40 gradi ha desideri di "cose fresche da mangiare, tipo un bel piatto di verdure grigliate" (eh già, bello fresco tua sorella e io che devo stare 40 minuti davanti alla griglia a grigliare????)

    RispondiElimina
  6. Quanto amo i pomodori gialliiiiiiii!!!!!!!
    Peccato che non li trovo mai da me, uffy.......

    RispondiElimina
  7. mai mangiati questi pomodorini giallo ma piatto eccezionale! :)

    RispondiElimina
  8. Lo so bene che il pane lievita divinamente con questo caldo e per questo sono tentanta continuamente di sfornare pane o brioche.. Non sono normale! ^_^

    RispondiElimina
  9. Sì capita anche a me di voler accendere il forno quando fa caldo e la cosa brutta è che lo accendo comunque :P
    Mi piace molto questo sughetto, peccato che non trovo i pomodorini gialli!! La foto è incantevole!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Francesca, ma come vorrei andare di nuovo!!!!! E poi, di quei pomodorini, ne vorrei una quintalata!
    solo che se il sabato mattina esco, di questi tempi, il blog rimane proprio a secco... ;)

    Virginia: sì, e siamo in due, anzi no, siamo in MOLTE ;)

    Elisa e Shamira, ma secondo me, vooendo, si possono sostituire con peperoni gialli, forse però in questo caso andrebbero leggermente saltati in padella...

    *Barbara, genio, tuo marito! ;)

    RispondiElimina
  11. Sono come te!!! Da voglia zero di cucinare a accendiamo il forno per panificare!!!
    E questa pasta così semplicemente colorata è una delizia!

    RispondiElimina
  12. Che bella questa foto ha colori cosī nitidi e vivaci!i pomodorini gialli sono una frontiera che dovrò raggiungere, perchè sembra strano ma non li trovo mai :-) e poi c'è un'altra cosa che non ho mai provato con la pasta, la stracciatella... Preziosa vaniglia!!!!

    RispondiElimina
  13. Che bella questa foto ha colori cosī nitidi e vivaci!i pomodorini gialli sono una frontiera che dovrò raggiungere, perchè sembra strano ma non li trovo mai :-) e poi c'è un'altra cosa che non ho mai provato con la pasta, la stracciatella... Preziosa vaniglia!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura, devi assolutamente provare!!!! Nella pasta d'estate è una vera delizia (lo è sempre, in effetti ;)).
      Per quanto riguarda i pomodorini... Consolati, trovati per la prima volta anche io, proprio in questa occasione! ;)
      Baci e buona giornata..

      Elimina
  14. Giuro!! Questo mi fa proprio proprio proprio golaaaaaaa!
    baci

    RispondiElimina
  15. ...E concordi con me, Roberta, che è il più bel complimento che si possa ricevereeeeee???? ;-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...