mercoledì 17 aprile 2013

Cugine, sposalizi, attimi di dolce vita.

Select Wedding, piccola anteprima di un menù dedicato...


No, no.
Cominciamo col chiarire.
Uno, non mi sto sposando.
Due, no mi sto "damigellando".
Eppure questo post (o meglio, questo e tutti quelli che seguiranno, in settimana) parlerà (anche) di "cose nuziali" e fratellanza tra cugine.
E di cibo, come sempre. E di luoghi, come spesso. E di storie.
Diciamo come primissima cosa che per aver "bucato" il post di lunedì scorso, posso dichiararmi assente giustificata. Tra sabato e domenica infatti, invece di stare a casa a spentolare e poi a fotografare e poi a scrivere, mi trovavo nelle cucine del Grand Hotel Rimini, a cucinare con il loro bravissimo secondo chef Oto De Gruttola, a preparare cocktail con la capo barman Barbara Minichiello e a fotografare negli ambienti di quello che potrei definire uno degli spazi più straordinari che abbia mai visitato.
Ma andiamo per ordine, provo a raccontarvi.
Un paio di settimane fa sono stata contattata da Carolina, un'amica, ormai, dopo lo scorso week-end ;), che si sta occupando di un progetto su tema Wedding con Select Hotels, la catena di alberghi alla quale appartiene anche il famosissimo Grand Hotel Rimini.

I micro-eventi che compongono il progetto consistono in un week end creativo in cui una blogger crea un elaborato al Grand Hotel con lo scopo di ospitare la realizzazione di progetti fai-da-te a tema matrimoniale, affinché i lettori possano prendere spunto per le loro nozze o feste.

Gli eventi di questo progetto spaziano dal tema delle bomboniere, dei fiori e degli allestimenti a quelle del food, per la realizzazione di un menù nuziale.
La sottoscritta (guarda caso ;-)) è stata invitata ad uno dei tre eventi dedicati al food, ed in particolare mi è stato chiesto di immaginare delle ricette adatte ad un aperitivo nuziale home made, da realizzare nella cucina dell'Hotel, e poi da fotografare e da raccontare.


Io tra l'altro, che sono una persona ancora non so bene se particolarmente distratta o troppo concentrata (ma solo, anzi troppo, su alcune cose, il che equivale ed essere distratti), avevo sì ben capito cosa avrei dovuto fare, ma non del tutto afferrato le modalità.

Quindi nella mia testa andavo a preparare un "menù aperitivi" in un angolino della cucina del Grand Hotel cercando di dare meno fastidio possibile, e chiedendo in caso un aiuto disperato a qualcuno che mi volava accanto in cucina mentre era impegnato in manicaretti ben più importanti del mio.
Avevo immaginato, al limite, l'aiuto di qualche malcapitato giovane aiutante di cucina che fosse stato "comandato" di sorbirsi la blogger fotografa che si occupa di cucina per passione.
Beh, quel malcapitato era nietemeno che il secondo chef, ed io questo l'ho capito solo una volta arrivata lì, o meglio nel momento esatto in cui mi è stato presentato (e ovviamente, se fossi una che guarda la TV, lo avrei capito anche da me prima ancora della stretta di mano), ad ogni modo, diciamo che in questo caso la mia proverbiale inconsapevolezza (la stessa che mi ha portato a presentarmi in uno dei posti più chic che abbia mai visto calzando un paio di All Star semi sfondate che mia madre tenta di gettare da almeno due anni) è stata molto utile, dato che se lo avessi capito per tempo mi sarei un attimino messa pensiero, e quindi va bene, ormai ero lì, e cucinare mi toccava cucinare.
Dal lato bevande poi c'è da dire che la signorina Vaniglia qui presente non è che sia il genio del cocktail (ne avete visti mai, in questo blog, per esempio? Beh preparatevi perchè sarà il nuovo tormentone dell'estate! ;)), e quindi, da brava "precisina" ero veramente preoccupata dell'esito di tale esperimento fuori dalle mura domestiche...
In quel caso ho avuto a fianco Barbara, una vera e propria "macchina da guerra". Mette mano anche semplicemente al cestello del ghiaccio e tu ti senti in un botte di ferro.
E lo ero! Ero in un luogo in cui tutto il personale era di una competenza tale non solo da fare il proprio lavoro alla perfezione, ma anche da farti stare bene!




Ora però, voi che mi conoscete, che sapete quanto Vaniglia sia timida, quanto "esca" poco, quanto abbia un'idea di cucina intima e sicuramente poco pubblica e poco "prestazionale", vi starete domandando come mai abbia deciso di imbarcarmi in una simile trasferta "fuoriporta"...
Beh, non so, c'era qualcosa, nella mia testa, che mi spingeva.
La curiosità.
Le grandi cucine dei ristoranti mi hanno sempre affascinata. Fin da piccola. Il desiderio di capire, di vedere, di imparare.
Il bagliore diffuso dal luogo che mi avrebbe ospitato. La sua storia di oltre un secolo, l'incendio, il bombardamento durante la Guerra, la ricostruzione e la dichiarazione di Monumento Nazionale, e forse più di ogni altra cosa, la grande figura di Federico Fellini al di sopra di tutto, come un nume tutelare.
Poi mia cugina, che io adoro, che ha condiviso con me tanti momenti "vitali" della mia esperienza universitaria (vivevamo tutti insieme, noi cugini, quando studiavamo!) e che da quando si è trasferita nelle Marche da Roma, mi sa che dobbiamo ancora riprenderci entrambe: ora abita a Pesaro, e ci vediamo veramente pochissimo, ed io avrei potuto portare con me un ospite.
Pesaro è veramente ad un passo da Rimini, e l'idea di acciuffarla alla stazione del treno, e passare un giorno e mezzo insieme, godendoci un pizzico della dolce vita del Grand Hotel ed un po' di arietta di mare di primavera, è stato un grande incentivo per la sottoscritta. 


Questo insomma il bel mucchietto di motivi per cui la timida Vaniglia, quella dell'odore di mela e cannella per la casa, degli impasti lievitati per tre giorni e delle confetture fatte in casa, delle cotture lente e degli stufati, la Vaniglia tutta foto e cucina, lo scorso sabato si trovava nelle cucine di uno dei più prestigiosi hotel d'Italia.
Per i dettagli, per i racconti, per le ricette, vi rimando ai prossimi post, mentre qui vi lascio qualche foto: rendono solo in parte l'aura speciale che avvolge il luogo e l'atmosfera rarefatta, sontuosa e raccolta al tempo stesso che lo caratterizza e che personalmente ritengo piuttosto rara (e quindi così preziosa!) negli ambienti lussuosi.
Una cura ed un attenzione ai dettagli, agli spazi e alle persone che mi ha veramente lasciata di stucco. Nulla di affettato o artificiale. Nulla di forzato o ridondante.
La luce, o meglio gli infiniti tipi e colori della luce di questo luogo mi hanno letteralmente rubato un pezzetto di cuore. 
E le persone, le persone sono state così perfette (Natascia non l'ho ancora nominata ma forse viene prima ancora di tutti! ;)) che dev'essere anche per quello che ci siamo trovate tanto bene, perché sono loro che fanno lo spirito dei luoghi, oltre che la bellezza del luogo stesso, che in questo caso, si può dire, abbonda in ogni angolo! ;)
Va bene.
Per oggi, come al solito, l'ho fatta anche piuttosto lunga con i racconti.
Vi lascio ancora un po' di foto scattate qua e là il primo giorno.
Badate che quegli aperitivi non sono i miei, eh?
Quelli uscivano dritti dritti dalle cucine dell'Hotel ed erano dedicati proprio ad un buffet nuziale..
Noi invece ci vediamo domani, e la settimana del blog a questo punto sarà breve ma intensa, perchè di ricette da raccontarvi ne ho un bel po'...

___________________________
AGGIORNAMENTO delle 15.00:
Qualche piccola anticipazione fotografica e non, i miei commenti e consigli sul tema, e il racconto al dettaglio del menù, lo trovate sul sito Select Wedding, ora online nel post pagina dedicato!


27 commenti:

  1. Bellissimo tutto! Brava, timida Vaniglia :)) Davvero, tanti complimenti!

    RispondiElimina
  2. che meraviglia, mi vien voglia di matrimonio....concordo con oxana le foto sono bellissime!

    RispondiElimina
  3. timida, poco prestazionale.... si certo...
    Ross! lasciatelo dire, queste foto sono meglio di quelle di fotografi professionisti, che non sanno cogliere il dettaglio neppure se glielo indichi.
    BRAVISSIMA AMICA MIA!
    sei su un'ottima strada :)
    baci baci

    RispondiElimina
  4. timida, poco prestazionale.... si certo...
    Ross! lasciatelo dire, queste foto sono meglio di quelle di fotografi professionisti, che non sanno cogliere il dettaglio neppure se glielo indichi.
    BRAVISSIMA AMICA MIA!
    sei su un'ottima strada :)
    baci baci

    RispondiElimina
  5. ... timida Vaniglia...
    Certo.
    Confermo come le altre che foto sono meravigliose come la tua prestazione, lo si capisce da come descrivi il tutto.
    Ora mi metto comoda per tutti gli altri posti.
    GO VANIGLIA, GO :)

    RispondiElimina
  6. Ohi ragazze buon giorno!!!! E che bello avere i vostri pareri stamane, sulle foto, su tutto!
    Ce ne sono alcune che piacciono davvero anche a me (rarità ;)), ma confesso che scrivere questo post è stata davvero dura: ci sono cose straordinarie che accadono, e luoghi con un'atmosfera tale, che diventa arduo raccontare, anche per una "chiacchierona" come me!
    È come fotografare un'ombra chiara: ne cogli il bagliore, e resti lì ad inseguirne l'essenza, anche se ti sembra di esserle vicina-vicina.... ;)

    RispondiElimina
  7. senti, ho sbirciato il post in macchina sull'iphone (tanto il traffico a Roma stamattina è talmente lento che facevo prima a venire a piedi in centro..) e mi sono scapicollata subito al piccì perché te lo devo proprio dire, amica mia: queste foto sono magnifiche! mi brillano ancora gli occhi per cotanta bellezza, eleganza, raffinatezza in ogni dettaglio che non vedevo l'ora di arrivare a una tastiera per dirtelo.. ME-RA-VI-GLIO-SE!
    e il particolare dei camerieri in livrea riflessi nello specchio? geniale.. ma poi proprio tutto guarda, io se fossi stata la sposa (a saperlo) ti avrei assoldata all'istante.. (ma la genialata dei cartoccetti di frittura con i chopstick allegati?? io me la rivendo alla prima occasione..)
    insomma, braverrima bellezza..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Barbaraaaaa che bello sentirti!!!! Com'è difficile fotografare ciò che è tanto bello! Un posto meraviglioso. Una luce calda e intensa al tempo stesso che mi ha rapita. Avrei fotografato per giorno e giorni, senza fermarmi. Un posto che merita davvero. La "cuoca", la fotografa e l'architetto che albergano in me in genere pacificamente, facevano continuamente a cazzotti, perché ognuno voleva trascinarmi in uno specifico posto dell'Hotel!!! ;-P

      Elimina
  8. Mamma mia Ross che meraviglia! sono incantata davanti alle tue foto, non oso immaginare le ricette.... pronta per leggere tuttotuttotuttotutto!
    Bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia Elisa sono piena di materiale!!! Mi toccherà far nottata per i post, ma sappi che anche io non vedo l'ora di vederli!!!

      Elimina
  9. Una location spettacolare e davvero perfetta per festeggiare un evento così importante!
    bellissime immagini, grazie :)
    un bacione

    RispondiElimina
  10. L'istinto ci porta a cogliere al volo certe occasioni che poi si potranno trasformare in altre opportunità...e, vista la tua bravura, penso proprio che le tue avventure non si fermeranno qua. :)
    Complimenti per le bellissime foto, sono rimasta senza fiato.

    RispondiElimina
  11. ebbrava!!!!
    aspetto le puntate successive che m'hai lasciata con una curiosità che non ti dico
    (e mammamia che bel posto...)

    RispondiElimina
  12. post dal sapore onirico. Lo spirito di Fellini deve averti inseguito mentre gustavi a bocca aperta la magia di questo posto. (e chissà come se la rideva)

    RispondiElimina
  13. No, ma la meraviglia di questo blog?!?!?!?!?!??!
    Ti trovo attraverso etsy e sono così felice!!!!
    Complimenti per tutto!!
    Laura@RicevereconStile

    RispondiElimina
  14. bhe...complimentissimi!!! mamma mia che foto bellissime...rendono a meraviglia l'idea della grandiosa esperienza!
    Brava!

    RispondiElimina
  15. Un posto davvero splendido! E che foto hai fatto... sei bravissima. Ora aspettiamo di vedere il resto!
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  16. *Manu e Silvia: ma grazie a voi! Sì, un posto davvero speciale...

    *Nadia: guarda sto arrossendo! E grazie, io lo sapevo che voi mi avreste seguito in questa settimana! ;)

    *NotForEver: ehehheh. Ok, devo scrivere il prossimo post. Il prima possibile!

    *Antonella: come hai ragione. Su tutto.

    *Laura, ohi, ma grazie!!! Poi detto da te che ti occupi proprio di stile!!!! ;-)

    *Piccolina: Grazie davvero!

    *Elli: e allora ci vediamo presto con le ricette, no? ;)

    *

    RispondiElimina
  17. Sto sognando un pò, dopo questo post...
    :-)

    RispondiElimina
  18. Sono magnifiche. Punto. Non ti fare seghe mentali!
    Come si dice qui da noi, puoi dare delle paste a parecchi in campo fotografico!
    Bacione gigante. Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahhhh, Patty, ma allora vi sono davvero piaciute tanto queste foto!!!! Bene bene bene, sono contenta! ;)

      Elimina
  19. congratulazioni tesorella, sei in un club ristretto! questo non è un premio ma un riconoscimento per i miei blog preferiti. tu sei tra questi. da oggi sei ufficialmente Betty approved! (maggiori info qui:http://elisabettapendola.com/2013/04/15/intermezzo-melodrammatico/ )- ti conferisco il fiocco lo puoi appuntare dove ti pare (anche in bagno) ce l’ha anche Imma di DolciAGoGo nella sidebar! : http://elisabettapendola.files.wordpress.com/2013/04/betty1_02.png?w=600

    RispondiElimina
  20. Mammamia cara Vaniglia, che meraviglia!!!!aspetto con ansia mal celata tutti i tuoi post sull'argomento, io adoro aperitivare se poi il tutto avviene in tua compagnia!Un bacio!

    RispondiElimina
  21. Ma che magnifica esperienza che hai fatto e che foto meravigliose! Aspetto i prossimi racconti ;) Un bacio Fede

    RispondiElimina
  22. ross, arrivo solo ora...sono commossa! sarà che la riviera conserva sempre un romanticismo e un incanto che tu trasmetti con grande delicatezza...che bello! ti abbraccio e non vedo l'ora di leggere e vedere il seguito!

    RispondiElimina
  23. *laure bella, oggi è arrivato il primo post dalla cucina, e domani avremo le bevande e dopodomani i bicchierini... se non schiatto prima scrivendo tutte le notti fino alle 2 passate! :-/

    *Vale me te sei proprio un angelo! sì. La Riviera ha sempre esercitato su di me lo stesso fascino... sarà perché è il mare del mio lato geografico di origine???
    Baci baci bella mia!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...