venerdì 1 marzo 2013

Rye Soda Bread

Buongiorno a tutti amici!
Oggi è venerdì, ci si avvicina a grandi passi al finesettimana e come minimo dovrei potarvi una ricetta lenta, di quelle che io definisco "comode", magari una lievitazione con pasta madre, o uno stufato di carne da presentare per il pranzo della domenica, o forse semplicemente una torta un po' più civetta del solito.


E invece anche se abbiamo in pratica tutto il week end davanti, la ricetta che vi posto oggi è quella di un pane veloce, di quelli che si fanno e cuociono in poco tempo, e che sanno di buono, e sano, e colazioni con yogurt, burro e marmellata di lamponi, o cibo spartano, croccante ed essenziale.

Che poi il soda bread io erano secoli che mi ripromettevo di provarlo, senza mai decidermi. Perchè mai cavarsela in un'ora in tutto quando possiamo impiegare dalle 10 alle 24 ore per un pane? ;)

Ad ogni modo, finalmente, mi sono fatta tentare nientepopòdimeno che dalla versione alla segale e al latticello (che son due elementi che secondo me non possono che stare insieme) di Heidi Swanson, tratta dal suo libro bellissimo, e di cui vi avevo già parlato giusto un annetto fa: Super Natural Every Day, raccolta superlativa (come il suo primo libro Super Natural Cooking) di ricette vegetali ed energetiche al tempo stesso, vitaminiche e colorate e piene di semini e farine integrali...

Questa ricetta ne è un esempio, molto molto semplice: si tratta del famoso pane lievitato con il bicarbonato di sodio ed infornato all'istante, ma realizzato con farina di segale e latticello.
Io l'ho già preparato due volte: la prima con il latticello, e la seconda, in assenza di questo ingrediente che non è sempre facilmente reperibile (ma che al limite si può sempre fare in casa, dato che in sostanza è il residuo della lavorazione del burro, che potete fare da voi!), mescolando acqua e yogurt in parti uguali.


soda bread con farina di segale e latticello (ricetta di Heidi Swanson*)
ingredienti
250 gr di farina di segale integrale
150 gr di farina 0
100 gr di farina integrale
2 cucchiaini scarsi di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino abbondante di sale
475 ml di latticello + q.b. per spennellare
farina in più per impastare e formare la pagnotta

Scaldare il forno a 205°C e mescolare tutti gli ingredienti con un cucchiaio di legno (poi a mano) o con l'impastatrice, fino ad ottenere un composto liscio (e leggermente colloso).
Nel caso risulti troppo umido (molto dipende da quanto assorbono le farine prescelte), aggiungere poca farina.
Per formare la pagnotta aiutarsi infarinando ben bene il piano di lavoro, appoggiarci la pasta del pane, spolverarla con altra farina e ruotare la pagnotta sulla spianatoia in senso orario o antiorario in modo da ottenere una forma tonda.
Posizionare a questo punto il pane sulla placca del forno rivestita di carta da forno, spennellarla con poco latticello, cospargere generosamente di farina e praticarvi sopra delle incisioni profonde, a croce o a stella.
Cuocere intorno ai 45' o finché non si è formata una crosta croccante.

Buon finesettimana!

*il mix di farine è una mia trovata, la ricetta originale prevede (275 gr di farina di segale e 225 gr di farina integrale)


__________________________________________
Altre ricette per pani di segale in questo blog

PANE DI SEGALE, MIELE DI CASTAGNO, MELE ESSICCATE E NOCI
PANE DI SEGALE CON PASTA MADRE ACIDA (ricetta di Gabriele Bonci)


24 commenti:

  1. Buongiorno Vaniglia!
    non ci offendiamo di certo se la ricetta non è lenta!
    Approvo approvo questo pane rapido (una volta tanto e mi piace molto l'utilizzo della segale. Mai sperimentato il soda bread così.
    Mi piace molto.
    Buon weekend!

    RispondiElimina
  2. PROVATO ANCHE IO QUESTO PANE ED è EFFETTIVAMENTE VIENE BUONO E RISOLVE ALLE VOLTE PROBLEMI DI TEMPO!

    RispondiElimina
  3. ross, le tue ricette di pane sono per me una tentazione irresistibile! e poi in questo periodo la mia merendona preferita è una bella fetta di pane rustico (anche due!), strofinata col pomodoro e cosparsa di sale e olio buono. proverò. proverò senz'altro! ti abbraccio forte amica mia, buon fine settimana di grazia! :*

    RispondiElimina
  4. Buongiorno! Una ricetta veloce per il we fa sempre comodo, anche se è l'unico momento in cui ci si può dedicare ai lieviti come si deve! Io dovrei iniziare a fare una prova colomba prima o poi.. Comunque vedo benissimo il tuo pane con un sottile strato di burro homemade fatto insieme al latticello! Miam!
    Buona giornata! ^_^

    RispondiElimina
  5. Lo voglio assolutamente provare, il pane mi fa letteralmente impazzire con quel profumo che sprigiona quando cuoce!! Grazie tesoro, la tua ricetta è molto apprezzata e vedere le tue fotografie... beh, irresistibile!! Complimenti e un felicissimo fine settimana!! :D

    RispondiElimina
  6. ma quel tagliere! che meraviglia.
    :)

    RispondiElimina
  7. Buongiorno a tutti!!!

    *Elisa, sìssì, mi una volta tanto, e poi (tu lo sai bene) quanto è buona la segale????

    *lucy, e poi è così... nordico!

    *valentina: concordo sul "meglio due", anzi, insisto!!! ;)

    *cristina: invece io sai mi sto attrezzando (anzi sto cercando di convincermi ;)) per non cucinare molto... devo fare un po' d'ordine, anche qui, nel blog, a cominciare dall'indice delle ricette che devo ripristinare! insomma... week end = compitini (anche se mi sto già attrezzando per un arrosto, uhm... ;-P)

    *Ely, sììì, e poi questo alla segale ha un profumo speciale anche una volta cotto, vedrai che ti piacerà!

    RispondiElimina
  8. *lukiz.... già...non ero mai riuscita a fotografarlo intero! :D (io LO voglio molto bene, in effetti... ;))

    RispondiElimina
  9. ok, io ho un piccolo problema con il bicarbonato di soda.. diciamo che tutti i dolci dei miei friends ammericani dove mettono il baking soda a go go io non li digerisco, cioè me li sento nello stomaco che continuano a lievitare e lievitare e lievitare.. ed è proprio quello perché poi quando li rifaccio a casa col lievito normale non succede.. però questo pane molto molto integrale e latticelloso mi garba assai, quindi semmai lo potrei fare con il lievito normale (di birra, che io tutta 'sta pazienza di allevare lieviti madre in barattolo di voi panificatrici folli non ce l'ho mica..)
    nel caso quanto lievito ci dovrei mettere?
    latticello ultimamente non pervenuto, se ci mettessi il latte di kefir?
    (ma se facessi propri n'altra cosa? penserai tu...)
    P.S.(messaggio in codice che capiamo solo noi..) e i pulsanti?

    RispondiElimina
  10. *barbaraaaaaa..... allora, io pe'sti pani qui, con le farine belle strong le vedo bene con il bicarbonato, non so perché... e mi piace pure assai.. ppperò, pensavo (pensavo già troppe cose, tipo PERCHE' NON HO ANCORA PORTATO A BARBARA UN FIGLIETTO DI PMADRE???,), che forse una cosa del genere con lievito di birra potrebbe andare, io in questi casi uso una ricettina base molto caruccia con farina inetegrale e con manitoba... magari mescoli un po' tu a tuo gusto:

    ingredienti
    500 gr di farina integrale
    200 gr di manitoba
    20 gr di lievito di birra fresco (anche qualcosina di meno, dipende dalle farine che usi)
    600 ml di acqua tiepida
    1/2 cucchiaino di sale fino

    Sciogliere il lievito di birra in circa 50 ml di acqua (dei 600) e lasciare riposare finchè non avrà formato una schiuma. Lavorare in una ciotola le farina, il lievito e il resto dell'acqua tiepida, poi unire il sale.
    Metterlo in una teglia da cake grande o in due piccole e fare lievitare coperto e in luogo caldo fino a quando non sarà raddoppiato.
    Cuocere in forno caldo a 200° per 30 minuti.

    I pulsantini... ci dovrei lavorare stamane, ma prevedo interruzioni di linea internet (lunga storia, poi te spiego... ;)). In giornata però li devo mettere! (e se non li metto, sappi che mi sentirai! una minaccia???)

    baci

    RispondiElimina
  11. tesorA.. grazie mille per la doppia ricetta! se hai bisogno di aiuto lato pulsanti batti un colpo (cioè mi sembra veramente PARADOSSALE che una pippa tecnologica come me sia in grado di dare consigli in materia, ma tant'è! questa è una di quelle cose di cui mio marito ogni tanto si stupisce e mi fa: ma tu questo come fai a saperlo?? - la risposta è: boh...)

    in merito al figlio della tua PMadre, sebbene io di figli altrui ne abbia già ABBASTANZA.... (:-P) .. evidentemente è il mio destino!. purché che il °pargolo° mi giunga corredato di dettagliate istruzioni di sopravvivenza, visto che è figlio a te lo accetterei molto molto volentieri!

    RispondiElimina
  12. *barbara: allora affidamento in corso pupa!... arriverà pimpante, ben nutrito e corredato di istruzioni da tutte le parti... eheheh, e i pulsanti arriveranno pure loro (arriveranno???), speriamo.
    questo we, si cucina poco e si studia assai, è deciso! (e vediamo se mantengo)

    RispondiElimina
  13. Okay, avvisa la famiglia che potresti avere un'ospite a colazione, prossimamente.

    :D

    RispondiElimina
  14. *agnese: ahahhahah. ma guarda che io ne sarei onoratissima e felicissima, e che tu saresti capace di metterti in macchina e fare un saltino a sud... magari per l'occasione preparo pure qualcos'altro, no?? :)

    RispondiElimina
  15. Ma che pane meraviglioso... io ci metterei un bello strato di burro di quello buono e la marmellata! Hummm, che colazione con i fiocchi!
    Elli

    RispondiElimina
  16. *elli, di lamponi, la marmellata! ;)

    RispondiElimina
  17. Buonissimo, devo decidermi anche io di farlo in casa una buona volta questo pane!

    RispondiElimina
  18. Ecco questa è un'altra ricetta che mi appassiona da tempo poi arrivano le tue foto super e io trovo una motivazione a procedere. Un bacio

    RispondiElimina
  19. *laura: i tuoi commenti, quelli sì, sono una motivazione a procedere.... Grazie! <3

    *arianna: io me la teascinavo da anni, si può dire???? ;)

    RispondiElimina
  20. l'odore del pane rimane nell'aria...

    RispondiElimina
  21. Ma che bello questo pane ....amo molto il pane di segale che è delizioso col salato e col dolce marmellata,,,,ciao da Lia

    RispondiElimina
  22. *Lia, ciao! se ti piacciono i pani di segale e usi anche la pasta madre, qui nel blog ne trovi anche un'altro, realizzato con la ricetta di Gabriele Bonci: http://vanigliacooking.blogspot.it/2012/05/pane-di-segale-e-nordiche-colazioni.html
    Anzi, ora che mi ci fai pensare, mi sa che aggiungo il link della ricetta in coda al post!

    *

    RispondiElimina
  23. Da provare...le ricette super veloci sono utilissime. Qlc usa al posto del latticello lo yogurt greco...secondo te è una buona idea?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nicoletta, ma direi proprio di sì! L'unica cosa, per compensare i liquidi, userei l'accorgimento di cui parlo sopra nel caso di utilizzo di yogurt al posto del latticello, ovvero diluirlo con acqua! ;)
      Grazie dell'idea, proverò sicuramente!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...