mercoledì 16 gennaio 2013

io e parigi *2: confettura di cipolle caramellate e aceto balsamico

#cuisine parisienne 2

La scorsa volta vi avevo promesso la confettura di cipolle caramellate, vero? ;)
La voilà, detto fatto: così facile che si può fare anche in vacanza ;-P.


Per un vasetto (piccolo, vedi foto!) basta mettere in una casseruola profonda e dal fondo spesso 4 grosse cipolle sbucciate e tritate finemente, insieme a 2 cucchiai di olio d'oliva, mescolare con un cucchiaio di legno, salare e far cuocere a fuoco medio una quindicina di minuti, fino a che le cipolle non diventano tenere.
Abbassare poi il fuoco e proseguire la cottura per 30 minuti circa, mescolando di tanto in tanto per evitare che la confettura si attacchi al fondo della casseruola.
Aggiungere a questo punto 3 cucchiai di aceto balsamico e 1,5 cucchiai di zucchero di canna. mescolare e proseguire la cottura a fuoco dolce per ancora 30 minuti, continuando a mescolare (io l'ho tenuta un po' di meno).
A questo punto aggiungere ancora poco aceto balsamico se occorre (la confettura deve rimanere morbida) e lasciar raffreddare.

Si conserva in un vasetto sterilizzato per una settimana in frigorifero.




Anche in questo caso la ricetta viene dal libro di Katie Quinn Davies di cui abbiamo parlato nello scorso post: What Katie Ate.

Ah! Dimenticavo... Perfettissima sui formaggi stagionati, oltre che sulle tartelettes dell'ultimo post! :)


36 commenti:

  1. quel libro lo amiamo tutte, vedo...e io amo anche le tue foto e le atmosfere parisienne così soft!!!! ma quando andiamo a Parigi insieme, a saccheggiare le librerie???????????????????? uffiiiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fra, guarda, io sto sempre a cercar scuse x partire. Il mio sogno è un corso di food-photography à Paris. Pensa che bello. Così non devo arrampicarmi sugli specchi per capire quello che dicono, o peggio, stravolgere il significato di quello che dicono!!!

      Elimina
  2. Slurp; anche se è ora di colazione, mi è già venuta voglia di prepararla!
    Approfitterò della neve per restarmene in casa a cucinare un pò.
    Io colleziono tante riviste nella speranza un giorno di avere un pochino di tempo per produrre qualcosa che non abbia niente a che fare con la cucina, perchè purtroppo avviene raramente; ma non demordo: forse, quando tutti i miei figli saranno cresciuti abbastanza da essere autonomi, ci proverò, almeno spero.
    Complimenti a te, che riesci a realizzare sempre tante cosine carine anche di maglia e cucito; la creatività non ha mai fine!!
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  3. le cipolle caramellate sono di una bontà infinita. me le ha preparate Comandante Amigo e me le ha servite su una pasta sfoglia (una ricetta un pò simile alla tua dell'ultimo post) durante la cena di Capodanno: mi ha conquistata! un bacino mia cara, e a presto! PS Paris c'est Paris...

    RispondiElimina
  4. Buongiorno! Oggi inizio bene la giornata con la tua foto di Paris e questa bellissima ricettina! Grazie!
    ^_^

    RispondiElimina
  5. La devo, devo, devo, preparare!! Che splendoreee! Da anni cercavo questa ricetta.. grazie! :) Certo che Parigi deve essere veramente bella... un abbraccio amica! :)

    RispondiElimina
  6. Ely, devo dirti una cosa: i tuoi commenti mi mettono troppo di buon umore!!! Ti prego non smettere, eh?!

    Cristina: anche io ne la guardo e riguardo, quella foto parigina... E già mi manca così tanto! ;)

    Serena. Fortunata donna... ;)

    Francesca, come hai ragione. È il tempo che purtroppo ha fine... Diciamo cerco di barcamenarmi, salvo poi trovarmi come oggi: mostriciattolo con gli occhi rossi per aver fatto tardi stanotte a scrivere il post... ;)

    RispondiElimina
  7. Ok, adesso c'è proprio tutto! ^___^ Buona giornata!

    RispondiElimina
  8. Ok, adesso c'è proprio tutto! ^___^ Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh. A pensarci bene non ci vuole nulla a farla, vero? ;)

      Elimina
  9. Parigi è una città magnifica, ci sono stata qualche anno fa ma ho intenzione di tornarci, anche perché la prima volta mi sono soffermata su monumenti e musei, ora mi piacerebbe conoscerla meglio dal punto di vista gastronomico! bellissima ricetta e bellissime foto, complimenti! a presto e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria Pia!
      Io consiglierei Oarigi in tutte le salse: i musei, i parchi, i bistrot, la Senna e chi più ne ha più ne metta! Buon futuro viaggio allora! :D

      Elimina
  10. Meravigliosa la marmellata e meravigliosa Parigi! Quanto mi manca...
    Baci
    Elli

    RispondiElimina
  11. TOP! ;)

    PS:ma la foto dove l'hai fatta?

    Daniela

    RispondiElimina
  12. Odio che cosa golosa!!! H qualche difficoltà a digerire le cipolle ma a questa....proprio non so resistere!!!

    RispondiElimina
  13. ciao, io ho provato con l'aceto di sherry.......divino
    PS: credo si trovi anche in Italia

    RispondiElimina
  14. mi mancava questo posto scusa la latitanza, e come al solito amo tutto quello che c'è da queste parti =)

    RispondiElimina
  15. Pensa che ne ho mangiata una giorni fa spalmata sul pesce... divina! E mi sono detta che dovevo cercarne la ricetta. Mi hai agevolato il compito!!

    RispondiElimina
  16. Che incanto sono senza parole!!! Sembra di stare da Daniela...(Calme et...) Che atmosfera che fai respirare...solo che mi viene un pochino il magone dalla voglia!!! Dai,pasa subito,mi ricompongo! Ricettina chic...lei non sbaglia un colpo(e una foto)...j'adore!!!
    bissous...Marika

    RispondiElimina
  17. non so se da una tranquillona come me uno se lo può aspettare, ma sappi, ross, amica mia, che io sarei capace di battere tutta parigi con naso a segugio per scovare il posto in cui hai scatto questa foto! mi riporta a un deja vu, qualcosa che chissà come mi appartiene...
    e finalmente posso preparare la ricettuzza delle tartellette, che è da quando l'hai postata che la penso! :)

    RispondiElimina
  18. Eccomi! :)

    Allora, sveliamo subito l'arcano della foto parisienne, soprattutto per *Daniela l'ospite e per la mia *Vale <3

    Si tratta di uno scorcio da Montmarte, fotografando da "su" verso "giù", ovviamente, e più nello specifico da rue Abesses. Voi fate così: ve ne andate a fare pranzo o una bella robusta colazione da Coquelicot, e poi scendete verso Pigalle fotografando allegramente! ;)

    *Marcello non ti preoccupare, io so che mi pensi ugualmente... Anche se mi sei mancato tantoooooo!!!!! :)

    *Arianna: molto molto interessante. Che pesce era? Cucinato come? Sono piuttosto incuriosita... XD

    RispondiElimina
  19. ross, allora vedi che in qualche modo questo posto, pur non essendo mai stata a parigi, mi sta dentro...da coquelicot ci ho mandato a fare colazione mia cognata (avevo letto di questo posto in un tuo vecchio post), che mi ha riportato in regalo dei biscotti e i mini plumcake. mi ha detto di aver passato una bellissima mattinata passeggiando per quelle strade...e chissà che non sia passata anche per rue abesses... :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per forza tesoro XD, è proprio a due passi!
      Noi abbiamo 'abitato' lì un sacco di volte, quello è il mio quartiere "originario" di Parigi... Ora c'è pure Belville però, che bello!!

      Elimina
  20. ottimo anche sul pane :) ti consiglio di vedere anche un dolce..dimmi cosa ne pensi di questo zuccotto decorato? :)

    http://armoniaincucina.blogspot.it/2013/01/torta-pallone-sembra-vero.html

    RispondiElimina
  21. Sicuramente da provare, la scorsa estate ho fatto una confettura con fichi e cipolle, ma questa qui deve essere proprio meravigliosa! Un bacione!

    RispondiElimina
  22. Terzo tentativo di commentare (sul mio blog :) ma vabbè)... Vediamo se "passa"

    Dicevo a Federica che la sua torta è veramente pazzesca, oltre che perfetta, e mi domandavo (*Ileana) CGE sapore h questa confettura che dici, che mi incuriosisce tanto? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. (ecco quello scritto in lingua non meglio identificato gli è piaciuto... ;) mah!)

      Elimina
  23. Bel le le foto e bellissima pure la confettura!
    Tutto delizioso, come si conviene a Parigi!!
    Bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Il mood à la parisienne mi va moto à genio... Magari poter fotografare sempre da quelle parti... ;)

      Elimina
  24. Nuuu, un corso di food-photografy a Paris?! Se lo trovate mi prendete nella banda?!
    Ancora niente post parisienne da me... son troppo lunga e indecisa :)
    Bacio

    RispondiElimina
  25. Ho una nostalgi adi Parigi che più non si può...vorrà dire che metterò mano ai fornelli per placare un po' la malinconia con questa confettura!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  26. *Marina: assolutamente sì, facciamo un mutuo accordo. Se una delle due scopre qualcosa avverte l'altra all'istante!!!

    *unapiccolamela: eh, buona medicina x la malinconia, la cucina...

    RispondiElimina
  27. Quel libro devo procurarmelo assolutamente, già solo la copertina mi affascina da morire!
    che dire delle tue ricettine e foto parigine ... mi viene una gran voglia di partire! ... Parigi l'ho visitata (molto in fretta ahimé) nel '99!!
    Bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lizzy, ma lo sai che le copertine in questione sono due??? Prima pensavo fosse per differenziare la questione inglese/francese, e invece no! Sono due diverse! A me piace tanto la 'mia', cioè quella con la scatola di financiers... :)

      Elimina
  28. Ciao! sono di Argentina, ho scoperto il tuo blog su pinterest e mi piace tantissimo! Baci!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...