lunedì 22 ottobre 2012

la torte di mele delle meraviglie

Un albero di mele e una torta: la mia ricetta della felicità  ;-)



Ho scattato queste foto in giardino, mentre il sole tramontava lentamente. La torta in verità era ancora calda, si vede da quella piccola crepa al centro della fetta.
Avevo una neonata da badare e due gattine di pochi mesi, pestifere e golose, da tenere a bada.
Mia sorella, mio cognato e Monsieur Patou stavano scaricando cataste di legna per preparare l'inverno in arrivo. Io, la zia blogger e con particolare predisposizione agli svenimenti, sono stata incaricata dei cuccioli del branco.
Dunque le foto sono state scattate a spot, a pezzi, a rate: regolare il bilanciamento del bianco, correre a muovere la carrozzina facendole fare un giretto fino all'avviamento della modalità nanna, ringhiare alla gatta che sta tentando di mangiare la torta ('ste gattine di campagna non sono come il mio gatato di città, che non ama il dolce (almeno quello, a meno che non sia succo di banana o yogurt biologico ai mirtilli)), correre di nuovo al "set", minacciare la gattina, minacciare anche la sorella (non la mia, quella della gattina), aprire un po' il diaframma che il sole adesso sembra un po' diverso, riguardare l'ultima foto per ricordare l'inquadratura di poco prima, scattare, muovere la mela, muovere la fetta, correre alla carrozzina, mia nipote piangiucchia, ah, no, tornare indietro e coprire la torta con un canovaccio, correre da mia nipote e muovere un po' la carrozzina, posare la macchina fotografica e prendere in braccio la bimba, monitorare la gatte, andare a fare un giretto con la bimba piangente, cullare la piccola, addormentare la piccola, gongolare pensando di essere la zia più efficace del mondo, appoggiare lievemente la guancia sulla nipote, appoggiare lievemente la nipote nella carrozzina, prendere la macchina fotografica con sorriso ebete, urlare sottovoce alla gatta: è IN PIEDI sulla torta, ovvero sul canovaccio sulla torta.
Togliere la gatta (che non pesa nulla, è cucciola pure lei), togliere il canovaccio, osservare 4 meravigliose fossette pari-pari le 4 zampe nella torta, sgridare la gatta, riprendere la macchina, scattare.
Le mele le avevamo raccolte 3 ore prima direttamente dall'albero.
Io, la ragazzina nata e cresciuta in città, poi trasferitami nella Capitale, perdo letteralmente la testa quando sono a tu per tu con un albero da frutto (ma quante volte ve l'avrò detto???).
E comunque, mai come nella mia persona credo che l'umore trapeli sfacciatamente nelle immagini di quello che ho cucinato.



La ricetta è una versione un po' francese della classica torta di mele, morbida e con uno strato superiore di zucchero e uova, e le foto sono state fatte con quello che era in casa, il piatto di una vicina, un barattolo di confettura di pere, un cucchiaino, facendo in generale come un esercizio di semplicità, un tema di cui poi mi è capitato di parlare insieme ad un'amica giusto in occasione della gita a Londra...

Si tratta di un "prestito" dal solito numero di Saveur di settembre, che avevo con me in valigia, in quei giorni di inizio autunno, nella bella luminosa Toscana....

ingredienti
200 g di farina
50 g di mandorle tritate finemente
2 uova
120 g di zucchero di canna
10 g di latte
4 cucchiai di olio
1 pizzico di sale
1/2 sacchetto di lievito in polvere
2-3 melette
per il croustillant
50 g di burro
50 g di zucchero
1 uovo

Mescolare con la frusta o con una forchetta l'uovo con lo zucchero.
Aggiungere l'olio il latte ed il sale, poi la farina di mandorle e la farina, sempre mescolando.
Aggiungere le mele sbucciate e tagliate a dadini.
Versare il composto in una teglia da cake lunga 30 cm, precedentemente imburrato ed infarinato.
Cuocere in forno caldo a 180°C per 25 minuti.

Nel frattempo preparare il croustillant: far fondere il burro in una casseruola, aggiungere lo zucchero. Lasciar intiepidire leggermente prima di aggiungere, mescolando, l'uovo.
Sbattere con una frusta o con una forchetta e mettere da parte.

Alla fine dei 25 minuti di cottura, estrarre il dolce dal forno, aumentare la temperatura del termostato a 240°C e versare il composto di uovo e zucchero sulla torta.
Infornare nella parte alta del forno per altri 8 minuti, o finchè non si è formata una crosticina scura superiore.

Ora osservate bene le due gattine. Chi è quella teppistella che mi è montata sulla torta secondo voi????? ;)








38 commenti:

  1. deliziosa! x me le mandorle sono perfette con le mele!

    RispondiElimina
  2. Splendide foto Ross! Quel posto è stupendo e Manitoba&Tapioca sono cresciutissime!!!!
    Questa tortina morbida e golosa di sicuro la rifaccio!
    ps: dello splendido coprispalla postato ieri farai altre versioni e/o altri colori?????
    Un abbraccio grande!
    Sara

    RispondiElimina
  3. *SaraR: due autentiche teppiste. ;-P
    Ma lo sai che anche a me queste foto piacciono un sacco? Dev'essere per l'influenza benefica esercitata su di me dalla nostra pagnottella... <3<3<3 o per la luce?
    Sabato ho caricato 2 coprispalle, uno beige, ed uno verde scuroscuroscuro (c'era la doppia opzione di Etsy, a mio parere non molto visibile) molto nelle tue corde secondo me.
    Unico problema, di lana per il verdone ne avevo solo per un capo (è una lana introvabile della quale ho fatto incetta l'anno scorso), che è stato già acquistato!!!
    Però devo fare un giretto di negozi di lane perché per ora mi hanno chiesto se c'è disponibilità di lana grigia o nera.... Tu a quale colore pensavi? :)

    RispondiElimina
  4. Adoro la torta di mele che, secondo me, è una torta per tutte le stagioni (anche se in questo momento fa molto autunno...). Ne ho fatta una proprio la scorsa settimana e mi ha dato buone soddisfazioni. Molto interessante la versione che proponi tu, con foto irresistibili...
    Buona settimana

    RispondiElimina
  5. Le visite al tuo blog dovrebbero prescriverle come terapia contro l'ansia. Ogni volta che vengo da te, ti leggo e guardo le tue foto provo un senso di serenità.
    Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E tu Vale andresti iscritta x il "commento -buonumore del lunedì"!!!!

      Elimina
  6. Secondo me è stata quella grigia! E io avrei visto volentieri una foto con l'impronta delle zampine della gatta sulla torta :P
    Complimenti per torta, foto (bellissime come sempre) racconto e baby/cat-sitteraggio!!

    RispondiElimina
  7. Anch'io ho un gatto, e adora infilarsi nelle foto. Soprattutto quando c'è qualcosa di tondo nell'obiettivo.
    Mi piace tutto, e lo sai benissimo. Sai che sono una "torta di mele addicted" e che amo stare all'aperto, a godermi la luce, l'aria, la sensazione di calma al di fuori della città. E, cosa te lo dico fare, anch'io mi sciolgo davanti a un albero da frutto...
    Buona giornata, Ross! :*

    Ps: ieri ho iniziato Cortàzar! ;)

    RispondiElimina
  8. :) sorrido
    :) voglia di torta di mele all'aperto...
    baci

    RispondiElimina
  9. *habemuspappam: sììììì!!!!! Ma come hai fatto? Si vede così bene il muso da puzzona?

    *agnese: <3

    *babs: :D

    RispondiElimina
  10. Buongiorno cara Vaniglia!
    mi hai fatto morire dalle ristae con il racconto dei gatti e delle foto! :)
    Però nonostante le corse e le teppiste le foto ti sono venute fantastiche, luce splendida, morbida e calda.
    Mi viene voglia di fare subito una torta di mele anche a me...
    Una all'anno almeno bisognerà farla no!?

    RispondiElimina
  11. oh come ti capisco, signora mia, come ti capisco! eppure i cuccioli ti fan fare cose bellissime nonostante stravolgano quello che riteniamo il 'modo giusto e sacrosanto', quel modo per fare le cose come le abbiamo sempre fatte...sono magiche le nostre nipotine!

    RispondiElimina
  12. E' meravigliosa... quanto amo le torte di mele... credo che abbiano una magia: rendono migliore qualsiasi giornata. Buona settimana!

    RispondiElimina
  13. *elisa-Kitty: eh, sai cos'è? (oltre alla mi meravigliosa nipote e musa ispiratrice?) che a forza di fare le foto al buio, un giorno che hai la luce diventi matto, non ti pare vero! E poi, mamma che bello poter fotografare all'aperto!!!!

    *vale: è proprio cosììì!!!! XD

    *ilenia: condivido in pieno. La mela rende tutto magico. A volte anche solo addentarla! ;)

    RispondiElimina
  14. finalmente ho due minuti dal mio cazzeggio per venire a leggerti e a respirare un po', amo il contrasto della frenesia del post e la quiete delle foto meravigliose e poi sai (ormai) come sono dammi una mela e una torta e potrei scalare l'everest!!! un bacio <3

    RispondiElimina
  15. Eccomi di nuovo, mi piace molto anche questo post: anche a me capita di cucinare e fotografare fuori sede e così succede che tutto viene fuori dalla libera ispirazione del momento. Belle le tue foto sempre!Un bacio

    RispondiElimina
  16. Marcello. Ma lo sai che mi è venuto un dubbio atroce? La foto è troppo "quieta". Non sai quanto ho riflettuto per decidere, ma mi sa che mi tocca sostituirla con una quasi uguale ma con tre melette sullo sfondo... L'unico problema è che di quella ho due versioni l'una con le fette un po' troppo vicine alle mele, l'altra con le fette un po' troppo vicine al barattolo.... Vedi che la frenesia a volte fa brutti scherzi? ;)

    RispondiElimina
  17. Posso solo immaginare questa torta di mele, in giardino, col sole che scompare, nonostante la frenesia, deve essere stata una meraviglia ;)
    una bacio cara,
    M.

    RispondiElimina
  18. Ross allora vedi che fra le due questa è quella quieta e perfetta ;) ti adoro =)

    RispondiElimina
  19. Buonasera Ross, ma qui da te è sempre tutto così... così... bello? una gioia per gli occhi e la mente ( e la pancina!) un bacio a te e alle gatte

    RispondiElimina
  20. *martina: la verità è che si trattava di una "frenesia" troppo bella! ;) mia nipote mi calma, ha lo stesso potere che hanno su di me le mie due sorelle... dev'essere nel corredo genetico della famiglia!!! ;)

    *marcello: speravo tanto che rispondessi! ;) anzi sarebbe bello una volta poter disquisire "di persona" di foto, magari tra uno scatto e l'altro... :) (ps. anche io mangio solo una fetta, in genere (più d'una, ma mai nello stesso giorno, solo se le bocche a mangiare sono così poche da rischiere che la torta si rivini o semplicemente perda fragranza...)...)

    *marina: grazie Marina, presenterò! se qui è tutto così bello, anche i tuoi commenti sono sempre così affettuosi! Anzi a volte quando vedo che sei tu, già so che mi piaceranno un sacco. Se proprio forte ragazza.

    RispondiElimina
  21. Lo sai cosa avevo in programma per domani??? Una torta di mele!!! Ti voglio troppo bene:-)!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  22. *marifra: <3<3<3<3<3<3<3<3<3 ;)

    RispondiElimina
  23. Ma non potevi far fare da babysitter alle gattine? Ho visto un video su youtube...ci sanno fare i gatti coi bimbi. Bellissima la torta...ma io non ho una teglia da plumcake, quindi mi sa che la salto. Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *elena: stampo da ciambella!!! Oppure una normale teglia da torta... Non cambia nulla! Al limite, se viene un po' più bassa, la tieni un paio di minutino in meno in forno... ;)

      Elimina
  24. Se la torta è buona quanto sono belle le foto.... ci provo subito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *cinciarella: diciamo che la torta con il suo sapore ha ispirato le foto! Mi sembra un buon indicatore... ;)

      Elimina
  25. Rosss!!!
    ...se posso...se puoi....come tu hai ben colto nelle mie corde ci sarebbe il verde in ogni sua gradazione (adoro i verdoni!!) e ci sta bene anche il marrone caldo e accogliente.....
    Resto in attesa.....
    ps: quest'inverno rifarai il mercatino nella terra natia????
    un bacio grande grande ... e buona giornata :*

    pps: ho comprato il super manuale del lavoro a maglia da te consigliato....ora sono proprio all'abc....ma mi piace da impazzire!!!!!
    grazie!!!

    RispondiElimina
  26. geniale. io c'ero ma il tuo racconto rende meglio della realtà :-) ciao zia matta ciao.

    RispondiElimina
  27. ahahah, mi hai fatto un sacco ridere con il tuo racconto. anche la mia gatta ama i dolci e appena mi distraggo mi ruba torte, biscotti e pure il muesli.
    torta ottima, foto stupende e gattine tutte da strafugnare, sono bellissime!

    RispondiElimina
  28. Il tuo racconto mi ha fatto ridere da sola davanti al pc!!!! mele, torte, gatti, campagna... che c'è di meglio??

    RispondiElimina
  29. *saraR: settimana prox spedizione lane! (oggi intanto provo dalla signora Lidia e il finesettimana a Fabriano) vediamo cosa trovo.... Ma questo coprispalle sta avendo un successone! ;)
    Non so se quest'anno io e zia faremo 'la bottega'... Però ricordo che l'anno scorso c'era stato, una domenica di dicembre, un mercatino degli "hobby artigiani".... Sarà ora di cominciare ad informarsi se quest'anno lo fanno di nuovo! ;)
    Ps. Ma lo sai che adesso quel libro lo abbiamo tutte e tre? Io, te e Anto!!!! <3

    *antonella: <3<3<3

    *Lise: ehehehhh!

    *carlotta: esatto, quando poi vieni da una grande città puzzolente e rumorosa... ;)

    RispondiElimina
  30. Non solo brava in cucina, a scrivere e a fotgrafare. Adesso mi hai fatto anche ridere?! Poi cara la mia Ross? Hai qualche difettuccio nascosto da qualche parte?
    Brava come sempre. Bacioni

    RispondiElimina
  31. *roberta: eeeehhhhhh?! Hai voglia bella mia! ;) uno a caso? Il primo che mi viene in mente? Sono una grande romoiscatole. Con me stessa e pure con gli altri... Amorevolmente eh? Ma se si potesse evitare, sarebbe meglio! ;).

    *barbara: ;)

    RispondiElimina
  32. la torta di mele è in assoluto uno dei dolci che mangio più volentieri... per altro il suo essere così dolce e appetitosa si coniuga alla perfezione con questa stagione dalle tinte grigie... una tazzona di cioccolata calda o di tisana aromatizzata, sono perfette compagne!

    RispondiElimina
  33. Ciao, sembra buonissima, vorrei provare a farla ma mi tornano "strani" quei 10 gr di latte, è giusto così?
    Grazie mille!
    Alessandra

    RispondiElimina
  34. Ciao Alessandra.. Vedo solo ora, per caso, il tuo commento...
    Sì, è così... :)

    ciao ciao, spero che tu possa leggere, anche se ho scritto in ritardo!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...