lunedì 17 settembre 2012

torta integrale alle prugne selvatiche

Che, vi scoccia se seguito ancora per un pochino con le torte rustiche/paesane alla frutta? ;-)
Se siete pazienti prima della fine del mese arriva pure qualche piattino salato...
Però si sa, in casa Vaniglia, "storicamente" settembre è un mese dolce... :)
Inoltre io, da brava bambina cresciuta in città, lontana dagli alberi e dai giardini, impazzisco letteralmente per gli alberi da frutto. Quando li vedo, anche in campagna lungo una strada sterrata o un sentiero, do letteralmente di matto.
A volte dunque amici, parenti, vicini di casa che vanno in ferie e ai quali io e Monsieur Patou innaffiamo il giardino (vabè, più Monsieur Patou... ;-P), mi "prestano" i loro alberi, ed io brava-brava, mi porto via qualche frutto, con cui poi, tutta contenta di me, faccio una marmellata speciale o una tortina rusticotta...
Che poi, dato che è settembre e siamo in piena rentrée des classes, magari le mamme (o i papà) che leggono, saranno pure contenti, vistomai qualche ricettina di queste potesse essere utile per qualche merenda scolastica... ;).


Il tema sarebbe quindi quello delle merende sane, che unite all'altro tema che è la frutta di fine estate, non può che portarci ad una torta integrale, fatta adattando una ricetta di tanto tempo fa, e rendendola ancora più "ruvida"; cosa che non mi dispiace affatto, in nessun caso, e meno che mai nei dolci alla frutta, dei quali a mio parere l'unico rischio è quello che quest'ultima sia troppo succosa e l'impasto, se soffice, ne assorba i liquidi, una volta cotto il tutto, lasciando aloni di materia dolciastra e imprecisata nella torta di turno (ehm, si era parlato del mio difficile rapporto con le torta di frutta proprio qui).

Ora, la già citata torta di partenza era perfetta per i miei gusti in tal senso: impasto "tosto" anche grazie alle mandorle tritate, e frutta che se ne sta al suo posto proprio come piace a me (oddìo, sembro un po' fuori di testa? la domatrice delle torte alla frutta.... ecco a voi - rullo di tamburi - Vaniglia!), però, con la farina integrale e lo zucchero di canna in cristalli (che come fai a non metterli con le prugnette selvatiche? ;-)), vi assicuro che è superbuona oltre che supersana!

Quindi, testata, fotografata, postata, ecco la ricetta!

ingredienti
Prugne 400 gr (anche qualcosina di meno ;-))
farina integrale 100 gr
zucchero di canna in cristalli 100 gr
mandorle tritate finemente 100 gr
burro 80 gr
uova 2
lievito per dolci 1 cucchiaino
sale
per la tortiera: 1 noce di burro +zucchero di canna

Lavorare il burro morbido con lozucchero, aggiungere la farina di mandorle, e poi le uova,incorporandole una ad una.
Aggiungere la farina setacciata con illievito e il sale.
Versare questo composto nella tortiera (diametro 22-24 cm) imburrata e cosparsa con dello zucchero di canna. Aggiungere,premendo un po’, le prugne tagliate in quarti (o a metà, a seconda della grandezza di queste...).
Infornare a 180° per circa 45minuti.




Vi auguro una buonissima settimana, e mi permetto di lincarvi qualche altra ricetta a base di prugne, per chi come me in questo periodo dell'anno non può fare a meno di metterle ovunque...


confettura di prugne e vaniglia (la mia preferita in assoluto)



38 commenti:

  1. Ah cosa vedono i miei occhi... Slurp! Anche se sono un pó cresciuta, la vorrei per la mia di merenda! Ciao domatrice di torte di frutta :) ahaha

    RispondiElimina
  2. Questa torta è strepitosa! E sarebbe perfetta per la mia colazione :-))
    Bravissima!

    RispondiElimina
  3. Questa torta è strepitosa! E sarebbe perfetta per la mia colazione :-))
    Bravissima!

    RispondiElimina
  4. Bellissima la seconda foto...perfetta la consistenza dell'impasto e con l'uso dello zucchero di canna in cristalli e la farina integrale il risultato non sarà per nulla stucchevole, quindi mi garba proprio ragazza!!
    A proposito, lo sai che sei sulla pagina dei ringraziamenti del uovo libro di Sigrid??!! quando l'ho letto mi è spuntato un sorriso commosso!! Quasi che fossimo una grande famiglia (bloggers' family ... e forse un po' lo siamo ;) ). Buon lunedì, un abbraccio =) Lys

    RispondiElimina
  5. W le torte country, che anche qui ci piacciono tanto!
    e W quella foto della torta sulla sedia, mi piace una cifra! baci rusticosi (con la frutta al suo posto!)
    tra poco ci rivediamo! xx

    RispondiElimina
  6. *Cristina... Eheheh, in effetti, noi l'abbiamo mangiata tra adulti (dopo che io la domai, ovviamente!!! ;))

    *Orecchini.di.perle: grazie!!!

    *lys: cara, in effetti sì, questa torta fa proprio per te, ti si addice!!!! La seconda foto l'ho messa proprio x far vedere
    l'interno (dopo tutte quelle assurde considerazioni sull'impasto...).
    Ma Sigrid???? Sei sicura che sia l'ultimo (l'ultimissimo), e non il penultimo? Troppo carina. E generosa, la belga ;)
    Io torno oggi da un "viaggio", quindi sono stata lontana dalle librerie gli ultimi giorni e non ho ancora avuto modo di "arraffarlo"...

    RispondiElimina
  7. *Giulietta ciao!!!!
    Quella è una SEDIA DI TERRA TOSCANA.... Come hai fatto a riconoscerla???? ;)
    Sììì, fra poco ci rivediamo!!! (sono super-agitata!!)

    RispondiElimina
  8. mi sembra moooolto appetitosa!! più integrale per tutti! un bacio, buon lunedì!

    RispondiElimina
  9. oh yes! ci sei, ci sei,...sull'ultimissimo e per un motivo secondo me graziosissimo (ultima pagina nei grazie!)...però non ti anticipo altro, sennò il gusto della sorpresa non c'è proprio più!! Anzi, spero di non aver sbagliato ad accennartelo, ma come facevo?? Era già qualche giorno che mi ripetevo di doverti raccontare...ottima giornata=)

    RispondiElimina
  10. beh da te solo garanzie!!! Questa torta (e non solo) mi ha letteralmente conquistata. Sei proprio 'la più bravissima' :-)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Che sia super buona non ho il minimo dubbio sai!?
    Ed è sacrosantamente vero quello che dici, non si sopporta la frutta sprofondata su fondo, quindi benvenga vaniglia la domatrice di torte alla frutta. :)

    ps. Sto ancora a ride!

    RispondiElimina
  12. ah che meraviglia che colori e che foto questa torta mi piace assai!!!

    RispondiElimina
  13. Se ci scoccia che continui con queste torte??? Stai scherzando vero?? Continua fino a quanto vuoi perchè sono una più buona dell'altra ...
    Questa poi è davvero la fine del mondo con la farina intergrale e lo zucchero di canna.
    Complimenti
    Un bacioneeee

    RispondiElimina
  14. Ma no che non ci scoccia!!!Sono così.."pittoresche" e sicuramente le più buone!!!=)))

    RispondiElimina
  15. *flavia e monique... benebene, perchè, lo ammetto, ce n'è un'altra in cantiere... ;)

    *marcello: ahhhh, che bello che anche tu vedi i colori. io ero proprio andata in palla col fatto che la volevo un po' "doratina"...

    *Lys: orcocan, sto morendo di curiosità, ma oggi la giornata è ABISSALE, di quelle che esci all'aperto solo quando è notte ed i negozi tutti già chiusi... :(

    *roberta (come se dice a roma): maddechèèèè!!!!? ;)

    *elisa-kitty: ecco, perfetto, ma allora non sono l'unica??? :D

    RispondiElimina
  16. io aspetto il salato ma .. nel frattempo mi rifaccio gli occhi con questa meraviglia che mi ha conquistata al primo sguardo!Bentrovata e buona settimana :D

    RispondiElimina
  17. Questa torta è qualcosa di fantastico!!! Adoro le ricette dal sapore un po' rustico!
    Non smettere mai e poi di regalarci queste meraviglie!!!!!
    A presto
    Erika

    RispondiElimina
  18. E' veramente perfetta! Bella, invitante e sicuramente buona. Quanto vorrei assaggiarne anche solo un pezzettino!
    Buon inizio settimana!

    Alice
    operazionefrittomisto.blogspot.it

    RispondiElimina
  19. sì sì mi piacciono le torte rustiche!!!

    RispondiElimina
  20. *Meggy: mi pazienti ancora un pochino-ino? ;)
    poi mi faccio perdonare...

    *Erika: ma allora eccomi! ;)

    *Alice: guarda, ci vuole più aleggerla che a cucinarla, provala! :)

    *tortino al cioccolato: !!!!!! XD

    RispondiElimina
  21. anche a me questi dolci "paesani" alla frutta, un po' rustici e un po' rétro piacciono tanto, fanno proprio ..autunno ..e fanno sentire subito a casa..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *alessia: sììì, hanno un che di romantico-rilassato-sognatore... ;)

      Elimina
  22. ho letto e riletto... ma quelle ciliegie da lavare e sbucciare... in realtà sarebbero le prugne, vero? :) ad un certo punto pensavo di essermi persa un passaggio! e lo sai che le torte con la frutta mi piacciono tantissimo? un bacino! sere

    RispondiElimina
  23. *serena: sììì, che idiota che sono! ora vado a correggere! (come dicevo, la ricetta è adattata da un'altra fatta con le ciliegie... tra l'altro poco sotto scrivo "tagliate a metà o in quarti seconda della grandezza"!!! ;-P)
    Grazie mille, corro ad aggiustare!

    RispondiElimina
  24. Mhhh... Questa ricetta mi parece molto bene, mi piacere avere una piccola trancha per la colazione o otro momento!

    Buona giornatta.

    ( E scusi per il mio Italiano! )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rose non scusarti x l'italiano! Anche io lo faccio sempre quando cerco di commentate in altre lingue, e so quanto è 'faticoso'...
      Grazie mille, ti mando una fetta col pensiero! ;)

      Elimina
  25. Di blog in blog oggi sono arrivata da te e...mi sono fermata!. Mi piacciono molto le torte rustiche alla frutta e questa è candidata alla prossima infornata perché ho delle ottime prugne belle sode raccolte nel giardino di un mio amico che non aspettano altro che essere "trasformate". Ma ho sbirciato anche altre cosette qua e la e mi piace molto ciò che fai. Tornerò. :-)

    RispondiElimina
  26. Sai che riesco a sentire la consistenza... Ottimo, a tal punto che credo proprio di rifarla al più presto! Vedrai ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  27. Una bellissima torta rustica che fa venir coglia di starsene seduti sul divano con una tazza di te e la copertina....

    RispondiElimina
  28. *clara: che bello eh, saltellare di blog in blog? E grazie x esserti fermata... ;) ci vediamo presto allora!

    *marina: sììì!!!! Allora io l'aspetto impaziente!

    *mila: sì, che meraviglia il primo freschetto...

    RispondiElimina
  29. credo di aver combinato qualcosa, poco fa ti ho scritto ma non trovo straccia del mio messaggio :-( insomma Rossella cara significa che devo insistere ;-) questa torta mi fa impazzire per tanti motivi: la dolcezza delle prugne, la ruvidezza dell'impasto e la combinazione del tutto; in più ci sono le foto, sempre più belle e non sai quanto mi piacerebbe avere qualche consiglio per immortalare i mie effetti di luce ideali!A presto!:-)

    RispondiElimina
  30. Cara Rossella, anch'io ho lo stesso problema con le torte alla frutta, forse perchè spesso metto più frutta di quanto dovrei. Proprio qualche giorno fa ho fatto un plumcake con le prugne, mandorle e cannella, molto buono ma l'interno era compatto e umido...se tu hai risolto il problema non mi resta che copiare questa ricetta...grazie, domatrice di torta alla frutta!
    e.

    RispondiElimina
  31. meravigliosa texture rustica, tutti quei granellini di zucchero grezzo e i colori che anticipano l'inverno.
    A Parigi siamo invasi dalle mirabelles, quelle piccole prugne dorate effimere come i fiori del ciliegio, pochissime settimane e poi ricomncia l'attesa per l'anno successivo. Segno la ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece poco fa ho trovato le 'Regina Claudia'... Non so perché ma ti ho pensata...

      Elimina
  32. *laura (sto rispondendo un po' in disordine, mi sa ;-P) consigli x immortalare? Non a me, vero? No perché io ogni foto è come se la 'svangassi'!!!
    Ma le tue sono bellissime. La luce, le inquadrature... Poi succede così: manmano che si va avanti, migliorano sempre un po'... :)

    *bucciadilimone: io ho una mia teoria da domatrice ;): la texture deve essere un po' grezza per sostenere l'umido. Gli ingredienti secchi poi vanno benissimo: che so, il cruschello d'avena "tiene" molto bene... E poi la frutta, non troppa e non troppo matura... ;) vabe', queste le mie personali teorie...

    RispondiElimina
  33. Ciao Rossella, è davvero un piacere tornare a rileggerti. E poi iniziare con una torta rustica e paesano come piace a me, è il massimo! Altro che cake design! ... meglio una doppia fetta di torta alle mele :) Forse sarà settembre, ma anche io ne ho appena fatta una e ho già voglia di farne un'altra ancora più fruttosa. A presto, Barbara

    RispondiElimina
  34. *barbara: sìììì, come la tua crostata di fichi!!! ;)

    RispondiElimina
  35. Cara Rossella, come avevo anticipato in un commento più su, l'ho fatta con le prugne del giardino di un amico ed è deliziosa. Davvero molto molto buona!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...