giovedì 27 settembre 2012

scottish bisquit


Sono in partenza...

Scrivo questo post mentre sto cercando di agguantare le ultime cose da indossare, imprecando contro la compagnia aerea che mi costringe a mettere tutto-tuttissimo in un unico "collo" (quindi immaginate di sottrarre ad un volume 55x40x20 cm lo spazio di una borsa per macchina fotografica con dentro la suddetta macchina - RICORDARE LA MACCHINA, più quello per un pc portatile, con relativa custodia -RICORDARE IL PC) e sto pensando di mettere i calzini nei "buchi" per gli obiettivi (sì, quelli che un giorno avrò, pianpiano, e che per ora sono solo due spazi laterali accanto alla macchina nella custodia - OK, FICCARE CALZINI ;-P); in ultimo, ma non ultimo (ehm, pare che si dica last but not least, e sulle vicissitudini varie che accompagnano il viaggio e il mio rapporto con la lingua inglese potete leggere qui ;))) devo SOLO ricordarmi i biglietti, le carte d'imbarco, e tutti i miei appuntini per arrivare dall'aereoporto a casa (ehm, sì, io mai stata a Londra! ;))...

Vi lascio con una tazza di tè e due biscottini, in modo che possiate aspettarmi (lo farete, vero? ;P) sorseggiando e sgranocchiando.







Si tratta di una ricetta speciale, arrivata da un'amica speciale (:D), e accompagnata da un tè speciale (vabè, acquistato a Parigi, certe predilezioni non sarò mai in grado di correggerle!) versato in una tazza anch'essa speciale, perchè è il regalo prezioso di un'altra amica, che è anch'essa così straordinaria che anche solo leggerne i commenti su questo blog io mi sento bene, figuratevi quando la vedo di persona!

La ricetta è copiaincollata come la prima delle due amiche speciali (che un giorno farò conoscere!) me l'ha scritta in una mail, ovvero come da suo appunto: come l'altra meravigliosa ricetta che veniva da lei (partendo da qui, libro che poi ho finito per comprarmi! ;-P) per me significa tè, e impasti fragranti e croccanti, sempre molto british, sempre con i miei amati semi di carvi.

scottish bisquit

190° x 10 min. / diam. 7,5 cm

A 226 gr farina
B 85 gr zucchero
C 85 gr burro
D 1/2 teaspoon baking powder
E 1/2 teaspoon caraway seeds
F 1 teaspoon milk
G 1 uovo.

{[(A+D) +C] + (B+E) + (G+F)}.

PS. io ho steso l'impasto alto un dito, poi tagliato a "bastoncini", come degli shortbreads (mi pareva che si adattasse bene, ed infatti! :))

23 commenti:

  1. questi biscottini, son proprio carucci, sí.. e come ti invidio che te ne vai a londra per questa bella inziativa (:
    buon viaggio!!

    RispondiElimina
  2. il mio noto cuore di ghiaccio si sta sciogliendo!
    e comunque rido; specie per la ricetta metà in italiano e metà in inglese e relativa trascrizione del procedimento. :)

    RispondiElimina
  3. *silvia: io pure dovrei invidiarmi, ma sono troppo presa ad essere agitata x il mio scarso inglese x rendermi conto della cosa bella che sto per fare!!! XD

    *lukiz: geniale, la adoro, ieri sera ho pure pensato di instituire un nuovo modo di scriverle (che ne so, metà tuo con le equazioni e metà mio con le frecce e i cerchi), ma non so se il pubblico riuscirebbe a tollerare il frutto di due menti squinternate insieme!!!
    Ah, stavo per scrivere che pure i semi di carvi venivano dal tuo finto cuore di pietra che invece è un burro della migliore qualità, ma ho avuto pudore (e sapevo che avresti apprezzato).
    Che dici, qui nei commenti si vede di meno???? ;)
    Bacetti pubblici a te!!! :D

    RispondiElimina
  4. Come ti invidio!! Adoro Londra e non ci vado da così tanto tempo... Vedrai che ti conquisterà come hanno fatto questi scottish bisquit con me. A presto!

    RispondiElimina
  5. vai al borough market!
    http://www.boroughmarket.org.uk/

    sei malvagia, sappilo! cuore di burro è un po' come cuore di panna :)

    RispondiElimina
  6. Clara, x me è la prima volta, non ci capirò nulla!!! (ma sarà bello lo stesso :))

    Sara: ahahahhhh, ahahahhhh (risata malvagia), non darmi ridere, che sono in autobus x ultime cose lavorative e mi scappano sorrisetti ebeti rivolti a te, e poi le genti pensano che magari sono innamorata dell'I-fòno

    RispondiElimina
  7. Buon viaggio Rossella e divertiti, penso che sarà bellissimo. Poi raccontaci tutto se ti va. Ciao!

    RispondiElimina
  8. Buon viaggio e soprattutto... RICORDATI L'ADATTATORE PER LA SPINA !!! baci

    RispondiElimina
  9. che bello! mi raccomando, raccontaci tutto. :-D
    e buon vaggio!

    RispondiElimina
  10. ross, sono commossa. vederle in foto mi riporta al picnic nel giardino del condominio, al pomeriggio in cui mi hai coccolato dopo due ore passate in grande agitazione...
    mi esce una lacrimuccia, mannaggia...
    e poi penso: "t'immagini se a londra, appena vengono a sapere di tutte le cose belle che combina, se la prendono lì a lavorare, che so, per un libro, per una rivista, per una nuova trasmissione fooditalianstyle...oooddio, no, divertiti ma torna presto, ti prego tornaaa!
    p.s. no va bè, mi raccomando, prendi tanti contatti, parla il tuo english pensando che lo parli nel modo più strafico del mondo (perché è così!)e sono sicura che sarà un momento importante per consolidare i tuoi progetti. e poi impazziranno per una persona creativa, preparata, fresca e spontanea come te. vedranno il sole!!! un abbraccio grande a Pato!
    p.p.s. non dimenticare la maglia di lana.
    p.p.p.s. ti voglio bene!

    RispondiElimina
  11. cara vaniglia, il tuo blog è semplicemente strepitoso!!! Ti seguo da tanto, ma, essendo sempre di corsa, non mi sono mai fermata a commentare. Che dire.. complimenti complimenti e complimenti e Buon viaggio

    RispondiElimina
  12. *vale: <3 sciocchina, vuoi vede' che mi fai piangere pure a me? Non ti preoccupare, sappi che nessuno mi rapirà! ;) ed io sarò muta come un pesce, purtroppo, ci scommetto (cosa alquanto disdicevole, dato che tutto il mio 'fascino' sta nella parola, vabè anche il mio essere rompiscatole, aggiungerebbe Patou, che ti saluto prima di subito!!!)
    Anche io ti voglio bene (e sto ridendo a crepapelle all'immagine della "trasmissione", con me e il mio inglese da trolls che comunichiamo a gesti...)

    *latte e fiele: good girl!!!!!! Ti mi stai salvando in extremis. Oddìo spero solo di riuscire a trovarla, prima di autospedirmi all'aeroporto!!!

    A tutti: prometto grandi racconti (e temo anche grasse risate! ;-))!!!

    RispondiElimina
  13. *Journeycake: graziegraziegrazie!!!! :) quando arrivano i commenti-silenti per me è sempre un po' speciale! ;)

    RispondiElimina
  14. ehm..nemmeno io mai stata a Londra....che ci vuoi fare...
    ottimi i biscottini. ti aspettiamO!!

    RispondiElimina
  15. Goditi questo viaggio e vivi tutto quello che ti arriva...non si sa mai che riuscirai a realizzare anche un sogno! Complimenti per il tuo blog...è veramente speciale.

    RispondiElimina
  16. Vai Rossssssss!!! Porta in alto il nome delle Foodblogger italiane!!!
    Ci sentiamo al rientro. Bacioni

    RispondiElimina
  17. Mi fai venire in mente la sensazione che probabilmente hai provato facendo la valigia...quel mix di voglia di partire e terrore di dimenticare qualcosa.
    Questi biscottini poi sono fantastici!
    Buon viaggio e buon evento!

    Alice
    operazionefrittomisto.blogspot.it

    RispondiElimina
  18. ah, dimenticavo: quel grigio sulla base ci sta da dio! foto super!

    RispondiElimina
  19. Mi ripeterò ma il tuo blog mi piace proprio. Di nuovo complimenti e buon viaggio!

    RispondiElimina
  20. Devi andare assolutamente da Paul Rhodea a Greenwich 37 King William Walk a provare i vari "pani" e dolci.
    Ciao

    RispondiElimina
  21. La tazza è bella, e la foto finalmente sa di tè bevuto sul divano col plaid:)

    RispondiElimina
  22. biscotti di qua, biscotti da là, ok nel fine settimana li faccio, son troppo belli!!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...