mercoledì 18 luglio 2012

cibo estivo, le freselle (fatte in casa, of course! ;-)



Io e mio papà adoriamo le freselle.
E' una cosa tutta estiva che secondo me ci fa sentire entrambi un po' in vacanza.
1. perché non è una cena che va pianificata
2. perché non è una cena che va preparata (e questo credo faccia sentire in vacanza più che altro mamma! ;-))
3. perchè è versatile sia dal punto di vista della location che dell'accompagnamento: cucina, soggiorno, terrazza o giardino, pomodorini e basilico o origano (la classica! ;-)), tartare di zucchine al sesamo, mais arrostito o non, magari con qualche foglia di erba cipollina... limonata, gazzosa o birra!

L'idea di provare a farle in casa, da sola, è arrivata solo qualche giorno fa, per poter utilizzare la quota settimanale di pasta madre, ed è stata per me una vera illuminazione: sono facilissime, e adesso potrò farle in tutte le salse: anche integrali, con il finocchietto selvatico o i semi di carvi, al peperoncino (poco eh?), alla paprika o con le spezie che mi salteranno in mente!

Ecco la ricetta base.
La prossima prova sarà con la farina integrale... Magari vi faccio sapere eh? ;-P

Ultima nota: so' bbuone da paura anche prima della seconda cottura, quando sono ancora sotto forma di ciambellina morbida... ma forse questo non avrei dovuto dirvelo! ;-)




ingredienti:
500gr farina di forza
140gr pasta madre rinfrescata la sera prima e riportata a temperatura ambiente
280gr acqua
un pizzico generoso di sale

Sciogliere il lievito madre in acqua appena tiepida.
Mettere la farina sulla spianatoia o nell'impastatrice. Formare la forntana ed aggiungere il lievito sciolto nell'acqua impastando bene. Aggiungere il sale e continuare ad impastare per una decina di minuti, o fino a che l'impasto sarà diventato liscio ed omogeneo.
Far lievitare per 3-4 ore coperta da pellicola alimentare finchè il volume dell'impasto non raddoppia.
Riprendere l’impasto e dividerlo in sei parti, e con ognuna di queste formare dei salsicciotti lunghi circa 40 cm.
Formare con ciascuno una ciambella il cui buco centrale deve essere largo almeno come il vostro polso (;-P)
Disporre le ciambelle sulla carta da forno stesa sulla teglia, poi coprirle con un canovaccio leggermente inumidito e far lievitare per altre 3-4 ore o fino al raddoppio.
Allargare i buchini di ogni ciambella se si sono « ristretti », poi cuocere in forno a 200°C per 10 minuti, poi abbassare a 180°C per altri 10-15 minuti fino a che le ciambelle non saranno leggermente dorate.
Tirare fuori dal forno e abbassare la temperatura a 150C°, tagliare per lungo per ottenere le freselle (12).
Rimettere in forno con la parte tagliata rivolta verso l'alto, per almeno altri 20' o fino a doratura.
Poi spegnere il forno e lasciarvi freddare le freselle dentro, in modo da farle asciugare ancora un po'.


Si conservano a lungo, in un sacchettino di plastica chiuso ermeticamente.

Si possono ammorbidire, nel tempo, passandole sotto l'acqua corrente. Poi vanno salte, condite con olio, pomodoro a pezzetti e un pizzico di origano.
Se piace possono anche essere trofinate con aglio.

30 commenti:

  1. Mai mangiate... Giuro. Non mi è mai capitata l'occasione di trovarne di veramente buone e così sto ancora aspettando.
    Come sta la neo-zia? :)

    RispondiElimina
  2. Che buoneeeeeeeeeee olio sale e freselle a volontà =)))))

    RispondiElimina
  3. *caro: veramente?????? Non ci credo! È perché sei nordica... ;-P io e il mio lato lucano invece ci siamo cresciuti... ;)

    *mela e cannella: sììì... Ci stiamo forse preparando all'estate???? XD

    RispondiElimina
  4. Ummm...che voglia di impastare!!!Bravissima!!!Adoro le freselle,quasi quasi ci provo :))

    RispondiElimina
  5. oltre olio sale aggiungere l'origano magari quello di nonna.

    RispondiElimina
  6. Ma anche d'estate con la pasta madre non molli vedo! :)
    Che brava che sei e le friselle salvacena sono un ottimo compromesso in questa stagione.
    Sulla tartare di succhide e sesamo invece mi devi spiegare meglio!!!

    RispondiElimina
  7. ok, m'hai convinto: lo riaccendo 'sto forno!

    RispondiElimina
  8. in Puglia, nelle estati passate da nonna, si cresceva a friselle (noi le chiamiamo così) olio, pomodori e basilico ma anche friselle e Nutella. Le hai mai provate? mmmmmmmmmm
    m.

    RispondiElimina
  9. *chiara: sììì, ci vuole un attimo (a parte le 8 ore di lievitazione! ;-))

    *anonimo: esattamente quello, ho messo!!! ;)

    *elisa: zucchine crude? tu non le mangi mai? tagliatefinefinefine? forse dovrei prepararle, acchittarle un po' (insomma renderle presentabili) e poi postarle... :)
    per la pasta madre sì, mi tocca stare sul pezzo ;-)!

    *vale: eh? come minimo!

    *mamiATheart: nuuuu, ma che mi dici? poi da quando me la faccio da me, quella cremina di nocciole lì, mi sento autorizzata a tutto...
    Io confesso, stamattina le ho inzuppate nel latte... si diceva giusto nell'uiltimo post, no, che sono un'inzuppona!!!?

    RispondiElimina
  10. Io anche le adoro e potrebbero tranquillamente diventare il mio pasto estivo quotidiano, peró non avrei mai pensato di farle, proveró assolutamente... Magari potrei cosí vincere la mia timidezza con il lievito madre! A presto laura

    RispondiElimina
  11. ahhahah forse si XD...devo trovare qualche cosa di estivo per il blog ma sono di un impedito e voglio una gelatiera in casa ufffffffff XD

    RispondiElimina
  12. Ah, le friselle. Per rendere l'idea del bisogno di Italia che ci assale in questo periodo dell'anno: sabato scorso siamo andati a fare colazione fuori, e il mio ragazzo "Là c'è una tipa che mangia una frisella!", e io "No, è una bagel. Non siamo in Puglia!". Elena

    RispondiElimina
  13. *laura: devi farle assolutamente!!! per qualsiasi cosa (sulla pasta medre, niente di sceientifico ma secondo me cmq molto efficace!) io sono qui!

    *mela: ecco, uno che ha spazio in casa... e non dire di no che dalle foto si vede! ;)

    *elena: che teneri... questo mi fa molto rivalutare la malmessa penisola. Io comunque, dopo la "prima cotta" ho pensato proprio fossero dei bagels!!! però, avendo fatto pure quelli e conoscendo il procedimento, mi sono fatta un autoragionamento che mi ha riportato verso una giusta interpretazione della cosa... ;-P a vederle da lontano cmq, 'ste ciembellette, sì, gli assomigliano!
    Certo, vuoi mettere quanto è più evocativa una fresella: mare, sud, sole, pomodori e pane seccato al sole... ;)
    baci mediterranei

    RispondiElimina
  14. Ciao, che bontà queste freselle!! Come al solito non deludi mai!
    Ps se passi da me (http://julieandjuliacooking.blogspot.it/2012/07/involtini-di-zucchine-e-crudo-con.html) ho un regalino per te. Spero ti faccia piacere! Se l'hai già ricevuto fammelo sapere! Un bacio, Fede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fede, grazie x avermi dato dell'affidabile, devo dire che x me è piuttosto incoraggiante!! Sono venuta a farti un salutino sul tuo blog, spero che compaia presto il commento, ad ora tutto tace, ma magari è in attesa di moderazione!
      Grazie di nuovo per la considerazione. E aspetto le ricettine russe eh? ;)

      Elimina
  15. In effetti le freselle rappresentano un piatto tipicamente estivo! sei stata proprio brava a prepararle tu anche nell'impasto, sembrano perfette!
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manuela e Silvia XD

      *fede: stavolta pare andato!!:)

      *la svizzera: secondo me originariamente si seccavano al sole.... Se avessi un giardino, e ben orientato, quasi quasi proverei...

      Elimina
  16. Uhm non so che fine ha fatto il tuo commento!! Di solito sono sì in attesa di moderazione, ma il tuo non compare! :( Se ti va ripassa e rilascialo! Comunque le ricette o almeno le fotografie russe arriveranno presto! :)

    RispondiElimina
  17. Ma sai che proprio in questi giorni ci chiedavamo come si facevano le frise...c'era chi diceva che venivano cotte secche e chi diceva che venivano fatte seccare...tutte supposizioni infondate!Mo' son da provare con la tua ricetta!

    RispondiElimina
  18. Wow! Grande Ross...
    Appena riaccendo il forno ci provo (anche la pasta madre per il momento è a riposo!), di solito me le spediscono dal Salento le zie di mio marito. Io le preparo anche in "insalata" con pomodori, rucola selvatica (proveniente dallo stesso pacco), capperi di Pantelleria e tonno (proveniente dal pacco di mia zia siciliana)... controllo se ho ancora ingredienti e stasera...
    Bises

    RispondiElimina
  19. *franci: come la "riposi"?
    io l'estate scorsa l'ho divisa in due parti e una congelata e una "mantenuta": quest'ultima è qualla che poi ho perferito: ha resistito anche 10-12 gg senza rinfresco. Ma era una pm in gran forma. L'altra, una volta scongelata, era un po' addormentatina, ma "capace" uguale...

    RispondiElimina
  20. ho pasta madre congelata in vasetti sia in svizzera che a milano.... pensavo di scongelare quella svizzera in agosto e provare a rinfrescarla 2-3-4 volte e incrociare le dita per vedere se si riprende!!!

    RispondiElimina
  21. si riprende. vai tranquilla. quella c'ha i geni buoni ;-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto!
      Ti tengo informata!!!
      E complimenti per la foto donnahayana!! Anzi la tua foto è più bella

      Elimina
  22. ahahahah vaniglia mi fai morire il posto per le foto si (non come vorrei io) ma in cucina no ahahha

    RispondiElimina
  23. anch'io le adoro e di solito me le carico dalla Calabria quando scendo giu'..quest'anno non se ne parla ed allora per togliermi lo sfizio ed il grande piacere perché le adoro devo rimettermi a farle, le tue sono riuscitissime.
    Baci

    RispondiElimina
  24. *mela e cannella: non ne parliamo. Io ho la palma di posto x foto come non dovrebbe essere... ;)

    *Patrizia: alééé!!! Allora guarda, io le ho fatte con la farina "normale" perchè sto svuotando la dispensa delle sue "componenti delicate"... Ma alla prossima vado di farina integrale, e poi di farro, e poi vedremo, chi più ne ha più ne metta! Fammi sapere bella...

    RispondiElimina
  25. Ciao! Sai che io le freselle le ho scoperte quest'estate?!, al mare. Ok, dovrei vergognarmi lo so, ma non ci posso fare niente=) La tua versione è splendida. semplice e genuina!

    A presto,
    M.

    RispondiElimina
  26. *martina: però è bello fare certe scoperte... anche tardive! grazie! ;)

    *franci: eh ma te sei di parte! :)

    RispondiElimina
  27. Le freselle home-made???!?!?! Rossella, sei il mio mito :) ... complimentissimi.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...