mercoledì 1 febbraio 2012

risotto ai carciofi di mia sorella (e Jamie Oliver)



La storia di questo piatto è molto semplice: Jamie Oliver lo ha pubblicato, mia sorella cucinato (e liberamente interpretato). Ed io mangiato.
O meglio. Mi apprestavo a mangiarlo.
E pensavo: mamma che bello. Ero seduta a tavola. Davanti a me, dall'altro lato, il divano, e sopra la mia borsa con la macchina fotografica dentro. Però ho pensato anche che, nonostante fossi in famiglia e tra amici, no, questa volta non potevo mettermi a fotografare. Tra l'altro ero pure appena arrivata. Quindi, facendomi forza contro l'infallibile istinto food-fotografico, afferro la forchetta e assaggio (disinvolta). A quel punto però non ce la faccio più (era veramente troppo buono!), acchiappo il tovagliolo di carta, e nell'arco di tre secondi con questo pulisco il bordo del piatto, farfuglio uno "scusate" mascherandolo con sorrisetto colpevole, acchiappo la macchina fotografica e sono in cucina a immortalare.
Ecco a quel punto il pranzo poteva iniziare... ;-)
Questo piatto, chevvelodicoafare, è buonissimo... ;-P .
Il libro da cui è tratto è Il mio giro d'Italia. A seguire la ricetta, leggermente rivisitata dalla coautrice di cui al titolo... .

ingredienti (per 6)
6 carciofi piccoli o viola
scorza grattugiata e succo di un limone
brodo caldo 1 lt
2 cucchiai di olio d'oliva
burro una noce
1 cipolla grande tritata finemente
2 spicchi d'aglio, pelati e tritati finemente (mia sorella non lo mette)
4 o 5 costole di sedano, tritate finemente
400gr riso per risotti
1 bicchiere di vino bianco secco
70gr di burro
120gr parmiano grattugiato al momento
sale marino e pepe nero macinato
un ciuffo di menta fresca, le foglie (va bene anche il prezzemolo)
olio extravergine d'oliva
parmigiano


Eliminare le foglie esterne dei carciofi fino ad arrivare al cuore più tenero e chiaro. Tagliere le punte, pelare i gambi, poi tagliare a metà i carciofi e rimuovere la barba con un cucchiaino. Immergerli in acqua fredda acidulata con metà del succo del limone e coprirli con un coperchio pesante in modo che rimangano sott'acqua e non anneriscano.

In una casseruola far dorare la cipolla, l'aglio e il sedano in olio e burro (per 5'), aggiungere i carciofi tagliati a fettine sottili (le foglie) e a pezzetti (i gambi) e cuocere il tutto dolcemente per una decina di minuti. Quando il trito di verdure si è ammorbidito aggiungere il riso e alzare la fiamma*.
Far tostare leggermente il riso rimestandolo, aggiungere il vino bianco e lasciar sfumare mescolando.
Una volta evaporato il vino cominciare ad aggiungere il brodo un mestolo per volta, cuocendo per 15'. A 3' dalla cottura aggiungere il succo di mezzo limone, alla fine aggiustare di sale e pepe, la menta o il prezzemolo, poi mantecare per un minuto con burro e parmigiano.
Disporre il risotto nei piatti e aggiungere un mezzo carciofo per ogni piatto.
Condire se piace con scorza di limone e servire...

_____________________________________
*J. O. divide i carciofi in due parti uguali, delle quali lascia sobbollire e cuocere la prima (lasciandoli "a metà") nel brodo, e taglia molto sottilmente la seconda parte, facendoli cuocere insieme al risotto e non al soffritto (li aggiunge metà cottura del riso). Alla fine impiatta decorando con i carciofi cotti nel brodo.

24 commenti:

  1. Poi mi racconterai come può questo essere un set super improvvisato?
    Il risotto ai carciofi è il mio preferito in assoluto. La mami lo fa eccezionale...
    Buon mercoledì,
    Caro

    RispondiElimina
  2. Hahah mi sembra di vedere me..i miei set purtroppo sono tutti super improvvisati con le bocche "fameliche" che mi ritrovo a casa ;)
    Comunque improvvisato o meno la foto è molto bella ^_^
    e il risotto molto buono quindi complimenti ad autori e company ;)

    RispondiElimina
  3. (stame blogger si rifiuta di fare qualsiasi cosa, vediamo se adesso si degna di postare il commento della 'padrona di casa')

    RispondiElimina
  4. Mi hai fatto sorridere sai, perchè vedo un pò me:-)) Vedo un bel piatto e mi vien subito voglia di fotografarlo, è più forte di me proprio non resisto:-)) Complimenti sarà un set super improvvisto ma è perfetto!!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *marifra: vero???? Che sei lì e ti prudono le mani ma tu vuoi a tutti i cisti 'sembrare normale', ma non ce la fai e ad in certo punto getti la spugna e clik. (...)
      Grazie cara, ti agirò una buonissima giornata, la mia è iniziata come un tipico giorno di febbraio di traffico e pioggia e ritardo... Speriamo bene!

      Elimina
  5. Ok, pare che funzioni, e dato che sono bloccata nell'autobus con un diavolo x capello vediamo se ALMENO riesco a rispondervi...

    *caro: merito del buongusto della padrona di casa... Vado in cucina col malloppo in mano, e trovo su un ripiano BIANCO quel piatto VERDE pistacchio che sembra aspettare solo me.... (venendo dalle ombrose luci di casa mia è stato veramente in attimo!!)

    *benedetta: chissà perché credo di aver capito a cosa ti riferisci.... :D

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia questo risotto, adoro i carciofi, sono una delle mie verdure preferite in assoluto.
    Lo proverò

    RispondiElimina
  7. Secondo me tua sorella é stata più che contenta nel vedere che il suo risotto ti é piaciuto talmente tanto da pubblicarlo sul blog.
    Mai fatto coi carciofi ^__^

    RispondiElimina
  8. eheheeh ! ieri mi sono profusa in complimenti verso Jamie Oliver mentre guardavo 'Jamie in 30 minuti', perchè mi dà sempre tanti spunti. vista la lista degli ingredienti, la foto meravigliosa e il tuo racconto entusiasta, credo proprio che questo risotto si sia meritato un servizio fotografico e il tramandamento della ricetta :)

    RispondiElimina
  9. Jamie non lo dice ma quando pulite i carciofi poi vi restano le dita tutte macchiate...io le strofino su mezzo limone per pulirle (molto meglio di qualunqu sapone). :-)

    RispondiElimina
  10. no, scusa, tu hai fatto questa foto così senza sistemare le luci, allestire il set e null'altro? sei bravissima!
    i carciofi sono una delle mie verdure preferite e questo risotto ha un'aria davvero gnam, grazie per averlo postato comunque, indifferente a ciò che potevano pensare i tuoi commensali! :)

    RispondiElimina
  11. Alla faccia della foto improvvisata!!!E' molto carina e anche il risotto sembra invitante!

    RispondiElimina
  12. a volte capita anche a me di fotografare nelle situazioni più disparate con la gente che mi guarda male! ;)
    Direi che il set improvvisato è stupendo....
    cosa dire del risotto ai carciofi, a quest'ora poi .... slurp!

    RispondiElimina
  13. *lise: no, ma quando dico che a casa fotografo in condizioni di difficoltà mica scherzo, eh? così quando trovo ambienti più "ameni" tutto diventa estremamante facile... :) (è una speci di allenamento, il mio ;-P)

    *breakfast: eh-umh, no, non che mi guardassero male... solo, hai presente quando vorresti comportarti come un "normale commensale", almeno per una volta? ;-P

    RispondiElimina
  14. Niente male il trio che accompagna questo piatto: un grande cuoco e due appassionate di cucina..creative!
    ottimo davvero con profumi freschi ad accompagnare questa verdura, molto dleicata.
    bacioni

    RispondiElimina
  15. A me capita solo per il risotto... in quel caso il marito non ammette deroghe, tempo stimato per fotografare da 1 minuto a 1,5 minuti non di più!!! Perchè qui il risotto coi carciofi ci piace da morire :)
    PS: ieri ho visto i tuoi auguri solo nella mail, ma non sono comparsi nei commenti, tu e blogger non vi piacete, eh?! ;D

    RispondiElimina
  16. ma io lo so che ogni volta che entro qui dentro trovo qualcosa di meraviglioso! Sarà la foto, non lo so, vorrei entrare nello schermo per poterlo mangiare!!

    RispondiElimina
  17. OHH OGNI tanto è bello gustarsi un bel piatto di riso cucinato da altri! buono e bella anche la foto!
    ciao
    vale

    RispondiElimina
  18. *marina: Sgrunf, l'avevo detto, io! Blogger non mi ama diciamo proprio alla follia.... ;-)

    *Silvia: grazie!!! XD

    RispondiElimina
  19. ah come ti capisco..manie da foodblogger...e chi se ne libera?
    e poi perché liberarsene?
    é così bello tenere traccia di quello che ci accompagna, delle ricette, delle nostre passioni..

    RispondiElimina
  20. coautrice che - se lo lasci dire - potrebbe fare la food stylist per la sorella! :)
    Mi son persa una marea di post, ma recupero! intanto mi son sfogliata le foto, e mi si è stretto il cuore a vedere quanti post mi son lasciata sfuggire!!
    basini e buona candelora!

    RispondiElimina
  21. *juls: io me ne sono persa uno tuo in particolare... l'ultimo... ma sai quando capisci che c'e dall'altra parte qualcosa di speciale che vorresti leggere solo con calma? ;-P

    RispondiElimina
  22. Beh tua sorella non può che non essere stata felice del tuo gesto... e quindi complimenti a lei per la ricetta e grazie a te per avercela presentata!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...