sabato 25 febbraio 2012

panini al latte per la colazione del sabato mattina ;-)


Qualche giorno fa, nell'intento di realizzare dei panini di cui più avanti vi dirò, e dimenticando in prima battuta di aggiungere l'ingrediente "uovo", mi sono usciti questi deliziosi paninetti, lievitati con pasta madre e morbidi e fragranti quanto basta per quelle colazioni che piacciono a noi, il sabato mattina, moooolto lentamente e pigramente...
Altrettanto pigramente, in questa che è per me la giornata più bella del finesettimana, perchè ancora carica di cose belle da fare, vi lascio la ricetta!

Buon week end a tutti (e buone colazioni... magari, se vi piace, ve la segnate per i prossimi... A proposito, a me sono venuti una quindicina di panini, e a parte qualli mangiati appena usciti dal forno, gli altri sono stati tutti tagliati a metà e congelati... In genere poi li scongelo passandoli in frigo la sera prima, in modo che il cambio di temperatura avvenga lentamente*, e la mattina mentre preparo il caffè (ehm, in genere è Monsieur Patou che prepara il caffè ;-P) li tosto sulla piastra in ghisa...

ingredienti (per 15-16 paninetti circa)
180gr di pasta madre a temperatura ambiente
600gr farina**
1/2 cucchiaino (scarso) di sale
2 cucchiai colmi di zucchero di canna
50gr di burro a cubetti
360gr di latte tiepido
1 cucchiaio o 2 di latte per spennellare
1 cucchiaio di zucchero per decorare

Sciogliere il lievito madre nel latte appena tiepido, poi aggiungere impastando la farina precedentemente mescolata con sale e zucchero, fino ad ottettenere un impasto morbido ma non appiccicoso. Aggiungere gradualmente il burro morbidissimo a pezzetti e continuare ad impastare finchè il tutto non risulterà compatto ed omogeneo (consiglio di tenere farina e latte a portata di mano ed aggiungere poco di uno di questi due ingredienti in caso l'impasto dovesse risultare troppo appiccicoso o viceversa troppo duro).
Far lievitare in una ciotola coperta da un canovaccio pulito per circa 4 ore in un luogo caldo (nel mio caso forno spento con lucina accesa) fino al raddoppio del volume.
Passato questo tempo dividere l'ìimpasto in due parti, e ciascuna di queste in due, e così via di due in due fino ad arrivare a 16. Formare delle palline di 6-7 cm di diametro (o anche 8 a seconda dei vostri gusti) e disporle sulle teglie del forno distanziati l'un l'altro di circa 5-6 cm. Schiacciarle leggermente.
Lasciar lievitare altre 3 ore in forno spento finchè non hanno raddoppiato il volume (più o meno! ;-P).
Spennellare con latte e spolverizzare con zucchero di canna.


*sapevo che mentre il congelamento deve avvenire nel più breve tempo possibile, è meglio decongelare lentamente. Qualcuno di voi, magari più esperto di me sull'argomento, sa dirmi qualcosa in merito? ;-P
**io ho usato 300gr di farina di forza e 300gr di farina tipo 0


15 commenti:

  1. i panini al latte son la cosa più buona che esista secondo me, mi ricordano la vecchia nonnina gentile di heidi *_*
    Poi da quando ho scoperto la pasta madre me ne sono innamorata pazzamente!!

    RispondiElimina
  2. Proprio ieri ho comprato un'impastatrice e tu posti questi panini deliziosi... devo mettermi al lavoro!

    RispondiElimina
  3. vedi che allora è vero che dagli errori a volte escono le idee migliori?! Come al solito bella ricettina, già me li immagino quei panini con un velo di marmellata fatta in casa...

    RispondiElimina
  4. *Andrea: infatti sono stati dotografati anche in modalità "marmellata", poi chissà perché, ma prevale sempre l'immagine 'basic'.. ;)

    *ritroviamoci in cucina: hai fatto bene ad impastatrice-munirti!!! Tu che sei così attiva!!!

    *Silvia: anche a me!!! E poi, il fatto è che mi rilassano tanto, proprio come tipologia di pane!!!

    RispondiElimina
  5. anche questi te li ruberò ;-)
    però senza la pasta madre

    RispondiElimina
  6. la mia pasta madre è decisamente una new entry nella mia cucina e per ora ho fatto solo dei gran disastri, fatta eccezione per la torta fatta con il rinfresco. Provo sicuramente questi panini e vedremo cosa ne esce!!!

    RispondiElimina
  7. *franceschina: torta con il rinfresco????? Dal nome sembra molto interessante! Sono venuta a sbirciare nel tuo bolgia senza trovarla... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. era "... Sul tuo blog MA senza ....
      ;)

      Elimina
  8. ciao cara! sia il congelamento che il decongelamento dovrebbero avvenire in tempi brevi (altrimenmti proliferano i germi) ed ecco perchè si dovrebbero utilizzare abbattitore di temperatura e microonde...
    Benedetta

    RispondiElimina
  9. Ciao Benedetta! :)
    Io sapevo che le regole di massima sono queste:
    Lo scongelamento deve avvenire o in modo rapido (in forno a microonde) oppure molto lento (in frigorifero per una notte a T<=+4°C)- [Quello che faccio io, non avendo microonde!]
    Per alcuni alimenti già porzionati o piatti pronti è possibile la cottura diretta...

    RispondiElimina
  10. Adoro i panini al latte sono soffici ed hanno un sapore in piu', sono ideali anche per la Domenica :-)

    RispondiElimina
  11. Li ho fatti oggi, modificando un po' la tua ricetta.
    Sono ottimi e li rifarò di certo! Grazie mille per lo spunto!
    Proverò a fare anche quelli da hamburger che hai postato tempo addietro.
    Vedo molto che sono simili a questi, ma con l'aggiunta di un uovo.

    A presto e complimenti per la ricchezza di contenuti e per la bellezza delle foto!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...