giovedì 13 ottobre 2011

Pasta alla Norma

cioè, più o meno... ;-P

Perchè sì, in effetti non avevo il sugo, la passata intendo, ma avevo i pomodori.
Quindi mi sono accontentata di una versione più "separata" ed ho optato per pomodori scottati, spellati e ridotti a cubetti per condire, e stop.
Spero che i Siciliani possano chiudere un occhio in proposito ;-P
La ricetta viene da un interessante libretto, scovato a Stromboli, fratello piccolo di un librone ancora più interessante, ma che per peso e volume (dato lo zaino già ben accessoriato di carta da forno e lane varie...). Casa editrice Sime Books, che non conoscevo, e che si occupa di turismo, promozione e valorizzazione del territorio.
Io mi sono innamorata delle ricette classiche (avete presente quei momenti in cui sentite il bisogno di tradizione???), dei vari pesti alla trapanese, delle parmigiane, delle arancine... :)

Ecco la ricetta come ripresa dal libro (tra parentesi la mia variante non proprio ortodossa :)).

ingredienti x 4 persone
400gr di spaghetti o vermicelli
1 kg di pomodori per salsa (io ne ho usati 800gr, per 4 persone)
1 melanzana
basilico
2 spicchi d'aglio
ricotta salata grattugiata
olio extravergine d'oliva
sale fino o sale grosso (per la salamoia)

Tagliare le melanzane a fette sottili, tuffarle in acqua fredda e salata, lasciarle sotto un peso per un'ora circa, poi sgocciolarle e strizzarle (io le ho cosparse di sale grosso e messe sotto un peso, poi sciacquate bene, strizzate ed asciugate.
Friggere le melanzane in olio caldo e deporle su carta assorbente.

Durante le operazioni con le melanzane tagliare i pomodori in quarti, porli in una pentola e schiacciarli con le mani. Cuocere a fuoco forte per 20'.
Passare al passaverdura e porre nuovamente sul fuoco, aggiungendo l'aglio e abbondante basilico.
Far ridurre per circa un terzo, a fuoco vivace, spegnare il fuoco e aggiungere l'olio.
(io ho sostituito la passata con il corrispettivo di pomodori scottati in acqua bollente pochi secondi, spellati e tagliati a dadini, poi cotti velocemente con aglio e abbondante basilico).

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, lasciandola molto al dente.
Scolare e condire con salsa di pomodoro e fette di melanzane fritte.
Spolverare con ricotta salata grattugiata.




12 commenti:

  1. che buona la pasta con le melanzane, anche la tua variante mi sembra deliziosa, bravissima!!!

    RispondiElimina
  2. ahhh! la pasta alla norma! qualche mese fa mi son alzata con il tarlo di questa pasta e l'ho fatta la sera stesas:buonissima!!

    RispondiElimina
  3. E' sempre molto buona questa pasta, ciao

    RispondiElimina
  4. anche io faccio questa versione senza fritto :)

    RispondiElimina
  5. ebbasta con 'sti libretti che non ho e dovrei avere :-))))Bacio Ross

    RispondiElimina
  6. *francesca: ahahhahah, tra qualche giorno arriva un post solo dedicato a libri!!! e ce n'è qualcuno veramente impegnativo (e bello...) ;)
    tu non aprire il post se dal titolo intuisci qualcosa eh?

    RispondiElimina
  7. è uno dei miei piatti preferiti!
    buona!
    ciao
    vale

    RispondiElimina
  8. Ottima ricetta e bellissime le tue foto!
    Complimenti! ;)
    A presto! :D

    RispondiElimina
  9. Per quanto mi riguardo la versione "destrutturata" (così fa figo! ;) è ancora meglio, soprattutto se i pomodori sono quelli giusti! Adoro le melanzane e questo tipo di cucina, dai sapori caldi e intensi, decisi ma mai prevaricatori... quindi, pasta alla Norma forever ;)

    Un post sui libri?? Non vedo l'ora!

    Un bacione cara, buona giornata!

    RispondiElimina
  10. *mirty: grazie!!! ;)

    *Agnese: eh-eh. È un po' che lo rimugino. E sta arrivando l'autunno.... Non posso sottrarmi, no? ;)

    RispondiElimina
  11. che meraviglia buona domenica

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...