martedì 20 settembre 2011

tarte aux raisins

Uva!!!
Sempre ricetta franzosetta, o meglio sempre provenienza da rivista di cui già vi parlai lunedì scorso: marie claire idées dell'autunno dell'anno scorso (ormai ho messo a fuoco questo: amo rileggere le riviste dell'anno prima, di due anni prima, di venti anni prima, nello stesso periodo dell'anno... animo vintage! ;-)).


Il servizio è lo stesso dal quale ho preso la ricetta di tofu e uva bianca, tutto a tema di uva!
Dato il caldo mi sembra che i raccolti e le vendemmie di questo periodo stiano sensibilmente anticipando il calendario.... Meglio mettere qualche ricetta, va'? ;)
Io amo l'uva bianca, e questa pasta, facilissima e buonissima, mi ha veramente conquistata.
Secondo il mio modesto parere guai a sostituire la farina integrale con qualcosa di più bianco o raffinato: la rende più friabile e fragrante, oltre che più sana.
Purtroppo la foto non le rende merito più di tanto. Anzi confesso di aver provato e riprovato con la macchina fotografica che non voleva saperne, allora ho agguantato il telefono e alla fine ho messo questo surrogato di foto, che però rende l'idea meglio delle altre 50-60 scattate abbastanza inutilmente! ;-P

tarte alla farina integrale, cipolle rosse e uva

200gr farina integrale
120gr burro
3cl acqua
2 cipolle rosse
24 chicchi di uva bianca
80gr parmigiano
una manciata di timo fresco
olio d'oliva q.b.
sale q.b.
peperoncino q.b.

Preparare la pasta mescolando alla farina il burro freddo tagliato a pezzetti: impastare con la punta delle dita o la forchetta, poi aggiungere l'acqua e continuare toccando la pasta il meno possibile per non scaldarla. Formare un panetto un po' schiacciato e riporre al fresco per una mezzoretta.
Nle frattempo lavare l'uva e tagliare sottilmente la cipolla.
Stendere l'impasto in una teglia di 30 cm di diametro, bucare con la forchetta, stendere cipolla, uva e parmigiano sulla pasta, aggiungere un filino d'olio, un pissico di sale e un pizzico di peperoncino tagliato sottile.
Cuoce in forno a 210°C, finchè non è dorata e croccante (ci vogliono 20-30'):



18 commenti:

  1. Surrogato di foto???? Ross, per piasì, come diciamo ad Asti..e poi la torta dev'essere così buona che trasmette l'idea del bello a prescindere!!

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho la stessa propensione vintage, pensa che impilo le riviste in base al mese e non al tipo di rivista e ogni mese tiro fuori quelle del mese corrente e me le sfoglio in relax... Tarte salata con cipolla e uva?! mi ispira moltissimo, baci

    RispondiElimina
  3. che tarte orignale...mi ispira proprio! ;)

    RispondiElimina
  4. pensa te avrei detto che questo effeto della foto era cercato!!!magnific,tres gourmand...baci,Marika

    RispondiElimina
  5. Ciao, allora non vieni da lontano!?!
    Siamo vicinissime direi... ^_^
    Scusa ma ho letto il post di Marika all'una di stanotte e l'ho rifatto subito..praticamente dormivo.
    Il tuo l'ho guardato di frettissima, ma ora me lo sono spulciata bene..una bellissima scoperta!

    Grazie della visita e della precisazione!
    Diana

    RispondiElimina
  6. Che particolare questa tortina! semplice e diversa nella composizione e velocissima pure! complimenti!
    baci baci
    PS: naturalmente...ci segnamo di provarla!!

    RispondiElimina
  7. anke così la foto è meravigliosa,merito sicuramente di un piatto ke vale la pena copiare!!!
    Flavia

    RispondiElimina
  8. ross, ieri ho fatto una focaccia integrale, per la prossima ti tengo a mente! besos

    RispondiElimina
  9. *francesca e marika: grazie per l'incoraggiamento pupe!

    *marina: XD

    *diana: figurati, e piacere di conoscerti! :)

    RispondiElimina
  10. La vedo proprio bene per una cena tra amici, che connubi di sapori! Sto pensando ad una versione penosa.. Ormai sono inserita con la pasta madre!
    Notte
    Sissa

    RispondiElimina
  11. Talvolta scatti e ri-scatti e niente.Zero.
    Ti capisco!Comunque riesci sempre a lavorare molto bene sulle geometrie e le linee.
    Adoro il tuo blog,anche il tuo modo di scrivere,è sciolto e fluente,ironico,un piacere venire qui.

    RispondiElimina
  12. Oddio che bella, mi sono appena innamorata di questa tarte!!!!

    RispondiElimina
  13. Ogni tanto faccio un saltino qui e il tuo blog mi piace sempre tanto..tanto, tanto.. ^_^
    brava, brava, brava..che dire di più.. mi piace anche questa tarte! ^_^

    RispondiElimina
  14. care che siete!
    non sapete quanto in questo momento abbia bisogno dei vostri confortanti commenti!
    giornata allucinante, però poi mentre mangio veloce davanti al pc e mi alzo e faccio mille cose, passo per caso qui, e.. :)

    *alessandra: incredibile vero? sembra che la macchina viva di vita propria! la luce è il mio cruccio, e per le geometrie e le linee, non sai che complimento che mi hai fatto... sarà che sono architetto! ;)

    *tery, fai bene ad innamorartene, è veramente molto "semplicessenziale", ed elegante, oltre che buona..

    *luana: veramente grazie (vedi commento introduttivo!)!! <3

    RispondiElimina
  15. cara Vaniglia, questa torta mi alletta molto e penso che potrà essere molto gradita al nostro Giangi , il francese buon gustaio, quindi mi farò coraggio per soddisfare il suo...palato...quando ci farà visita poi ti farò sapere se sono stata alla tua altezza....

    brava, anzi bravissima!!!!

    RispondiElimina
  16. Ciao, ho visto per caso il tuo post sul cavoletto e ho lasciato una risposta, se t'interessa. Comunque, prima volta qui e complimenti per il blog :-)

    ciao
    A.

    RispondiElimina
  17. alessandra, non sai quanto sia stato per me confortante il tuo commento!!!!
    stavo rispondendoti lì e poi ho visto anche il tuo commento qui! :)
    vabè, se penso a quante foto faccio ogni volta, e non mi stanno mai bene, e se penso alla "storia fotografica" che ognuna ha (perchè, veramente, le condizioni ambientali sono un tantinello "provanti")...
    Certo, riflettevo, nel mio background (sia conscio che inconscio) ci sono le sue foto, per forza, la stimo e la seguo dal 2005, se alcune mie foto venissero analizzate da un profiler sai quante ne trovi "debitrici"? Però non è anche quello studiare?
    A me sembrano così diverse! Oddìo, quasi mi pare un complimento (tolte le implicazioni insultanti) che mi si accusi di Cavol-plagio. Veramente, lontana (ahimè) anni luce!
    Ma veniamo a noi, che belli i tuoi blog. Ma tutti in inglese?
    No perchè io sono un po' impedita a commentare in quella lingua lì ;-P
    E, come ti dicevo da Sigrid, che bello dev'essere il tuo lavoro!

    grazie di nuovo, a presto!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...