venerdì 24 giugno 2011

torta di mele al vino passito

(...merenda per grandi!!!)

Che le mele e il vino (di qualunque tipo!) stiano tanto bene insieme questo lo sappiamo e lo apprezziamo.
In questa versione però ammetto do non averle mai provate (anche se di fatto si tratta di una ricetta semplice, in cui il vino sostituisce la parte liquida che in genere è a base di latte..), quindi, quando mi sono messa a "studiare" un po' per la raccolta di Sigrid sulle torte di mele vintage (nel mondo), e ho cominciato a provare le ricette fornite generosamente e gentilmente dalla zia di Monsieur Patou (made in Argentina quindi), ho pensato bene di partire da questa, semplice e un po' speciale per questo ingrediente.
Io avevo del passito, la ricetta parlava di vino dulce.
A volerla riproporre per i bambini si potrebbe sostituire con il corrispettivo del peso di succo limpido di mela, e per un sapore ancora più meloso, ma sempre alcolico in questo caso (meno argentino però), con del calvados...
Insomma, ecco la ricetta, bilingue!
L'originale indica "q.b." per il vino, io ho indicato le quantità usate da me. A mio parere se ne può mettere anche un pelino di più, ma le non fa... ;-P

ingredienti
100gr burro
150gr zucchero di canna in cristalli
240gr farina
10gr lievito in polvere
2 uova
80gr vino passito
2 mele tagliate a dadini
zucchero di canna in cristalli (2-3 cucchiai)
succo di mezzo limone

Sbucciare e poi tagliare le mele a cubetti, aggiungere 1 o 2 ccucchiai di zucchero, il succo del limone e tenere da parte.
Lavorare zucchero e burro freddo a fiocchetti, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, poi aggiungere mescolando (perfetto con il battotore elettrico, ma va bene anche a mano) le uova sbattute, e la farina già mescolata al lievito, alternandola manmano con il vino.
Versare il composto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato (io invece della farina ho usato pangrattato, in uno stampo quadrato 10 x 10 cm), versarvi sopra le mele sa cubetti, una cucchiaiata di zucchero, e infornare a 180°C per almeno 35' (fare prova stecchino, molto dipende dallo stampo che avete usato e quindi da quanto risulta "spesso" il dolce!).

Ingredientes
Manteca 100 gs.
Azúcar 150 gs.
Harina Leudante 250 gs. (240 + 10gr lievito)
Huevos 2
Vino Dulce Cantidad Necesaria (cant. Nec) (80gr)
Cubierta
Manzanas en dados 2
Azúcar Cant. Nec.
Jugo de Limón Cant. Nec

Preparación
Incorporar el azúcar a la manteca recién retirada de la heladera, batir hasta obtener una crema de color ámbar claro, agregar los huevos batidos y la harina leudante alternando con el vino dulce hasta lograr una consistencia dura. Verter la preparación en molde enmantecado y enharinado.
Cubierta
Espolvorear los dados de manzanas con el azúcar y el jugo de limón, verter sobre la masa que está en el molde. Cocinar en horno suave por 35-40 minutos hasta que los dados estén doraditos (hasta que esté cocida la masa y las manzanas). Al retirar del horno se pinta con mermelada derretida. 180°C

11 commenti:

  1. La mia mami per un dolcetto così farebbe follie!
    Pensa Ross: leggo il tuo commento sull'onomastico delle mamme Giovanne, passo di qua e trovo una torta per la quale lei andrebbe letteralmente matta (e considera che le piacciono pochi dolci). Bello, no? :)
    A Firenze oggi è festa, perché San Giovanni è il patrono della città. Si prevedono doppi festeggiamenti a casina. ;)
    Ti auguro un buonissimo fine settimana!

    RispondiElimina
  2. Ciao! Una torta fantastica al tua!adoriamo le mele e che dire del apssito....un vno liuqoroso e con un sapore unico!
    Davvero perfetta!
    baci baci

    RispondiElimina
  3. *caro: sono sconvolta, perchè anche qui a fabriano è festa + patrono (ed è anche il compleanno, della mia Gianna... :))

    *manuela e silvia: XD

    RispondiElimina
  4. Dev'essere deliziosa questa tua torta di mele...una vera squisitezza. Brava, ottima idea.

    RispondiElimina
  5. anche io ho una mamma giovanna!
    e san giovanni e i fuochi e tutto il resto, uff, sono robe di tradizione e serie. mi riascolterei quasi i csi.
    al torta, ça va sans dire, pazzesca.
    :)

    RispondiElimina
  6. le torte di mele sono sempre buono, ma con questo tocco in più è davvero deliziosa! bravissima!!! ;)

    RispondiElimina
  7. *lukiz: sì, allora io mi metto e li ascolto, oddìo che bello, e penso che anche tu. cacchio allora siamo infestati di mamme gianne? (se mi becca la mia a scrivere "infestati" so' guai... :))
    e le ginestre fuori la notte per poi fare il bagno? una volta... quando non erano protette... ;-P

    *glo83: è vero!!! adesso provo con succo, va'... =)

    RispondiElimina
  8. AAA scambio ciambelline al formaggio (che tanto ine non sono) con fettina di torta.... disposta ad incontro a merà strada tra milano e roma :)))))

    RispondiElimina
  9. ma che bell'idea! non possiamo non provarla!

    RispondiElimina
  10. Mmmmh... già la torta di mele è fra gli evergreen che adoro di più, questa con il tocco liquoroso del passito mi sembra davvero ottima! Ottima idea il bilinguismo ;)
    Buon we! :)

    a.

    RispondiElimina
  11. mhhh che bontà! da provare ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...