giovedì 26 maggio 2011

kiwi jam, the first release

Al supermercato vicino all'ufficio il venerdì fanno delle cassettine di frutta da due chili ad un prezzo piuttosto conveniente.
Mettono queste cassette solo il venerdì. A me piace immaginare che sia perchè come e me stiamo tutte a trafficare con la frutta durante il finesettimana.... ;-)
E insomma fatto sta che venerdì scorso, oltre ai "soliti" due chili di fragole, mi son fatta tentare anche da una cassettina di kiwi biologici, ovviamente perfettamente consapevole del fatto che si tratta di frutti a bassissimo tenore di pectina...
La ricetta è quella della Ferber, con l'aggiunta di gelée de pommes vertes. 
La prossima volta provo con meno limone e con l'aggiunta di mela verde.
Per ora, e per chi ama il sapore del limone insieme al kiwi, ecco la ricetta

confettura di kiwi al limone
1100gr kiwi
500gr + 100gr zucchero di canna cristallizzato
2 limoni piccoli, il succo
1 limone intero (bio)
100gr d'acqua
200gr di gelatina di mela verde*

Sbucciare i kiwi tagliarli a fette di 5 mm di spessore. Spazzolare sott'acqua corrente il limonee tagliarlo in fettine sottili. In una cassruola a fondo spesso portare ad ebollizione il limone, l'acqua e 100gr di zucchero. Cuocere mescolando con un cucchiaio di legno finchè le fette di limone non diventano traslucide. Aggiungere i kiwi, il succo dei limoni e lo zucchero restante.
Portare ad ebollizione, poi riporre al fresco tutta la notte (cioè, al fresco dopo che la temperatura del composto si è abbassata, giusto per un sentimento di pietà verso il vostro frigo... :-)). Se usate una bassina di rame travasate il composto un una terrina, se è in inox non è necessario.
Il giorno successivo portare di nuovo ad ebollizione mescolando delicatamente, schiumare, poi aggiungere la gelatina di mela, portare di nuovo ad ebollizione e cuocere a fuoco vico per una decina di minuti. Da questo momento in poi, verificare la consistenza della confettura con la prova del piattino (ovvero versando su un piatto una piccola quantità di confettura, inclinandolo e verificando che lo scorrimento della confettura sia lento), abbassare al massimo la fiamma e cominciare a riempire, chiudendo immediatamente, i vasetti di vetro sterilizzati.


*avevo la gelatina, comprata a parigi, ma sono intenzionata a farmela da me quanto prima. In sostituzione si potrebbe provare la pectina naturale che mi aveva suggerito Pia in un suo commento ad un post tempo fa... ve lo copiaincollo:

Anonimo ha detto...
L'idea del vincotto al posto dell'aceto balsamico la trovo davvero interessante. A proposito di pectina:
utilizzo bucce di mela anche congelate, via via conservate, semini, torsoli e qualche mela.
Lascio bollire il tutto coperto di acqua fino allo spappolamento.
Verso in un panno pulito e lascio colare per una notte
Il ricavato deve avere la consistenza di un succo di pera, se è troppo liquido lo lascio cuocere ancora per addensarlo.
ne utilizzo più o meno 100gr per kg di frutta, dipende dal tipo se acquosa o no.
Il succo che avanza lo congelo porzionato e lo utilizzo al bisogno.
Per la marmellata di uva "a bomba" è bene utilizzare 100gr di zucchero per kg fi frutta e parlo del nostro aglianico. Buon lavoro, sei brava e creativa. Pia

7 commenti:

  1. Mmmm, kiwi e limone, a me piace di sicuro! Rimane un pò asprigna? Perché se è così devo farla assolutamente!

    RispondiElimina
  2. che squisitezza e che meraviglia di foto! complimenti davvero! un bacione :)

    RispondiElimina
  3. *onigirina: sì, rimane assolutamente asprigna!

    *le ricette dell'amore vero: grazie infinite per il commento, sai che ho impiagato un tempo immemorabile per decidere se postare o no? cioè, non capivo se la foto mi piaceva tanto o non mi piaceva affatto... sì, so' stranetta.. :-P

    RispondiElimina
  4. oggi anche io sono di turno come confetturatrice! fragole, per la precisione. c'ho la cucina invasa da un profumino che mmhhhh.
    al kiwi non ci avevo mai pensato, ma questa ricettina merita che riveda le mie priorità :-)

    RispondiElimina
  5. l'anno scorso ho fatto fuori tutti i kiwi della piantagione del nonno e sono buonissimi. Certo, come la presenti tu, in poesia e foto, è tutta un'altra cosa ;)
    m.

    RispondiElimina
  6. Grazie le dritte! Le tue marmellate hanno un che di casa calorosa e golosa :-) Da me il venerdì niente cassette... Buona serata!

    RispondiElimina
  7. *rosa: fatta alle fragola qualche giorno fa... ve la devo postare perchè è la migliore versione provata finora!!!! :)

    *mamiA Theart: grazie per avermi dato della poetessa... in questi giorni sono così stanca che ho impiagato 3 ore (giuro, tre) a scrivere il post... :(

    *edda: è un periodo questo in cui mi manca da morire la francia... :)
    che bello quello che mi dici!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...