martedì 12 aprile 2011

cake primaverile alle erbette

e feta ;)



Dato che, nonostante il duro lavoro, ad ogni modo dobbiamo mangiare ;-P, e che, come dicevamo, la primavera sembra essere arrivata, l'emmenthal in frigo (ancora non capisco perchè lo compro, poi) si avvia alla scadenza (c'è tempo, in fondo, però non si sa mai...), e il tuorlo d'uovo necessario per dorare gli scones fatti ieri per addolcire il tea con un'amica, come al solito, viene usato troppo poco, che quasi si spreca sano-sano, se non gli trovo subito un uso, e il prezzemolo che mi ha regalato mamma sta sull'orlo del collasso, beh, c'è poco da fare, si mescola tutto nelle solide, simmetriche, rassicuranti proporzioni Chovancova, magari aggiustando qua e là, a propria immagine e somiglianza (nonchè a immagine e somiglianza del frigo), e si fa un cake salato...
Questo è fenomenale, semplicissimo, lievita che è una bellezza e rimane supermorbido (in foto lo vedete un po' albino ma nella realtà è più giallo, che vogliamo fa', dovevo scegliere tra il buio e il pallido), vi risolve svariati pranzi, cene lunchbox e picnic. Non vi resta che provarlo :)

ingredienti
180gr farina
200gr feta
100gr emmenthal
3 uova
3-4 manciate di erbette (erba cipollina, menta, basilico, prezzemolo - io messo anche rucola)
50gr olio di semi
100gr latte
1 bustina di lievito (io ho usato lievito di cremor tartaro)
*

Accendere il forno a 180°C.
Tagliare a cubetti la feta, e grattugiare l'emmenthal, lavare le erbette e asciugarle un po' con un canovaccio pulito, poi tagliarle abbastanza sottili.
Sbattere le uova con il latte e l'olio, setacciare la farina con il lievito, poi aggiungere mescolando il composto alle uova, poi le erbette, poi i formaggi.
Versare il composto in uno stampo da cake lungo 24 cm e rivestito di carta da forno.
Cuocere per 50' o finchè non è ben dorato asciutto all'interno.
Sfornare e lasciar asciugare su una gratella (se non usate carta da forno far freddare prma di togliere il cake dallo stampo).
Con una insalatina e una mozzarella, di quelle buone....

*io non ho aggiunto nè sale nè pepe, i formaggi a mio parere bastavano perfettamente ad insaporire!

21 commenti:

  1. wow......... ma che bello è?
    giorno rossella! come stai?

    RispondiElimina
  2. davvero un cake goloso e genuino! complimenti :-D

    RispondiElimina
  3. Una semplice parola SPETTACOLOOO! mi sta venendo una fame. mi piace anche la presentazione e le sfumature di verde nell'impasto... mi sa che lo farò per Pasquetta

    RispondiElimina
  4. ...semplicemente fantastico!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Dev'essere buonissimo questo cake! Lo proverò al più presto, grazie! :)

    RispondiElimina
  6. It's wonderful! Davvero primaverile, bravissima :)
    Un saluto!
    Agnese

    RispondiElimina
  7. credo che sarebbe perfetto per un pic nic...mi segno le proporzioni e guardo cosa ho in frigo per replicare questa delizia!
    Un bacione

    RispondiElimina
  8. fantastico questo cake! perfetto per il picnic di pasquetta!

    RispondiElimina
  9. ciauuuuuu!!!

    bene donne, io sto così "fuori" di questi tempi che al picica di pasquetta proprio non ci avevo pensato... geniale!

    sono molto contenta che vi piaccia, è una di quelle ricette immediate e devo dire d'impatto, e mi è andata molto a genio. poi di quelle che ti autosorprendono, dato che ho il libro da più di 2 anni e l'ho "vista" solo l'altroieri, per la "prima volta"...

    *babsina: bene cara, sempre travolta dagli eventi... a proposito di eventi, 'sto corso di fotografia e food style, date a milano, forse bologna... e roma???? (io insisto... :))

    RispondiElimina
  10. Abbiamo un problema in comune: l'emmenthal in frigo.
    Anch'io non so perchè lo compro, ma c'è sempre. E devo sempre farlo fuori perché scade. Che sarà?
    La foto è bellissima e fresca... :)

    RispondiElimina
  11. *carolina: ecco sono proprio contenta che tu sia passata di qui, perchè non c'è niente da fa', ogni volta che cucinao cakes, il mo pensiero vola a te. è matematico :)
    grazie...

    RispondiElimina
  12. *carolina: p.s. cmq i restanti 150, di quella confezione, credo di saper già come sistemarli... se viene una cosa decorosa e ho tempo di fotografarli, finiscono qui sul blog, in un modo o nel'altro...

    RispondiElimina
  13. ciao questo cake è molto formaggioso e originale: due formaggi molto divesi ma che non passano inosservati, delle erbette magari di campo, con tutti i profumi della primavera...
    Un cake da provare e gustare.
    baci baci

    RispondiElimina
  14. degna ed eroica morte per l'emmenthal :)

    RispondiElimina
  15. Sono appena diventata tua sostenitrice...complimenti per questo cake freschissimo....sa proprio di primavera...da provare...
    Ti aspetto sul mio blog..baciii

    RispondiElimina
  16. ma tutte quelle bolle? dio che meraviglia!

    RispondiElimina
  17. Marie Pomponette29 maggio 2011 14:35

    (oggi il mio menù era molto Vaniglia-storie di cucina!).Come la torta primaverile, anche questo cake ha avuto vita breve:finito in tavola e spazzolato via!Grazie!!!!Adoro i tuoi cake :)

    RispondiElimina
  18. *sara: lievito di cremor tartaro... però quella fetta era particolermente "aerata"!!! :)

    *marie: matta! ;)
    sai però cosa ti dico? sono contenta di questa conferma.
    perchè ultimamente mi sembra di aver azzeccato proprio ua buona proporzione di ingredienti da cake salato.... e con qualche variazione in funzione dell'umidità o meno di questi, sto cavalcando l'onda della cottura-lievitazione ad hoc...
    solo che in questi giorni mi chiedevo se ero io particolarmente ispirata (sai com'è, a volte le ricette risentono dell'umore del cuoco... :)), o veramente la ricettina è a prova di bomba....
    grazie, grazie, grazie mille, cara! XD

    RispondiElimina
  19. Lievito per dolci o pizzaiolo???

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...