giovedì 3 febbraio 2011

prendersi a pagnotte

.. di grano duro!


Ultimamente, un po' per mancanza di tempo, un po' perchè inchiodata al pc per ore ed ore, mi sono dedicata alla pasta madre e alla questione pane...
Questa pagnottella al grano duro è stata provata tre volte e man-mano messa a punto. Questa è la versione che più mi convince, e che continuerò a preparare, per il sapore, prima di tutto, così profumato, e per la facilità di impiego, come quantità ed ingredienti... :)

pane di grano duro
ingredienti
500gr farina di semola rimacinata di grano duro
200gr lievito madre (o 15gr lirvito di birra)
250+20gr di acqua
1 cucchiaio di malto di riso (o miele)
sale

Sciogliere il lievito in 250gr di acqua tiepida, unire la farina ed impastare bene per 3-4 minuti, poi aggiungere sale e malto e continuare ad impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico. Se occorre aggiungere ancora un po' d'acqua (circa 20gr).
Formare la pagnotta, disporla sulla teglia del forno rivestita di carta da forno e cosparsa di farina, poi praticare sulla superficie di questa dei tagli trasversali.
Spolverizzare di farina, coprire con un canovaccio pulito, poi far lievitare fino al raddoppio (con pasta madre sulle 7-8 ore) in un luogo al protetto dal freddo, poi cuocere per circa una mezzoretta a 250°C, o finchè la crosta non comincia a brunire (magari abbassare a 220°C per gli ultimi 10', monitorare il forno!).

12 commenti:

  1. ciao rossella!
    sai che io il tempo per panificare ormai me lo son scordato?
    prima o poi tornerò alla carica con nuovi pani. per il momento ammiro il tuo :)
    un bacino
    b

    RispondiElimina
  2. Favolosa la tua pagnottona...io amo panificare, da quando poi ho il lievito madre, è diventato un appuntamento fisso!!!!!
    Buonissima giornata

    RispondiElimina
  3. ma che incanto, sembra di sentirne il profumo!!! Il mio esperimento con la pasta madre è miseramente fallito, però posso provare con il lievito di birra. Un bacione

    RispondiElimina
  4. è bellissimo, e io adoro il profumo del pane caldo, da quando comincia a sprogionarsi dal forno. complimenti

    RispondiElimina
  5. Ma che perfetta pagnottina hai fatto! con la semola poi assume un sapore rustico e di casa!
    baci baci

    RispondiElimina
  6. chebbello, ho anche la testa per risposneder ai vostri commenti!!! :)
    mi sembra che pianpianino la mia vita stia riprendendo ritmi normali...
    a proposito, me tocca rinfresca' la pasta madre, in sostanza me lo avete appena ricordato voi, più o meno..
    sì, questo tipo di pane è molto profumato, e si mantiene molto a lungo, nonostante abbia una consistenza compatta.
    è entrato nella produzione standard!

    RispondiElimina
  7. io e la pasta madre non andiamo molto d'accordo...e forse puo anche essere che io mi sia arresa troppo presto con lei...però questa pagnotta ha un aria davvero invitante....mi unisco a chi prova con il lievito di birra!!!

    RispondiElimina
  8. Fare il pane è così rassicurante,se poi si raggiungono dei risultati così eccellenti,è anche molto gratificante!!
    Bravissima rossella!!

    RispondiElimina
  9. Wow che invidia... Il mio compagno è al secondo tentativo per ottenere una pasta madre degna di portare questo nome....... Chissà! Nel frattempo mi gusto l'occhio qui da te!
    Ciao!
    Sissa

    RispondiElimina
  10. uh, grazie!!!
    sono contenta del vostro entusiasmo per l'argomento.
    per ora sto facendo delle prove e pubbluco quello che mi soddisfa, ma fra un po', una volta accumulato un po' di materiale, vi metto direttamente le istruzioni per l'uso sull'intero argomento!! =D

    RispondiElimina
  11. io direi che questa pagnotta è magnifica! la pasta madre mi attira sempre di più, ma ho paura di farla morire in frigo :( tu però sei stata bravissima ^_^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...