giovedì 4 novembre 2010

brioche parisienne

...per tutti!
___

Erano mesi (o anni?) che aspettavo di cucinare una brioche, e pensavo di dover per forza trovare (prima di farle intendo) uno di quegli stampi  a coppetta smerlata. In realtà si possono fare praticamente ovunque, ce n'è un tipo che per esempio faccio nello stampo dei muffin, ma quelle "alla francese" proprio volevo farle comme il faut, con l'unico risultato di procrastinare all'infinito la realizzazione di una delle cose panose che preferisco.
Insomma alla fine però se Florence Edelmann dice che si può fare anche accostando le pallette di pasta in un'unico stampo da cake rettangolare, allora direi di sì, che si può fare, e che forse potevo arrivarci anche da sola ;-).
Una ricetta che fa tanto finesettimana, ve la posto per tempo, vistomai vi andasse di provarla...
La voilà (con qualche aggiustamento):

ingredienti
230gr burro morbido a pezzetti
12gr lievito di birra
3 cucchiai di latte
340gr farina*
40gr zucchero
1/2 cucchiaino scarso di sale
4 uova + 1 rosso per dorare

I giorno
Diluire il lievito nel latte appena tiepido. In una terrina mescolare la farina con lo zuccero e il sale, formare una cavità al centro in cui versare le uova, poi il latte con il lievito. mescolare finchè la pasta si stacca dalle pareti del recipiente. A questo punto aggiungere il burro e continuare a impastare finchè questa non diventa elastica ed omogenea.
Ricoprire con un telo pulito e far riposre in un luogo tiepido per un'ora e mezza.
A questo punto rompere la pasta, reimpastandola, e poi riporre in frigo per due ore. Poi rompere di nuovo la pasta reimpastandola. Ricoprire con la pellicola e riporre in frigo a riposare per tutta la notte.

II giorno
Imburrare o rivestire di carta da forno uno stampo da cake lung 26cm, impastare per qualche minuto la pasta per renderla omogeneae dividerla in 4 palle da disporre affiancate nello stampo.
Far lievitare un'ora e mezza.
Cuocere per 35' in forno caldo a 170°C, dopo aver spenellato con il rosso d'iovo leggermente sbattuto.

*io ho usato 200 + 140 di manitoba



28 commenti:

  1. :) no dai che stamani devo stare digiuna per una visita!!!!!!!!
    tremendissima ragazza!

    RispondiElimina
  2. che spettacolo! il benvenuto migliore che si possa immaginare per un nuovo we!


    e quanto a voglie parisiennes siamo in perfetta sintonia oggi ;-)

    RispondiElimina
  3. una coccola per il fine settimana!
    buona!!!!

    RispondiElimina
  4. ahhhhhhhhhhhhhhhhhh!
    [e ora mi taccio]
    ;)

    RispondiElimina
  5. Io ho un problrma, ovvero che la brioche a me va sempre!

    RispondiElimina
  6. Oh...bellissima mi vien voglia di "trafficare" in cucina , ciao

    RispondiElimina
  7. che bontà!!!!
    appena mi arriva il forno nuovo mi sa che devo provare a farla.
    i biscottini di saraceno son venuti una bomba!!!!

    RispondiElimina
  8. ciau!!!!!!!!!
    io mi sa che la rifaccio subito...

    RispondiElimina
  9. mamma mia è splendida! così elevata verso l'alto!!!getali

    RispondiElimina
  10. buona!!! con un pò di mermellata la domenica mattina...perfect!

    RispondiElimina
  11. che bella la tua brioche... anch'io sogno di farla da tanto tempo ma le quantità di burro mi fanno desistere... forse quando avrò buttato giù qualche chiletto me la concederò, sembra ottima! bacio

    RispondiElimina
  12. questo we avrei già altre intenzioni cucinesche...ma vedrò di inserire anche la brioche, come si fa a resistere?

    RispondiElimina
  13. Che buona..............slurp!

    RispondiElimina
  14. ed é´proprio bella la brioche fatta a pallotte..bella idea..adesso esperimento..

    RispondiElimina
  15. Ciao...Quest'anno ho organizzato lo swap natalizio....spero vorrai partecipare anche tu:-) ti aspetto nel mio blog dove è tutto spiegato come avverrà:-) un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  16. La brioche a fette con la marmellata... è bastata una foto per ribaltarmi in un delizioso bed&breakfast in Bretagna, dove facevo colazione proprio con una briosciona simile, dal profumo di burro così intenso da mandarti in estasi per metà della giornata! Bellissime foto, buonissima ricetta :) Ho ritrovato il tuo blog dopo che la lista dei preferiti si era misteriosamente cancellata, ora ti aggiungo alla blog roll, così firefox non mi frega più ;)
    Alla prossima, se ti va passa a dare un'occhiata dalle mie parti :)
    Agnese

    RispondiElimina
  17. Concordo con tutti: è una bontà che non mi stancherà mai di mangiarla:))
    Bella foto con la fettina!
    Un bacione

    RispondiElimina
  18. Oh, io adoro queste tue ricette...

    Se ti può consolare mi sono sempre posta i tuoi stessi dubbi in quanto a stampi da brioche! ;)
    Buon briochoso fine settimana!

    RispondiElimina
  19. Tremendamente buona la tua brioche!Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Ciao! Certo che questa brioches sembra riuscita inmodo davvero perfetto! chissà che sofficità all'interno e che fragranza appena sfornata!
    bravissima
    baci baci

    RispondiElimina
  21. Chissà pechè andiamo in fissa per un attrezzo particolare, a volte... anche io ho in mente una crostata salata che non voglio fare se non avrò la teglia lunga, stretta e smerlata che ho in mente...
    Ad ogni modo sta brioches sembra perfetta... caccavella a parte!! :D

    RispondiElimina
  22. Meravigliosa cara!!! non ho parole!!! bacioni :)

    RispondiElimina
  23. ciao :) cercavo dei libri di cucina e ho trovato il tuo blog. ho visto che ne consigli tanti, appena ho un pò di tempo leggo bene e ne scelgo qualcuno!!!! ciao serena :)

    RispondiElimina
  24. è veramente pefetta, complimenti! se ti va vienimi a trovare e partecipa al mio candy, mi farebbe piacere, ciao!

    RispondiElimina
  25. il tuo blog è meraviglioso, e questa ricetta è uan coccola per il palato!!
    complimenti!!

    RispondiElimina
  26. questa mattina colazione con brioche parisienne... devo ammettere che la mia versione, sebbene fosse mangiabile, è assolutamente perfettibile! e per questo motivo la riproverò presto, magari aggiungendo un po' più di zucchero e togliendo l'impasto dal frigo la sera prima: l'impazienza di infornare la domenica mattina non l'ha fatto lievitare benissimo... cmq grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  27. non so dove ho sbagliato... l'impasto era, secondo me, troppo liquido, così ho aggiunto un pò di farina...
    il risultato comunque soddisfacente anche se, a mio parere, troppo poco dolce!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...