giovedì 21 ottobre 2010

torta assoluta al cioccolato

Ohhhhh, adesso sì che si ragiona!
Si ragiona nel senso che il fredduzzo sembra arrivato, quindi finalmente posso postare QUESTA COSA SUPERIORE che mi tengo in saccoccia da qualche giorno, perchè fino a un paio di settimane fa pareva quasi brutto uscirsene con una torta necessitante di una mezza chilata di cioccolato fondente, salvo poi passare intanto sottobanco la ricetta ad una mia collega che l'aveva fortuitamente assaggiata e ne era rimasta rapita (vabbè, era passata a casa mia a ritirare il cassettone di frutta e verdura bio - vaniglia a volte fa anche da collettore GAS - e mia veva trovata, la casa un inferno, praticamente arrampicata su una libreria in muratura a scattare foto poggiata su un davanzale, che a casa mia son alti, dato che ormai a ottobre il sole ce lo siamo bello che giocato.... ;-)).
Insomma, questa segnatevela e incorniciatevela, insieme alla torta perfetta al cioccolato.
Fantastiche entrambe, con la differenza che l'altra si fa in tre secondi e ad occhi chiusi, mentre con questa gli occhietti dovete tenerli bene aperti, nonchè prevedere bene i tempi di asciugatura e "freddatura" dei vari strati. Una cosa buona può essere preparate il guscio il giorno o la sera prima, e cmq intervallare bene la posa del "massettino" intermedio di cioccolato fuso da quella della ganache superiore al cioccolato... :)
Unico consiglio generale: fatela, fatela, fatela.
Viena dal libro I love Torte (Guido Tommasi) con qualche piccola modifica (tolto un ultimissimo strato a base di zucchero e un uovo nella crema superiore al cioccolato.... ).

ingredienti

x la pasta sablée al cioccolato
250gr farina
100gr zucchero a velo (io ho usato lo zucchero normale!)
1 pizzico di sale
1 cucciaio di cacao in polvere
200gr di burro molto freddo tagliato a dadini
2 tuorli, leggermente sbattuti con un cucchiaio d'acqua

x il primo strato di cioccolato
150gr cioccolato fondente

x la crema al cioccolato
200gr panna fresca da montare
300gr cioccolato fondente
2 tuorli (la ricetta ne prevedeva 3, ma a me sembravano troppi e ne ho messi solo due)
40gr burro

pasta sablée al cioccolato
Impastare con la punta delle dita fino ad ottenere un composto bricioloso tutti gli ingredienti eccetto i tuorli. Ricavare una cavità al centro e aggiungere i tuorli, poi mescolare cn un cucchiaio di legno (o una forchetta, cmq il meno possibile con le mani) fino a formare una palla un po' schiacciata (questa con le mani, sì). Coprire con pellicola e far riposare in frigo almeno un paio d'ore.
Scaldare il forno a 190°C e stendere la pasta dello spessore di 3 mm (io lo faccio mettendola tra due fogli di carta da forno perchè rimane piuttosto marbida), foderarvi una tortiera (con carta da forno, o imburrata + farina) e cuocere "in bianco"*. Far asciugare bene.

strato di cioccolato
Far fondere il cioccolato al microonde o a bagnomaria, poi rivestirvi il guscio di pasta (la ricetta dice con un pennello, ma anche semplicemente versando il cioccolato fuso e stendendolo con un cucchiaio, un coltello o una spatola va bene...). Far asciugare bene.

crema al cioccolato
Scaldare la panna e versarla sul cioccolato mescolando bene (io ho fatto l'inverso, ho versato il cioccolato fondente tagliato grossolanamente a scaglie nella panna bollente ed ho abbassato il fuoco, mescolando finchè il cioccolato non si è sciolto. Togliere dal fuoco, e sempre mescolando aggiungere prima il burro, poi i tuorli. Versare all'interno del guscio di pasta "rivestito" di cioccolato fuso e lasciar raffreddare.

*cottura in bianco: tra due fogli di carta da forno (o cmq con un foglio di carta da forno interposta), bucherellata con la forchetta e ricoperta di legumi secchi o pesi da cottura, cuocere per una ventina di minuti, poi togliere i legumi e la carta da forno superiore e proseguire la cottura per un'altra decina di minuti, o finchè non è dorata...

31 commenti:

  1. devo dire che l'arrampicatura ha dato i suoi bei frutti, la foto è splendida e la torta non è proprio da meno. quella che faccio io è riempita solo con ganache al cioccolato e un po' di cannella.mai provato con la cannella? ;-) allora lunedi' vado a visitare quel posto favoloso che hai segnalato tu..ti faccio sapere! un bacione bella

    RispondiElimina
  2. Io il GAS lo vado a ritirare in un magazzino-garage, mai che mi capiti di assaggiare una torta così!!!
    segnata subito, da provare immediatamente!

    RispondiElimina
  3. ahhh! mi ricordo questa torta; è una delle prime cose provate del libro in questione. ritenterò, ma con la tua versione, come dire, più light. :)

    RispondiElimina
  4. Permetti?....mia assolutamente!

    RispondiElimina
  5. mi sa che questa torta sara' una delle due torte di compleanno per mio marito!aggiudicata!
    un abbraccio,de

    RispondiElimina
  6. Io con questa deliziosa torta, gli occhi li tengo bene aperti!!! Veramente squisita!

    RispondiElimina
  7. oddio sto per svenire!!! qualcuno mi porti i sali... anzi no... qualcuno mi passi una fetta di torta!

    RispondiElimina
  8. per una cioccolato addicted come me, assolutamente da provare!! l'aspetto è strepitoso!

    RispondiElimina
  9. accidenti, questa è una super torta al cioccolato, anzi LA super tort al cioccolato.
    preso appunti. la farò ad una mia amica che ha appena partorito(ed ha quindi bisogno di energie) ed è in pratica cioccolato-dipendente.
    direi peretta.
    grazie!

    RispondiElimina
  10. ..ho recentemente fatto anche io da poco una torta molto simile, una vera goduria!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao,
    non centra niente con la ricetta ma ti ho lasciato in post vecchio (quello sul Dulce de leche), non so riesci a vederli i commeti sui vecchi post!
    grazie, bellissime ricette
    Daniela

    RispondiElimina
  12. AMO QUESTA TORTA, AMO QUESTA TORTA, AMO QUESTA TORTA
    BE SO TE:)
    pat

    RispondiElimina
  13. io ce l'ho quel libro, mi sa che devo leggerlo meglio... mi viene in mente solo questo: mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm! che meraviglia!!!

    RispondiElimina
  14. uhhhhh, come sono contenta che vi piaccia! io sono rapita dal risultato...

    *lukiz: sì, io molto light! ;-)

    *mariluna: permetto, permetto....:)

    *rosa: eheheh, la cura migliore è cucinarla!

    *daniela: grazie per avermelo detto... a volte li vedo e a volte no... ora ci vado a guardare!
    (l'ho rifatto anche sabato sera, sul tardino, è venuto pazzesco!)

    RispondiElimina
  15. che meraviglia! da fare assolutamente!!

    RispondiElimina
  16. cioccolatooooo....quando vedo cose cioccolatose...e come questa poi...non resisto. Mammamiabella che bontà

    RispondiElimina
  17. Diavola tentatrice!
    Mi incuriosisce da morire questa storia del primo strato di cioccolato e poi di un secondo... La immagino libidinosa.
    Che facciamo aggiungiamo anche lei alla lunga lista vaniglia? Sì, io direi proprio di sì... (mi scopro pure un po' marzulliana...).

    Pagherei per vederti arrampicata a scattare foto...

    RispondiElimina
  18. wow, davvero non so che dire di fronte a questa meraviglia... ammetto che la tua foto mi ha fatto correre in cucina a sgraffignare un pezzetto di cioccolata! sei pericolosa!

    RispondiElimina
  19. Ma che meraviglia una torta così costruita strato dopo strato... !!!! Da svenimento ! un abbraccio !

    RispondiElimina
  20. =)))))

    *carolina: sì, è veramente fenomenale, e questa cosa del doppio strato aveva incuriosito molto anche me, fin dall'inizio. Beh, diciamo che l'aspetto aveva fatto il suo. Ma ti assicuro che il sapore è ancora meglio di quanto sembri in foto!

    RispondiElimina
  21. Mio dio!!! Non fossi in partenza per Torino, giuro, la farei seduta stante!!! :-)
    Eva

    RispondiElimina
  22. assolutamente una goduria!...assolutamente cioccolatosa ed irresistibile, non ci sono altre parole!

    RispondiElimina
  23. Ma uffi!
    E perchè un capolavoro del genere non sta su flickr? eh? eh? ehhh??? cattiva. :P
    E' un incanto questa torta, solo che devo prepararla dopo un periodo di depurazione e farla seguire da uno altrettanto prolungato... :)
    Bravissima.
    Un bacione,

    wenny

    RispondiElimina
  24. wenny, mi hai letto nel pensiero!!!! stavo giusto pensando a questo, flickr!!!!!!!!! :)
    pensa, l'ho pure portata in cantiere. La cosa bella è che è molto appagante, quindi una fetta ciascuno e fa contenti tutti, così non appesantisce alla fine più di tanto.... :)

    RispondiElimina
  25. Prima di iniziare la dieta detox una bella fetta della tua torta ci starebbe proprio benissimo!!! :D Baci

    RispondiElimina
  26. cara Vaniglia, assolutamente Sììììì!!la torta al cioccolato, così forse riuscirò a snebbiarmi il cervello! che ne dici ?

    RispondiElimina
  27. *blueberry: mi ero dimenticata di inserire questa nelle ricettine detox... io la amo molto: http://vanigliacooking.blogspot.com/2009/10/di-pere-e-di-spezie.html
    ciao!!!

    *opuntia43: non sai quanto mi piacerebbe potertene portare una fetta adesso!!!!

    RispondiElimina
  28. ...grrr..questa è sfuggita ai miei denti per un pelo a causa di incresciose circostanze...poi dici cucinare con lentezza...tra l'altro, giunta mani vuote, mica si risparmiava di descriverla in tutta la sua struggente cioccolosità!!...vaniglia la pagherai..o meglio..sarai costretta a rifarla!!!!
    fede

    RispondiElimina
  29. *fede: ahahah!!!!!!
    mica vuotissime, ho portato il gelato!!!! solo che certo un gelato può pure scomparire a confronto con questa...
    prometto che la rifaccio... è troppo soddisfacente!

    RispondiElimina
  30. Ho appena fatto questa torta...anche io trovata sul libro di Trish Desaine!
    Sto aspettando che si raffreddi la crema per decorare con il caramello!
    Rita

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...