lunedì 26 aprile 2010

fragole&chantilly

due cose...
la chantilly.
insomma io ho sempre immaginato che la chantilly fosse una crema ottenuta mescolando crema (tipo pasticciera?) e panna montata (e forse si tratta proprio di questo?), però in più di un libro la ricetta sembra essere ancora più semplice, o forse più "strana". Ovvero di fatto una panna liquida, molto ben montata, e con aggiunta di zucchero a velo nella fase finale della montatura...
__
le fragole.
di tutti i tipi di frutta, sono quelle che più mi provocano il ricordo di esprimere un desiderio nel momento in cui si assaggia una primizia di stagione. forse perchè sono piccole, rosse, lucide. perchè sono la prima frutta dell'anno ad arrivare in forma di un "cestino di" e perchè dolcissime.
Mi sono trattenuta un po' quest'anno, mi sembravano arrivate troppo presto, forse a causa di tutto questo poco sole, qui a Roma. Ad ogni modo ho lasciato correre le prime viste in giro, quelle arrivate dritte-dritte dalla spagna, ed ho aspettato finchè le etichette non hanno cominciato a dire "Italia".
__
la ricetta è facilissima, forse non è nemmeno una ricetta
__
ingredienti (per 4)
500gr fragole
1 o 2 cucchiai di zucchero
succo di mezzo limone
250ml panna fresca liquida
25gr zucchero a velo
__
Pulire e tagliare le fragole a pezzetti, condirle con lo zucchero e il succo di limone, lasciar macerare almeno una mezz'ora.
Montare la panna fresca, appena tolta dal frigo, in una ciotola freddissima (riporla almeno 5' prima in freezer, insieme alle fruste) finchè non risulta spumosa e non si attacca alle fruste..
Aggiungere lo zucchero a velo e mescolare delicatamente con una spatola.
Servire fragole e panna insieme.

17 commenti:

  1. E' una bel dolcetto che non ti stufa mai!! Il mio marito l'adora!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  2. Proprio ieri ho ceduto all'acquisto di due bellissimi cestini di fragole quindi posso farle in questa versione, grazie. Buona giornata, bacio.

    RispondiElimina
  3. Potrei vivere a fragole in questo periodo, e ringrazio il cielo che non soffro di orticaria...la tua versione è davvero stragolosa, complimenti!

    RispondiElimina
  4. la semplicità fantastica delle cose buone....a me ricordano l'infanzia...

    RispondiElimina
  5. sono sempre il dolce più buono!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao! eh..che duo dolcissimo e delicatissimo!
    da gustare con calma e soddisfazione!
    un bacione

    RispondiElimina
  7. che dubbio...anche io ero convinta che chantilly volesse dire panna montata + crema pasticcera! in ogni caso è una goduria mi sa :)

    RispondiElimina
  8. Ti confesso che io la faccio in tutti e due i modi (crema e panna, panna e zucchero a velo). Tutto dipende dall'umore della giornata, dalla voglia e dal tempo a disposizione... ;)
    Fatto sta che è sempre deliziosa, soprattutto se accompagnata con delle belle fragole succose!
    A presto!

    RispondiElimina
  9. A parte la panna, che tocca a me e che proverà a fare come dici, per il resto questa "ricetta" è l'unica nella quale si cimenta addirittura l'Avvocato (!!!!).

    RispondiElimina
  10. uhm... chantilly questa sconosciuta.
    Aspetta che vado a consultare il quaderno della momi ;)
    A guardare la fotografia mi sembra che tu abbia preparato una coppetta deliziosa, chantilly ortodossa o meno!
    Buonanotte,

    wenny

    p.s.: ma non carichi le fotografie su flickr? why not?

    RispondiElimina
  11. anch'io come te ho aspettato di vedere l'etichetta "italia" sulle fragole ma poi ho dato il via agli acquisti. Dolci, buonissime, si mangiano prima con gli occhi con quel rosso acceso. E abbinate alla panna come hai fatto tu, poi ... e chi resiste?
    Buona giornata, vaniglia!

    RispondiElimina
  12. gironzolando qua e la, nei vari blog, arrivo per caso nel tuo,
    ma che meraviglia per una golosa come me...
    davvero un bel blog, buono direi!!
    da tenere sempre a portata di clik..

    RispondiElimina
  13. mah...cosa vuoi che ti dica anche per me panna montata + crema pasticcera è = crema chantilly! comunque trovo che le fragole e panna montata siano una goduria a cui non si può resistere proprio per la loro semplicità! :-)
    a presto
    Pippi

    RispondiElimina
  14. non è pertinenete a questo post, ma volevo ringraziarti per la tua ricetta di marmellata di limoni. l'ho sperimentata con i limoni del mio giardino ed il risultato è spettacolare!
    grazie ancora,

    sara

    RispondiElimina
  15. sono quelle cose che mangeresti sempre.. ti puliscono la bocca a fine pasto e ti mettono in pace con il mondo

    RispondiElimina
  16. *wenny: solo le mejo, no?

    *aurora: carina che sei, ben trovata! mi sa che allora devo mettermi una volta per tutte a sistemare l'archivio, così puoi farti un giretto come si deve! ;-)

    *sara: sììììììììì, che bello!!
    non ti dico quanto i piace che vi riescano le ricette del blog, soprattutto quando sono tra le mie preferite! :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...