martedì 13 ottobre 2009

tacchino arrosto in salsa di sidro

__
Sul postare piatti di carne.

Non è proprio che io non cucini carne.
Anzi in verità sono uno di quei soggetti a cui il dottore "consiglia" un consumo abbondante di tale alimento.
Forse però è proprio per questo che vedo la carne come una "cura", più che come un piacere del palato, per cui vado di bistecca settimanale e spesso lì finisce la storia....
Però tempo fa mi ero ripromessa di imparare a cucinare qualcosa che venisse direttamente dal regno animale, così ogni tanto mi cimento.
Il problema primo, cucinarla quindi, a questo punto sembrerebbe suparato, se ogni volta non si verificasse l'increscioso incidente del doverla pure fotografare, la carne cucinata.
Io non so perchè ma non è proprio il soggettino più facile, cotta o cruda, bovino, pesce, pollo... Sempre dall'aspetto troppo lucido, troppo viscido, troppo opaco... sempre così "seria", e sempre così "viva" (no, non sto per diventare vegetariana, solo un animale morto cucinato mi risulta cmq meno accattivante di una teglia di biscotti, che vogliamo fare.... ;))....

Però stavolta mi sono sforzata di metterla, una ricettina, e sono intenzionata a proseguire su questo filone....
Magari col tempo mi si fa un po' "l'occhio fotografico" sull'argomento... certo uno non dovrebbe mai guardare gli arrosti di Donna Hay, sennò veramente cade in depressione... ;-)

Questa ricetta viene da un libretto sugli arrosti della Gribaudo - Parragon.
___
ingredienti
700-800gr fesa di tacchino (trancio)
1 cucchiaio d'olio
sale e pepe
ripieno
25 gr burro
2 scalogni affettati finemente
1 costa di sedano finemente affettata
1 mela a dadini
80gr di prugne secche disossate e tritate
50gr uva passa
3 cucchiai di brodo vegetale
4 cucchiai di sidro secco
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
salsa al sidro
1 scalogno tritato sottile
300gr sidro secco
125 gr brodo vegetale
__
Forno a 190°C.
Per il ripieno, far sciogliere i 25gr di burro in una padella, farvi appassire lo scalogno, poi aggiungere il sedano e la mela e cuocere 5'. Aggiungere tutti gli altri ingredienti del ripieno, coprire e far sobbollire a fuoco dolce per 5', o finchè non si sarà assorbito il liquido. Mettere da parte e far freddare.
Appoggiare la fesa di tacchino su un tagliere e dividerla quasi competamente "a libro", sdoppiando il suo spessore. Coprire con un fogio di carta da forno e battere con il batticarne.
Salare, pepare, coprire con il ripieno, e legare con spago da cucina.
(qui si è consumata una scena patetica in cui io avevo legato 'sto poro tacchino veramente come un salame, a casa mia non esistono gli spiedini o gli stuzzicadenti per sigillare i lati corti, quindi ancora non so come ho fatto a non far uscire il ripieno dai lati, diciamo che alla fine ci sono riuscita con una legatura, come dire, "iperstatico"....)
Scaldare l'olio in ua teglia su fuoco medio, adagiarvi il tacchino e rosolarlo su tutti i lati. Proseguire la cottura in forno per 1h e 10'.
Togliere l'arrosto dalla teglia e coprirlo con un coperchio o un foglio di alluminio.
Eliminare tutto il grasso dalla teglia (nel mio caso pochissimo) e porla sul fornello a fuoco medio. Unire lo scalogno e metà del sidro. Cuocere quqlche minuto staccando bene i residui dalla teglia con un cucchiaio di legno.
Aggiungere il resto del sidro e il brodo e lasciar cuocere altri 10' o finchè la salsa non si sarà addensata.
Eliminare lo spago e tagliare il tacchino a fette. Cospargere ogni fetta di salsa e servire.
(essendo buono anche freddo, mi è sembrato perfetto per il lunch box del giorno dopo....)
p.s. delle foto non me ne piaceva NESSUNA, ma la preparazione è stata fatta con tanto amore, quindi ho scelto la meno pessima, ma senza sughetto (chepperòèbbono, assicuro!)


17 commenti:

  1. Anche io sono del filone...che la carne è una medicina....e non la cucino mai mai!!
    Adoro il pesce, il pollo...ma le carni rosse no no no!
    Immagino quindi anche una certa riluttanza a fotografarla con tutto il trasporto che invece si mette nel fotografare una ciotola di vellutata, una teglia di biscotti o una bella torta lievitata!
    Però in compenso mi piace il sidro...e quindi l'abbinamento compensa la poca simpatia nei confronti degli alimenti di origine animale! :0)

    RispondiElimina
  2. hai colto in pieno il punto!!!
    (il fatto che si tratti di un essere ex-vivente, forse?)
    come dici tu, vuoi mettere, una bella taglia di biscottoni????
    cmq l'impegno va premiato, pianopiano proverò ad "aggiustare il tiro fotografico"...

    RispondiElimina
  3. ho riso moltissimo! il mio problema nel fotografare la carne è che di solito uno la tira fuori dalla padella e vorrebbe mangiarsela subito, non star lì a cercare l'inquadratura migliore. non ti dico poi la settimana scorsa che ho fatto un arrosto e non riuscivo a fotografarlo perché il vapore mi appannava l'obiettivo :)
    comunque la tua presentazione è accattivante, non demordere

    RispondiElimina
  4. ciao vaniglia,
    ci ritroviamo anche su questo.... anche io posto pochissima carne e pesce, non perchè non mi piacciano, ma perchè la scelta cade sempre su altro. questo tuo tacchino mi piace molto, soprattutto per via del sidro che trovo molto particolare. pensa che ho da pubblicare delle foto di un arrosti di tacchino fatto qualche giorno fa, pure io con le uvete, ma con una salsina allo sherry.... mica ci avranno clonate?

    RispondiElimina
  5. questo tacchino è davvero una novità per me.. mai provato il sidro..:)

    ottima la foto!

    ciao
    vale

    RispondiElimina
  6. Neanche io sono una gran consumatrice di carne e di solito mi limito al petto di pollo. Però a volte mi piace dedicarmi a preparazioni un po' più laboriose come stracotti, arrosti, gulash...peccato che come dici tu non siano la cosa più fotogenica del mondo! Comunque questo tacchino ha un aspetto sublime, complimenti
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  7. Il sidro? mai provato neppure noi!!
    A noi piace molto la carne (come del resto un pò tutto ;), cerchiamo di cucinarla almeno due volte a settimana, giusto per variare e perchè riteniamo sia fondamentale nella dieta! ecco...naturalmente è sempre presentata in modo non convenzionale! altrimenti annoia!!
    bellissima questa ricetta...ce la segnamo!!
    un bacione

    RispondiElimina
  8. Ma sai che anche per me "carne" uguale "medicina"?! E per questo motivo, come te, non la trovo così interessante...
    Non come i biscotti, appunto. O una bella crostata, una torta salata,...
    E in tutto questo non ho mai provato a fotografarla! Vorrà dire che seguirò i tuoi suggerimenti e prenderò spunto... ;)
    A presto!

    RispondiElimina
  9. Ciao... eccomi di nuovo.. anche per me la carne era una cura, poi il maritino a cui piace tanto me l'ha fatta amare e di sicuro mi viene meglio che pasta, impasti & C.
    Tempo fa ho preparato un pollo disossato farcito con castagne...slurp...poi vado bene con pollo al curry, agnello al forno...ci vuole tempo per far cuocere bene e intenerire la ciccia...ma da' soddisfazioni. Invece l'anno scorso sono stata in Bretagna e scioccamente non ho comperato il sidro, ma mi rifaro'a Prigi... :)))
    quella rivista nuova di cucina l'ho comperata e mi e' piaciuta! direi molto chic , chiara e pulita nella grafica...Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Anche io la carne la mangio solo quando non posso farne a meno...o a casa del mio ragazzo dove sono tutti molto carnivori...a me il dottore non la ordina fortunatamente (per ora ho molto ferro) però ti capisco perfettamente...questo piatto però sembra davvero buono quindi mi sa che per una volta farò un'eccezione...baci!

    RispondiElimina
  11. Oh eccoci, un'altra che ha problemi con la carne: io più che altro sono in difficoltà a cucinarla, se voglio affrancarmi dai soliti tediosissimi modistilefettinaall'olio.
    Questo bel tacchino mi ispira, poi è molto autunnale, o almeno a me da questa sensazione: stasera sono in centro a firenze e sai che? mi procuro il sidro, lo lascio buono buono qualche giorno mentre raccolgo il coraggio e poi... cucino!
    buona giornata,

    wenny

    RispondiElimina
  12. anche io nonostante la mangi abbastanza, non adoro la carne, se non con preparazioni golose come questa oppure della belle braciolate succose!
    e mi hai fatto riflettere che nemmeno io posto mai secondi di carne... che strano!

    RispondiElimina
  13. cara vaniglia, a me piace mangiare la carne più del pesce o più della verdura e giù di lì : forse è tutta colpa del mio gruppo sanguigno che la richiede,non so!ed ora che ho visto le tue foto ed ho letto la ricetta del "tacchino" ne sento ancora più il bisogno e proverò a soddisfare questa mia esigenza, che ne pensi?

    RispondiElimina
  14. cara vaniglia, a me piace mangiare la carne più del pesce o più della verdura e giù di lì : forse è tutta colpa del mio gruppo sanguigno che la richiede,non so!ed ora che ho visto le tue foto ed ho letto la ricetta del "tacchino" ne sento ancora più il bisogno e proverò a soddisfare questa mia esigenza, che ne pensi?

    RispondiElimina
  15. bellezze, vorrei tanto rispondervi una per una perchè non sapete in questi gorni quanto piacere mi facciano e quanti sorrisi mi portino i vostri commenti, ma sono maledettamente stanca, sono giornate lunghissime al lavoro e molto, molto stancanti...

    RispondiElimina
  16. ecco, finalmente riesco a rispondere come si deve!

    *lise: grazie!
    mi hai fatto venire in mente un sacco di "simpatici" aneddoti legati all'uso della macchina fotografica in cucina... tipo alto rischio di catuta nel risotto che sta cuocendo, e cosette simili, ma che vogliamo fare, il rischio è il nostro mestiere!

    *babs: SECONDO ME Sì, un po' clonate mi sembra, ultimamente ci sono un sacco di elementi per pensarlo.... ma tu pubblichi dei secondi piatti strepitosi, non ti vorrai mica abbassare al mio livello-pivello in materia??????

    *v@le: sidro=buonissimo, quando vado in francia ne consumo in quantità, la ricetta mi ha colpito proprio per l'accostamento di sidro, carne e frutta, in effetti...

    *fra: arrosti, stracotti, gulash, insomma, mi sembra luculliana la scelta (come dici tu, poi, a fotografarli, è tutto un altro discorso...)!!

    *manu e silvia: ecco, io vorrei essere equilibrata come voi, sull'argomento carne!

    RispondiElimina
  17. *carolina: fammi sapere come vengono (le foto), e soprattutto se esistono degli "accorgimenti" particolari nel fotografare (a me il risultato sembra sempre un po' troppo "lucido"!!!)

    *lucia, lo sai che mi piace tanto leggere i tuoi commenti??? hai un tono così diretto, così immediato... è come se non ci fosse nemmeno il pc, di mezzo, è come chiacchierare davanti ad una tazza di the! grazie, mi fa un sacco bene tutto ciò!

    *sofy: non mi dire niente, anche a casa del mio ragazzo sono tutti molto carnivori (argentini,come potrebbe essere diversamente??? :-)), e cucinano la carne divinamente, io guardo sempre sua madre con tanto d'occhi quando porta in tavola quei succulenti piatti! (stavo anche pensando di postere QUELLI, un giorno!)

    *wenny, che bello sentirti, ma lo sai che quando vedo che manca un tuo commento ad un post comincio ad andare un po' in apprensione??? (dove sarà? non le sarà piaciuto?... mi sa che ormai mi sono autogemellata...!)

    *il cercat0re: secondo me c'è un doppio motivo, non andarne pazza e foto difficili, o perlomeno questo è quello che capita dalle mie parti..

    *anonimo: lo sai che anche il mio gruppo sanguigno la richiede?!! (ops, non dovrei dirlo, questo rafforza la teoria del mio medico...), sì, ora che arriva il freddino direi proprio che posso cimentarmi un po' di più!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...