sabato 24 ottobre 2009

polpettine di ceci


Al volo per il finesettimana, un'altra ricetta che viene dalla pluricitata e preferita rivista Valore Alimentare, in un numero di settembre-ottobre 2008.
Le polpettine sono venute belle tondette e non si sono sfaldate (cosa che temevo, da leggende metropolitane, dato che era la prima volta che mi cimentavo con polpette ai ceci); Monsieur Patou dice che secondo lui andrebbero cotte un filino in più (effettivamente forse le mie sono un po' pallidine... e magari questo farebbe sentire un po' di meno il sapore di limone che lo ha un po' turbato... ;-))

ingredienti
200 gr di ceci cotti*
50 gr di fiocchi d'avena
1 cipollotto tagliato fine
1 piccolo porro tagliato fine
1 spicchio d'aglio
1 pizzico di cumino, coriandolo
½ succo di limone
2 cucchiai di prezzemolo tritato finemente
1 cucchiaio d'olio
___
Saltare in padella con l'olio e il porro e il cipollotto, fino a farli appassire. Aggiungere una purea di ceci ottenuta frullando con il mixer i ceci cotti, o passandoli al passaverdura, poi le spezie, i fiochi di avena, il succo di limone e il prezzemolo.
Far riposare 30 minuti.
Formare delle palline da circa 2 cm di diametro, passarle in un po' di farina bianca e rosolarle in padella con un po' d'olio, fino a dorarle.
Servirle in un letto di insalata colorata.
________
*io ho usato quelli in barattolo
non riesco a lincare questi giorni.... il pdf della rivista lo trovate qui:
la ricetta è alle pagg. 14 e 15! :)

19 commenti:

  1. Che carine che sono così tonde!!!
    Bella la foto con le foglie d insalata che fanno tutto quel verde.
    Oh, finalmente Valore Alimentare! È un po' di tempo che volevo parlarti di questa rivista, ma finisce che mi dimentico sempre...
    Non conoscevo la rivista prima che ne parlassi tu. Poi le hai fatto un sacco di pubblicità e mi hai incuriosita... È andata a finire che mi sono appassionata e adesso mi piace da morire. Inoltre, avendola scoperta da non molto tempo ho tanti numeri arretrati da gustarmi con tutta calma... :)
    Devo proprio ringraziarti, perché è stata davvero una bella e interessante scoperta.
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. Che bella questa foto, invoglia davvero a mangiare!!
    complimenti!

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia!
    Le ho fatte anch'io e non mi si sono sfaldate ma di certo non mi sono venute così belle rotonde come le tue, stupende!
    Un bacio, buon weekend!
    m.

    RispondiElimina
  4. Ciao! ma son delle palline perfette! geniale l'idea dei ceci e i fiocchi d'avena conferiscono una leggera croccantezza!
    si, si..ci piacciono proprio!!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. In Israele si chiamano falafel ma le cucinano senza avena ciao Franca

    RispondiElimina
  6. Nooo, anche io le voglio, sono trooooppo simpatiche queste polpettine, sono di quelle che non puoi smettere di mangiarne e che se te ne metti davanti una cofana le fai fuori tutte ah ah ah! :) Bravissima, complimentoni. Un abbraccio, buon weekend

    RispondiElimina
  7. Hanno una forma perfetta!!! e devono essere molto saporite grazie al limone e al cumino...davvero intriganti
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  8. queste sono proprio una novità da prendere al volo e assaggiare. ciao vaniglia :-)

    RispondiElimina
  9. io faccioi falafel, ma aprtendo dal cece crudo lascaito molto in ammollo..così mai provato ma credo non per molto a ncora!

    RispondiElimina
  10. *carolina: è una rivista molto coerente che leggo con estrema fiducia. La cosa bella è che ci sono ricette molto "vere", molto casalinghe e familiari, che mi sembra possano risolvere la cena per una mamma che deve cucinate per tutta la famiglia, magari anche in poco tempo! insomma questo mi sembra così "concreto"!!

    *tutti: allora, io non ho mai assaggiato i falafel, e quindi non ho riferimenti. Ma questa cosa del limone si usa anche lì??? L'idea dell'avena (come dicevano manu e silvia) mi è piaciuta molto (anche come sapore!), mentre il limone, ancora non saprei... aspetto i vostri commenti!!
    ;-)

    RispondiElimina
  11. Esattamente la ricetta che cercavo per dare un pò di dignità a quei poveri ceci che ho in dispensa da non so quanto. Ti farò sapere l'esito ;-)

    RispondiElimina
  12. *carol: ecco, una cuochetta come te penso possa dare un tocco di classe alla ricettina in questione... fammi sapere il responso!

    RispondiElimina
  13. così a naso direi che il limone ci sta bene, magari bisogna provare a dosarlo con meno succo?
    polpettine molto invitanti e perfettamente tonde!

    RispondiElimina
  14. queste polpette/felafel sono spettacolari e per me che sono cecio-addicted poi!!!

    RispondiElimina
  15. Architetto, che precisione!
    Sono davvero belle e stuzzicanti, inoltre il fatto che non si sfaldino mi rassicura molto (ho la stessa paranoia...).
    Credo che le proverò, in questo periodo cuocio spesso i legumi secchi quindi ne metterò a bagno anche per queste polpettine ;)
    un'ultima cosa: sono una patita della cottura delle polpette in forno, credi che possa provare o si perderebbe in gusto?
    baci,

    wenny

    RispondiElimina
  16. mi piacciono molto i ceci in queste preparazioni per cui immagino siano buonissime!

    RispondiElimina
  17. Le ho fatte!.. ma durante la frittura si sono sfatte...cosa ho sbagliato??? Comunque me le sono mangiate di gusto, il sapore era buonissimo, certo...se avessero conservato la forma a polpetta sarebbero state anche presentabili :-)

    RispondiElimina
  18. Grazie tutto molto utile.
    Proverò le ricette.
    Molto interessante la rivista.
    Un saluto
    Patrizia

    RispondiElimina
  19. ciaoooo!!! ho fatto un giretto nel tuo bellissimo blog!!!
    ottime ricette, ben presentate e puntuali nella descrizione!!!
    ti va di partecipare a mio primo contest??? ci sono magnifici premi dell'ECCELLENZA SICILIANA!!!! non mancare!!!! prendi tutte le ricette che vuoi dal tuo magnifico archivio , consone al tema del contest e non c'è bisogno di ripubblicarle!!!! ti aspetto con le tue preparazioni. Aiutami a diffondere questo contest , condividilo per poter fare , alla fine, un PDF con tanti buoni suggerimenti buoni e salutari per chi lavora tutto il giorno e deve consumare almeno un pasto fuori casa.
    http://pasticciepasticcini-mimma.blogspot.it/2013/01/me-lo-porto-in-ufficio-il-mio-primo.html

    ti aspetto con vero piacere
    mimma morana

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...