domenica 5 luglio 2009

street food (quasi) da spiaggia: Moreno Cedroni



Aniko, salumeria ittica marchigiana...

Appena entrata, se così si può dire, perchè è un luogo in cui si entra stando fuori, mi sono sentita subito bene. Probabilmente grazie all'atmosfera estremanemte essenziale e al contempo curata e piuttosto chic (stiamo parlando di Moreno Cedroni, in versione smart, ma di grande chef sempre si tratta).


Il posto che sto cercando di raccontare è sostanzialmente un bancone sulla strada.

La scala di progetto, e il suo modo di essere estroverso (disinvolto sì, ma anche, in senso spaziale, "rivoltato" verso fuori), lo rendono una piccola chiave di lettura dello spazio aperto circostante. Una bancarella, un chiosco, una multipla seduta per aperitivo in piazza, uno spaccio di cibo à porter di altissima qualità.
A Senigallia, la "mia" città di mare (cioè la città dove vado al mare i finesettimana, se sto da QUELLA parte dell'Appennino...).
La sensazione iniziale ha avuto conferma nel cibo. Noi abbiamo scelto il più POP che si possa immaginare (soprattutto pensando allo chef della Madonnina del Pescatore...): scatoletta e panino!

Ovvero Tonno bianco arrostito al rosmarinoE panino con scaglie di baccalà, insalata, e maionese di baccalà senza uovo (questa che vedete sotto la scatola, no dico, io sono rimasta sconvolta di fronte a tale packaging).


Il cibo buonissimo e di ottima qualità*. Il chiosco prefabbricato in acciaio, teak e cristallo, progettato dallo Studio Ceccarelli, ha soddisfatto anche l'achitetto rompiscatole che alberga in me!
E poi, giretto per Senigallia, con monsieur patou che non l'aveva ancora mai vista....











___________________________
* un posto in cui tornare, magari con i miei amici foodblogger, pertanto lo mando dritto-dritto a Michelangelo, in risposta al suo appello sui luoghi di cui scambiarci indirizzi e indicazioni....

Aniko
Piazza Saffi, 10
60019 Senigallia (AN) -
Tel. e Fax: +39 071.7931228

12 commenti:

  1. Davvero mooolto mooolto carino questo posto, mi piacerebbe andarci ^_^
    ..e non sono mai stata a Senigallia.
    Poi pensa,finalmente un posto dove esiste la "maionese" senza uova :O
    Una scoperta! :D

    RispondiElimina
  2. Ciao! originale questo posto! ci piace!!
    sia come ha organizzato il locale..sia per il menù: essenziale ma ricercato! e poi non siamo mai state a Senigallia...
    un bacione

    RispondiElimina
  3. Adoro Senigallia, ci sono andata per tre estati consecutive (per la precisione avevo affittato un appartamento a cesano)...peccato che questo "chiosco" non avesse ancora aperto...bè un'ottima scusa per ritornare in quella splendida cittadina
    un bacione
    fra

    RispondiElimina
  4. *daphneo: io vorrei tanto imparare a farla, quella maionese....

    *manu e silvia: sì, e poi non ci sono solo le scatolette, eh? se date una sbirciata al sito potete vedere tutta l'offerta...

    *fra: ma ddai?? chissà, magari ci siamo pure incontrate... ;)

    RispondiElimina
  5. Che bella cosa la maionese senza uovo!!!!!!
    E il posto veramente molto carino!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Ma questo post è un attentato, E LO SAI!!!
    Da quel che ho capito sono davvero pochissimi metri cubi, eppure lì dentro sono stipate due muse: una abbraccia l'altra? la Gastronomia protetta e vegliata dall'Architettura, santa pazienza, questi sono tempi duri per me! Come si fa a resistere davanti a cotanto bendiddio? sob :)
    Lo metterò in agenda, che altro devo fare? :)

    wenny

    p.s.: ma ti è arrivata la mail? comincio a nutrire seri dubbi sulla mia casella di posta: svelami l'arcano!

    RispondiElimina
  7. *stefy: sì, assolutamente consigliabile!

    *wenny: :-P hihi...
    yess, pochissimi metri cubi, yess, proprio quelle due muse lì... un posto in cui andrei con tale wenny, sai? a fare il tagliaecuci dei piatti, e del pregevole involucro, a tutte le scale (guarda bene le posate del tonno nella fotina piccola, io non mi ero accorta SUBITO di cosa fossero, e stavo per andare a chiedere forchetta e coltello, le avevo scambiate per cozze, benedetti designers, per fortuna che m'accompagno con un architetto, che mi ha fermata in extremis.... :-P)!
    Sì che è arrivata la mail! Ma come tutte le cose belle, me le custodisco un po' prima di reagire, cercando un momento buono per rispondere....

    RispondiElimina
  8. Grazie per essere passata ^_^
    Piacerebbe anche a me se tu la scoprissi,come hai notato spesso elimino le uova dato che ho un intolleranza a un po di cose..sarebbe fantastico elaborare questa ricetta! Che dici facciamo un tentativo? ;)
    Io adoro il baccalà :)

    RispondiElimina
  9. *daphne: ci mancherebbe, è stato e sarà un piacere! Per la maionese sì, mi va di fare un tentativo, appena scopro qualcosa ti faccio sapere, prima però devo imparare quella con uova, e trovare una proteina "strutturante" sostitutiva... idee?

    RispondiElimina
  10. Caspita, questa diventa una "sfida" con le uova! :D
    Idee al momento non ne ho,nemmeno io ho mai provato a fare quella con..ma ora ci penso ;)

    RispondiElimina
  11. Beh beh beh non mi rimangono parole tranne che...

    ... quelle forchettine le ho notate subito!
    buonanotte cara,

    wenny

    RispondiElimina
  12. Bene! Non potevi trovare un posto migliore da segnalarmi, grazie!
    A rileggerti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...