giovedì 16 luglio 2009

scones farina integrale e sciroppo d'acero

...revisione!

Va bene, gli scones mi piacciono da morire (eheh, secondo me pure a voi!), facili, veloci e gestibilissimi.
Questi però li ho dovuti fare due volte.
Strano perche le ricette di Rose Backery mi vengono sempre bene, e sono stati collaudati anche da Sigrid, qualche tempo fa...
Eppure io non ero mica molto convinta l'ultima volta che li ho cucinati.... Buoni non c'è dubbio, ma la consistenza era strana, erano un po' "compattati", secchetti, diciamo (vabbè, tanto gli scones si inzuppano nel the o nel caffellatte, no?).... Però Vaniglia, de coccio, ha pensato di "rivedere" la ricetta guardando gli ingredienti, le proporzioni di quelli di Rose e di quelli già sperimentati... insomma gira che ti rigira li ho rifatti ed è uscita 'sta cosa: pazzesca.
Sono tutta soddisfatta (più che mai raro), e al primo assaggio anche piuttosto esaltata (sarà l'effetto dello sciroppo d'acero?).
___
ingredienti
300 gr farina 00
100 gr farina integrale
200 gr latte
40 gr sciroppo d'acero
40 gr fiocchi d'avena
90 gr burro (a fiocchetti)
1 bustina di lievito
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di sale
è facilissimo e sarò telegrafica, perchè avrei voluto postare un po' prima ma niente da fa'.
___
In una terrina ingredienti secchi. Poi aggiungere il burro a fiocchetti, lavorare con la punta delle dita fino ad ottenere un composto bricioloso. A parte gli ingredienti "umidi", da aggiungere poi all'impasto. Impastare grossolanamente. Stendere (sempre grossolanamente) uno strato dell'altezza di 3 cm circa, e tagliare con tagliapasta rotondo del diametrto di 4 cm circa.
15-20' a 200°C.

11 commenti:

  1. Ciao cara!
    Ma sai che oggi questa è la seconda ricetta di scones che vedo?!
    Beh, non male per la mia permanenza londinese... Pensa, prima di venire qua non li avevo mai assaggiati ed ero piuttosto diffidente. Poi... Wow!
    Infatti, adesso appena rientrerò a casa non vedo l'ora di provare a farli.
    Mi segno la tua ricetta, perché da come ne parli deve essere buonissima.
    Mi sa che il libro di Rose Bakery me le devo proprio procurare... Me lo consigli?
    Ti auguro una buona serata!

    RispondiElimina
  2. Ehi ma ceh delizia! un dolcino davvero niente male! ce ne hai tenuti da parte anche per noi vero?
    baci baci

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. devono essere buonissimi, a dire il vero non li ho mai provati! baci

    RispondiElimina
  5. sono davvero deliziosi!!!
    io non li ho mai preparati ma ho assaggiati quelli fatti da una mia amica...favolosi!!!
    adesso voglio proprio provare la tua ricettina ;)

    RispondiElimina
  6. MADDAI :D
    Io ho postato l altro giorno degli Scones a modo mio ^_^
    Sincronia ;)
    La mia versione è mooolto rivisitata ma si sa..io faccio sempre (o quasi) così :)
    M paiono boni pure quetti :D

    RispondiElimina
  7. si, lo sciroppo d'acero da' delle allucinazioni.... :-P
    scherzo, sembrano molto buoni, mi fai venir voglia di riprovare... la prima ed ultima volta che li ho fatti mi sono venuti tutti compatti per cui ci ho rinunciato.... già, io non sono Vaniglia de'Coccibus... io se non mi vengono aspetto di trovare una ricetta migliore ed improvvisamente... ta daaa, eccola qui!!

    RispondiElimina
  8. *Carolina: ASSOLUTAMENTE SI'!!! io, se continuo così, finisce che le faccio tutte, le ricette del libro di rose... (e non sono poche, eh?

    *manu e silvia: impossibile, sono finiti subito!!!

    *micaela: DEVI provarne QUALCHE tipo (io sono a 3, uno di rose, all'uvetta, uno creato da me, quando ho scoperto il mio amore per il latticello, e uno è questo qui!)... Io presto passo anche alla versione salata, vediamo che ne esce...

    *mirtilla: grazie, ci conto! ;-)

    *daphne: eheh, anche questi sono ALQUANTO a modo mio. Succee spesso questo (come in questo caso): apro due, tre libri e leggo le ricette di una tipologia di dolce, poi guardo le proporzioni relative e, invece di calcolare, riproporziono il tutto A OCCHIO, cercando di non far oscillare troppo il rapporto tra parti liquide e parti umide... ma spesso mi faccio affascinare da alcune simmetrie di numeri, da come "suonano bene" alcuni rapporti (1:2? rapporto aureo? altro? chi lo sa!), o addirittura da quanto ingrediente ho a disposizione... e lì parte la ricetta!
    (speriamo che una volta lette queste righe, continuiate a fidarvi di me... ;-P)

    *evelyne: sei un amore...

    RispondiElimina
  9. Ah, farina integrale e scirppo d'acero! Decisamente nelle mie corde!!
    Da provare!
    Belle foto,
    (ros)marina

    RispondiElimina
  10. Olè :)

    anch'io ho appena sfornato scones.
    Non che ne avessi particolare voglia: è stata colpa di mia sorella, che preparando il sushi ha tirato fuori uno splendido libro dalle splendide ricette :)
    da lì a metterm,i in cucina il passo è stato breve.

    Mooolto interessante questa revisione: brava.
    Promuovo a pieni voti :)

    wenny

    RispondiElimina
  11. *rosmarina: stavo guardando il tuo blog, e anche lui è moolto nelle mie corde!!!

    *wenny: quella cosa spettacolare che hai fatto mi si è stampata in mente (ma sulla ricetta misteriosa con il pangrattato, che sviluppi ci sono? io ormai sono troppo curiosa!!! sarebbe bello vederci con la "valigetta degli attrezzi" e affrontare la cosa intorno ad un tavolo, e ad un forno, sfidando gli elementi, irrilevanti no, quando la commissione di "esperti" si riunisce!!! ;-P

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...