martedì 17 marzo 2009

torta perfetta al cioccolato

o torta "alberto"?
_____
Ecco, si chiama perfetta per varie ragioni, forse tutte distanti da quella che riguarda la perfezione dell'esecuzione......
Perfetta perchè è cioccolato e burro, perfetta perchè adatta per un'autococcola casalinga o come torta da portare ad un invito a cena, o addirittura strumento di supporto di un cugino sotto tesi*, o semplicemente solo per fare felice qualcuno!!!!!

E poi, si fa in un attimo!
In realtà credo che sia una specie di brownie al cioccolato, forse un po' rivisitato, ma vi assicuro molto molto "sensuale"....

ingredienti:
cioccolato fondente di ottima qualità** gr. 200
burro di ottima qualità** gr. 200
zucchero gr. 200
uova intere 5
un cucchiaio di farina (per gli intolleranti al glutine va benissimo anche farina di riso)

per servire:
marmellata di agrumi
un paio di cucchiai di acqua
un cucchiaio di zucchero

Far sciogliere il cioccolato fondente con 200 g di burro, a bagnomaria (per me è il momento più bello di questa preparazione!), mescolare bene, togliere dal fuoco, incorporare lo zucchero e, una ad una, le uova. Incorporare un cucchiaio di farina e mescolare fino a ottenere un impasto liscio. Versare in una tortiera con bordo amovibile (ma io in genere uso una tortiera antiaderente quadrata, visto il senso geometrico che mi provoca come detto questa torta, e assolutamente poco amovibile, aiutandomi però con carta da forno, si tratta sempre di un molleux al cioccolato! ;-)). Cuocere a 190 grado per mezz’oretta. Al centro la torta rimarrà quasi liquida. Farla riposare per una notte al frigorifero.
Servire con una salsetta ottenuta stemperando in una casseruola un po' di marmellata di agrumi (arancia, limone, bergamotto, quello che preferite!) con uno o due cucchiai di acqua e uno (scarso, a gusto vostro, e a seconda della marmellata) di zucchero.
______

* Ormai quasi un paio di anni fa, volendo tirare su di morale il mio adorato cugino immerso fino alle orecchie in una tesi in filosofia (?) ed in procinto di discuterla, e da bravo filosofo completamente avulso da qualsiasi ritmo sonno-veglia nonchè lontano da qualsivoglia forma di equilibrio alimentare, ed essendo totalmente poco attrezzata (come si può facilmente immaginare) per dargli un aiuto inerente la materia, ho pensato di confezionargli al volo questa tortina, che lo ha affascinato a tal punto da chiedermela altre volte, « disposto anche a pagare per averla ». Questo totale apprezzamento le è valso il nome in codice di « torta alberto ».
** Il burro deve essere di centrifuga, e annusatelo! Deve avere odore di panna e latte, ed essere fresco, deve sapere « di mattina ».

28 commenti:

  1. concordo,perfetta davvero!!!

    RispondiElimina
  2. siamo d'accordo anche noi..perfetta! e ancor ameglio con l'accompgnamento a base di marmellata!!
    bacioni

    RispondiElimina
  3. Assolutamente perfetta!
    Mmm come deve essere buona...
    Carina la storiella del cugino sotto tesi!
    Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  4. superlativa!!!
    Un bacio
    fra

    RispondiElimina
  5. davvero perfetta, me la salvo sono sempre alla ricerca di ricette per dolci veloci!!!!

    RispondiElimina
  6. ...mmmm....slurp.. miam... ehhh.... uffi,avevo detto basta dolci per ora e invece è da ieri che vago nella rete e trovo tanti dolci da provare, questo primo tra tutti che io di cioccolata potrei morire!!

    RispondiElimina
  7. che bella l'idea del burro che sa di mattina!

    RispondiElimina
  8. Veramente veramente perfetta!!!!!
    perfetto anche l'accompagnamento agrumato.
    Baci baci.

    RispondiElimina
  9. sabato ho amici a pranzo e devo fare primo e dolce (al secondo ci pensa la mia amica ospite), questa torta è seriamente candidata ad essere IL dolce...

    RispondiElimina
  10. ehehehe il burro centrifugato che sa "di mattina" rende proprio l'idea!Anche io lo preferisco, ha un gusto davvero diverso...!

    RispondiElimina
  11. perfettamente daccordo un dolce d'eccezzione perogni occasione e poi facilissima!!!!
    Buona giornta

    RispondiElimina
  12. Vaniglia, ma dove lo posso trovare il burro centrifugato di ottima qualità e freschissimo?

    RispondiElimina
  13. si può usare il burro fatto in casa secondo la tua ricetta? Quanta panna ci vuole per farne 200g? Thanx

    RispondiElimina
  14. bella descrizione degli ingrendienti e ottima ricetta :-)

    RispondiElimina
  15. @laura.lau: dunque il burro può essere di centrifuga (che corrisponde più o meno ad una prima scelta), o di affioramento, che ha delle qualità organolettiche nettamente inferiori, per non parlare del sapore.
    Io, a forza di guardare le etichette, ho notato che non sempre viene data questa indicazione, ma spesso puoi trovarla, e parlo di burri che trovi tranquillamente al supermercato.
    I burri italiani diciamo non sono in testa alle classifiche quanto a qualità (il nord europa in questo, come si suol dire, "ci da le mele!"), ma un buonissimo burro dei nostri è questo: http://www.occelli.it/pages/burro.asp
    Per il resto, cerca sempre di annusarlo appena aperto, scoprirai un sacco di cose. L'odore del burro "vero" è "dolce", e buonissimo all'olfatto. Assaggiandolo poi spalmato su una fetta di pane senti subito esattamente sotto il palato se ha un sapore grasso, e questo non è indice di qualità: il burro buono non sa "di grasso", e poi è morbido, ovvero rimane morbido anche al freddo del frigo, e il colore può tendere al giallino.
    Ecco, questa la mia descrizione semiempirica delle caratteristiche che ritengo descrittive di un buon burro.

    Per ottimo approfondimento: http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2007/12/05/affioramento-o-centrifuga/

    Al super trovo (non ti so dire se sono tutti di "centrifuga") spesso, di buona qualità:
    _burro Dalla Torre: www.dallatorrevaldinon.it
    _burro bavarese Meggle: http://www.meggle.com/en/
    _burro vipiteno: http://www.latteria-vipiteno.it/default.asp?L=1
    _burro mila: http://www.mila.it/it/

    e poi c'è l'oltralpe....
    http://www.lurpak.dk/C125711C004F3A5E
    http://www.president.fr/html/index.html

    ... in realtà se mi metto a parlare di marche mi perdo e non sono minimamante esaustiva, quello che consiglio è di seguire le caratteristiche di cui sopra e cercare un burro prodotto "artigianalmente" e biologicamente dalle vostre parti, e poi, magari, di passare parola per l'indirizzario!

    RispondiElimina
  16. @catobleppa: sì, il burro fatto in casa è adatto per un uso a crudo e fuso (A BAGNOMARIA), come in questo caso. Non va bene invece nel caso delle alte temperature, in particolare per la cottura in tegame o la frittura.
    Per le quantità in verità non ho mai pesato il burro risultante, ma ad occhio e croce potrebbero essere 400 gr di burro per un litro di panna, forse qualcosina di più...

    RispondiElimina
  17. Ti ringrazio molto per avere dedicato a me questo tuo dolce, che confermo essere ancora insuperato!!
    Mi avessero intestato una strada, ovviamente da vivo, credo che la cosa mi avrebbe lusingato di meno..
    Tuo cugino Alberto.

    RispondiElimina
  18. come promesso ho eseguito questa torta per oggi a pranzo. E' stato un successone, veramente. E' spettacolare, è proprio cioccolatosa...

    RispondiElimina
  19. @janefonda: sì, e anche molto burrosa.... è nella top ten da 3 ANNI.... è la mia cocca!

    RispondiElimina
  20. i miei ospiti di sabato non solo hanno gradito ed io ho stampato la ricetta direttamente dal tuo blog, più copyright di così :D

    RispondiElimina
  21. @ janefonda (a proposito) e/o altri:
    QUALCUNO SA COME SI FA AD INSERIRE L'AGGEGGIO CHE T PERMETTE DI STAMPARE LA RICETTA????
    ... intendo solo la singola ricetta, e non l'intero blog formato enciclopedia...

    RispondiElimina
  22. Fatta, e nonostante il tuo orrore, con uno strato di panna, copri bubboni, sopra era ottima.

    RispondiElimina
  23. @negata: ancora ci penso sai, allo strato "autolivellante" di panna che hai messo....
    =)

    RispondiElimina
  24. Carissima, sono capitata per caso su questo tuo meraviglioso blog (brava e basta) e non ho resistito al titolo e quindi alla torta. L'ho fatta per un amico ma non l'ho ancora provata (anche se sono sicura che sará spaziale). Domanda: mi si é tutta spaccata sopra, é normale?
    grazie ancora e a presto, penso sia l'inizio di una lunga frequentazione!
    x

    RispondiElimina
  25. Ciao Toni, benvenuta!!!
    Sì. E' normale. Vedi anche la foto, si vede una crepa....
    Spero che ti piaccia, mi raccomando fammi sapere, sono un filino sulle spine...!

    RispondiElimina
  26. Ciao querida! non era buona, era SPAZIALE!!! meno male, perché sembrava un gigantesco muffin rotto (l'ho fatta in tortiera troppo piccola)..ma se la sono spazzolata! e naturalmente mi han chiesto tutti la ricetta ed io ho religiosamente spedito l'indirizzo del tuo blog con traduzione annessa visto che vivo in Spagna.
    Grazie ancora e grazie per questo meraviglioso blog e la tua forma cosí speciale di raccontare non solo le ricette, ma la vita in generale.
    x

    RispondiElimina
  27. toni sono così contenta che ti sia piaciuta!!!
    è una torta che amo tantissimo, e che il freschetto di questi giorni in Italia mi sta istigando moltissimo a preparare....
    e grazie anche per quello che hai scritto, e per la "promozione" in terra spagnola!
    ;-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...