mercoledì 18 marzo 2009

frolla cacao e lamponi

...dedicata a monsieur patou....

Signori è partito il trip del cioccolato.
Sì, concordo con il fatto che è primavera, che i rami di pesco sono in fiore e che gli uccellini cantano, ma io inspiegabilmente propendo per il cioccolato in questi gg e forse ancora per un po'..... (oscilleremo tra le vagonate di zuppa e le vagonate di cioccolato ancora per quanto, mentre le preparazioni pasquali sono alle porte? Non si sa, ma io come mio solito faccio bizze e la bizza di oggi, anzi, di ieri perchè di codesta cosa è rimasta solo la foto, è: FROLLA DI CIOCCOLATO AI LAMPONI!)
Eh, avevo proprio voglia di fare una torta dedicata.... (sapete, il Monsieur Patou...). Allora ho arrabattato una frolla al cacao, ovviamente generosetta di burro, e una pseudo marmellata fast ai lamponi. E il risultato è da vaniglia's ricettario!

ingredienti
250 gr farina 00 + tre cucchiai abbondanti di cacao amaro
180 gr burro freddo a tocchetti
100 gr zucchero
2 tuorli
per la farcitura
250 gr lamponi freschi
180 gr zucchero
succo spremuto di mezzo limone
1 cucchiaio scarso di maizena

Come prima cosa lavare i lamponi, metterli in un recipiente, cospargerli di zucchero e del succo di limone e, senza mescolare, mettere il tutto coperto con un piattino in frigo per una o due ore.
In una terrina mettere farina, cacao e zucchero semolato, poi il burro freddo a tocchetti (o a scagliette) e mescolare il tutto prima con una forchetta e poi con la punta delle dita.
Poi aggiungere i due tuorli precedentemente sbattuti con un cucchiaio di acqua fredda e continuare ad impastare (piuttosto velocemente) fino a formare una palla da riporre in frigo anch'essa per un paio d'ore.
Cenare (facoltativo ;-P).
Mettere sul fuoco (andante-moderato) i lamponi semimacerati e rimestare ogni tanto.
Cuocere per circa 20' e dopo circa 15' aggiungere a piacere un cucchiaio di maizena setacciata, giusto per far rapprendere un po' il composto. Non prolungare di molto la cottura, in fondo non si tratta di una vera e propria marmellata....
Spegnere il fuoco e lasciar riposare qualche minuto.
Stendere la pasta e adagiarla in uno stampo a fondo mobile per crostate del diametro 28 cm (io ne ho usato uno rettangolare lungo circa 30 e largo 8 per avere lo strato di lamponi più alto, ed è avanzata un po' di pasta per fare delle tartellette ancora da definire). Versare il ripieno ai lamponi nel guscio di frolla al cacao, cuocere in forno già caldo a 180°, per 20'-30'.
Lasciate raffreddare prima di rimuovere la torta dallo stampo.
J'adore!


16 commenti:

  1. Lo definirei un bel compromesso tra inverno e primavera (del resto ci stanno anche i lamponi, no?)!

    RispondiElimina
  2. sicuramente un bellissimo bis di colori! e dev'essere stata anche molto buona..noi adoriamoi dolci così smeplici!
    bacioni

    RispondiElimina
  3. bella la torta e poi adoro la forma dello stampo!Ormai le torte le faccio solo così

    RispondiElimina
  4. mi piacciono proprio le tue bizze...continua pure!
    Un bacio
    fra

    RispondiElimina
  5. Ciao! sono giorni e giorni che mi imbatto in ricette ai lamponi, una più belle dell'altra, e questa mi ha colpita in maniera particolare!
    Poi la forma dello stampo è veramente stilosa!

    RispondiElimina
  6. Splendida, complimenti!!! E' un abbinamento che adoro, quindi mi segno la ricetta per quando troverò lamponi freschi!!

    RispondiElimina
  7. Meravigliosa... e così semplice da fare! Sabato al mercato vado a caccia di lamponi...

    RispondiElimina
  8. Questo mi consola. Io da qualche giorno ho preso una fittonata per una torta al cioccolato che ho visto da "Calme et Cacao", e finché non l'avrò fatta non sarò contenta (anche fosse agosto)! Solo che mi manca l'acqua di rose... Magari guardo nel tuo elenco...
    A parte questo, la tua frolla al cacao con marmellata di lamponi è divina.
    Buona serata!

    RispondiElimina
  9. @ elisa: sì, ieri pensavo che sarebbe stata apprpriata anche come una torta di fine estate, quando i lamponi abbondano e il cacao può fare capolino ad una delle prime piogge di montagna!

    @ care manu e silvia: ehehe, mi avete scoperto! molto molto spesso sono i colori che mi fanno decidere le ricette....
    @ marta e juls: lo stampino viene dall'indirizzo che mi ha dato evelyne (via commento) ad un post di qualche gg fa (quello della lista della spesa): l'ho preso a Milano da Medegliani (mi sembra che si chiami così...), e ora che ci penso devo ancora aggiornare il post con i nuovi indirizzi inviati da tutti voi!!!
    @ fra e barbara e piccolamissmuffin: grazie bellezze, sì, è MOLTO SODDISFACENTE, la tortina....
    @ carolina: SO DI COSA PARLI: anche a me ha colpito tanto quella torta, e mi fa pensare così tanto a daniela, mi sembra proprio adatta a lei! Anche io "smanio" per l'acqua di rose, ma sai dove si potrebbe trovare (a roma)? Forse nel posto delle violette candite! Appena ci capito la cerco, e chi prima la trova fa un fischio, ok?

    RispondiElimina
  10. beh allora mi consolo perchè la mia propensione al cioccolato è eterna:) Il binomio ciocco lamponi mi ispira tantissimo;)

    RispondiElimina
  11. anche questa delizia che pubblichi mi sa cosi di buono ;)

    RispondiElimina
  12. ha un aspetto davvero invitante! adesso voglio anch'io uno stampo rettangolare :)

    RispondiElimina
  13. Santa pazienza!
    che foto meravigliosa, immagino che anche il soggetto lo sia stato :)
    i lamponi sono di stagione adesso?
    ciao, bravissima,
    wenny

    RispondiElimina
  14. cacao e lamponi, che abbinamento divino!

    RispondiElimina
  15. @ wenny ed elisabetta:
    sì! soggetto invitante=foto soddisfacente!!
    no, affatto di stagione ma ho avuto un momento di follia e non c'ho capito nulla, quindi comprai i lamponi!
    sì, a causa dell'abbinamento divino.....

    :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...