venerdì 24 ottobre 2008

torta di mele soffice della mia mamma

_____ Ecco qua, dopo aver letto il melibro, in questi giorni non fanno che venirmi in mente ricette con le mele (oltre a quella ormai nota e oserei dire famosissima del crumble :-), sarà la stagione?), e siccome sembre che la sottoscritta sia stata colpita da qualche giorno dalla sindrome del foodblog, ovvero quella cosa per cui SVAGATAMENTE CUCINANDO RICETTE CHE POTRESTI PREPARARE AD OCCHI CHIUSI TANTE SONO LE VOLTE CHE LE HAI PROVATE, OSEREMMO DIRE A PROVA DI BOMBA, combini invece, trepidante per l'imminente post-aggio, casini immani, tipo bruciare la quiche, dimenticare un ingrediente, provocare una reazione chimica inaspettata come il lievito che comincia a vivere di vita propria un po' troppo prima del previsto e provocando un aumento inaspettato del volume del cake, PRIMA che il cake stesso diventi solido abbastanza da non straripare sul fondo del forno a 200°C provocando fumi tossici per tutta la casa, e altre amenità del genere..... dicevamo, dato che la sottoscritta sembra sia stata colpita da siffatta temporanea sindrome, ecco che vi schiaffo al volo la ricetta della controfigura, la mia mamma!!!
_____________
ingredienti
2 uova
120 gr. zucchero
120 gr. burro a temperatura ambiente
300 gr. farina
1 bicchiere di latte
scorza di limone grattugiata
1 bustina di lievito
1 mela a fettine sottili
4 o 5 noci

Il procedimento è semplicissimo.
Mescolare tutti insieme gli ingredienti (tipo uova e zucchero, poi burro, poi farina e latte e scorzetta di limone, alla fine il lievito) fino ad ottenere un impasto lento, mettere in una teglia di 24 cm di diametro foderata con carta da forno e distribuire sulla superficie la mela tagliata a fettine sottili, pezzetti di gherigli di noce e cospargere la frutta con "un pizzico" di zucchero.
Infornare per 20-25' a 180°C.

(p.s. dite che devo mettere un'etichetta "mamme&nonne"?)
_______________

Con questo post, su suggerimento di il_cercat0re, partecipo alla raccolta di ricette di essenzadivaniglia!

21 commenti:

  1. ..io ho sempre problemi a trovare il limone biologico per la scorza..

    RispondiElimina
  2. ecco...diavoletta tentatrice...
    questa ricetta sembra alla mia portata...

    RispondiElimina
  3. sì, mie care, secondo me in cucina tutto è alla portata! anzi, in questo momento siamo in quella fase tipo nelle palestre quando ti fanno fare un'aerobichetta gentile, molto abbottonata, passo-passo, quella tipo a settembre-ottobre.... ma siccome fra un po' la musichetta aumenterà, e ci ritroveremo molto zompettanti in cucina e comincieremo a parlare di ingredienti SOLO A PRIMA VISTA UN FILINO STRANI, anche per rispondere a federica, pensavo di venire scrivendo man mano posti dove si possono trovare gli elementi base dei futuri intrugli, e di cosa trattasi.... che ne pensate? magari provo!

    RispondiElimina
  4. si!
    ottima iniziativa direi, un libretto d'istruzioni per non perdersi dietro a decine e decine di negozi più o meno biologici, più o meno equo solidali, più o meno etnici, etc... perchè un giro intenso di shopping in centro il sabato pomeriggio sarebbe niente al confronto, già m'immagino ;)
    se ci fosse bisogno, ti dò una mano volentieri.
    ciao,
    wenny
    p.s.: approvo anche la creazione della nuova etichetta ;)

    RispondiElimina
  5. Proprio venerdì pomeriggio mi sono cimentata, sempre con il mio mini-aiutante questa volta munito anche di grembiulino, in una torta di mele ma non sono rimasta molto soddisfatta... Lascio passare qualche giorno altrimenti ai miei uomini usciranno le mele dagli occhi (in meno di una settimana crumble e torta!!!) e proverò la tua ricetta.
    Sono preoccupata per l'arrivo degli ingredienti "un filino strani" ma la prenderò come una sfida; appoggio appieno la proposta di segnalare dove si possono trovare. Grazie per aver risvegliato la cuoca che si nasconde (molto bene!!!)in me.

    RispondiElimina
  6. Ho fatto casino...ma il post precedente era mio......

    RispondiElimina
  7. non sai che soddisfazione : la torta è venuta benissimo tanto che in settimana mi ripeterò
    è soffice e delicata...
    ho dovuto solo fare una variante togliendo con dispiacere i pezzettini di noci che ai maschietti di casa mia non piacciono...
    la prossima però sarà metà e metà...vediamo... :o)

    RispondiElimina
  8. @ negata e sabrina, non sapete che contentezza per quello che mi state scrivendo! e pensare che tutte e due eravate "partite" fin dall'inizio dicendo che non vi dedicavate tanto alla cucina....

    RispondiElimina
  9. Ciao! Grazie per la visita a Leggendo Leggendo...!
    Spero davvero che avrai modo di partecipare a Una panchina per... :-)

    Intanto complimentoni per il tuo blog (non so se hai visto ma ne ho anche io uno culinario) e poi volevo proporti di partecipare con questa meravigliosa torta di mele alla raccolta della tua quasi omonima: http://essenzadivaniglia.blogspot.com/2008/10/la-mia-torta-di-mele-la-raccolta.html

    Anche io ho partecipato con due dolci alle mele :)
    Sono i miei preferiti!

    RispondiElimina
  10. ciao, il_cercat0re, HO SEGUITO IL TUO SUGGERIMENTO!!!!
    sono molto contenta di essermi imbattuta nei tuoi blog, ho fatto un giretto pure in quello di cucina: hai visto, anche avevo postato un crumble di mele e mandorle! :-)
    a presto qui e dalle tue parti!

    RispondiElimina
  11. grazie omonima! attendo la tua seconda ricetta!
    ciao! a presto!

    RispondiElimina
  12. Hola Vaniglia Loca, secondo te se uso una teglia da cake rischio che dentro il dolce non si cuoccia? (cuoccia?cuocia???...come si fa il congiuntivo presente di cuocere??? argh....)...doppia domanda, quindi: tecnico-culinaria e grammaticale?

    RispondiElimina
  13. antonella, donc:
    _credo che si dica cuocia, a me suona molto bene, in più, sono andata a guardare in un sito che mi fa impazzire (ci passerei le ore, è quello nientepopodimeno dell'Accademia della Crusca, ogni tanto lo sbircio!! http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.php?id=4013&ctg_id=44): questa una pagina specifica che tratta il verbo cuocere, oltre ad altri "difficili", e già che c'ero, mi sono guardata il passato remoto, FANTASTICO: cossi, cuocesti, cosse, cuocemmo, coceste, cossero..... per il participio passato mi piace molto la forma arcaica COCIUTO (mi fa molto "caparbietà", hihi..)
    _per quanto riguarda la cottura, non dovrebbero esserci problemi, dato che la torta è molto soffice, l'unica cosa verifica che non sia troppo piccolo lo stampo, se comincia da uscire durante la cottura, puoi buttarla direttamente! per cui: se ti serve uno stampo rotondo, o a ciambella, e entrambi a bordo mobile, o uno stampo da cake un po' più grandicello di quello che hai, ti consiglio di chiederne uno in prestito a tua sorella, che mi risulta essere una dea in cucina, e anche molto maniaca di stampi e conseguentemente molto fornita... (ha preso tutto da sua madre, che poi è anche l'autrice della ricetta, nonchè, per sillogismo,....?)
    cia', sorelli'.

    RispondiElimina
  14. missione compiuta, cara Vaniglia. questa torta è eccezionale: buona-come-non-mai, morbida morbida e veloce da eseguire. per quanto riguarda lo stampo ho evitato di utilizzare quello da cake (è che sono un po' geometricamente fissata con torte dolci e salate di quella forma), per non rischiare che si cuocesse male. Non avendo latte in casa, ho ovviato con yoghurt bianco magro (un vasetto e mezzo circa, a seconda della durezza dell'impasto). Forse l'impasto viene meno lento così, ma è lievitato correttamente. Oltre la scorza di limone ho messo pure un po' di succo. Da grande golosa di mele quale sono, ho messo una mela piccola, a pezzetti, pure dentro l'impasto. Invece delle noci avevo dei pinoli (ne ho messi un po' sia dentro che sopra. prima di infornare, sopra le mele tagliate a fettine, ho aggiunto qualche fiocchetto di burro e un po'di zucchero di canna, sparso qua e là in superficie...). grazie Vaniglia!

    RispondiElimina
  15. Mi piacerebbe tu partecipassi al mio premio della buona azione per festeggiare i 100 post ! Chocolat
    http://cookinginrome.blogspot.com/2008/10/100-good-deed-prize-il-premio-della.html

    RispondiElimina
  16. Ciao,
    ho provato questa deliziosa ricetta il fine settimana ed é venuta buonissima!!
    In meno di 24 ore é finita tanto che lunedí l'ho rifatta!!!
    Grazie per condividerla, é davvero soffice come dice il titolo.

    Anche io come te sono architetto ed ho un blog che con l'architettura non c'entra nulla. Se ti va puoi venirmi a visitare qui: http://bas-redesign.blogspot.com

    Ti seguo da qualche tempo ed é sempre un piacere leggere le tue ricette.

    Buon lavoro.
    bas

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bas, non sai che soddisfazione per me leggere i commenti delle persone che hanno provato e amato le ricette! Il blog credo sia tutto lì, in quei commenti, e in quelli che rimangono in punta di tastiera! Il tuo blog è bellissimo, ed è un piacere x me conoscerti, collega! ;)

      Elimina
  17. ...l'ho appena fatta, mettendo le mele a raggiera e la vaniglia invece del limone. È meravigliosamente bella, ha un profumo da svenire e aspetto la merenda delle bimbe per mangiarne una bella fetta col caffè...la scusa è che qui diluvia e quindi una bella merenda consolatoria ci vuole proprio :)))

    RispondiElimina
  18. *isabella: questa torta è super, non vedo l'ora che tu la assaggi! ;)

    RispondiElimina
  19. È vero! È proprio super...l'ha detto anche Marta (8 anni ;) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi è molto simpatica Marta!!! ;) grazie del commento, a presto!!!!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...